Connect with us

Calciomercato

Chi è Borna Sosa, il terzino nel mirino dell’Inter

Pubblicato

:

chi è borna sosa

CHI È BORNA SOSA, IL TERZINO NEL MIRINO DELL’INTER

Il mercato riserva sempre delle sorprese, fino all’ultimo secondo. E quest’anno non poteva essere diverso, con gli ultimi sussulti prima di spegnersi e lasciare definitivamente la parola al campo. Uno degli scossoni più imprevedibili è quello che sta riguardando l’Inter e Robin Gosens: l’esterno mancino arrivato a gennaio dall’Atalanta con l’idea di farlo recuperare dal brutto infortunio subito la stagione scorsa ed averlo pronto per questa, non sta rispondendo nella maniera che società ed Inzaghi si aspettavano. Tanto che il titolare della fascia mancina al momento è Dimarco. E allora ecco che arriva l’offerta che non ti aspetti del Bayer Leverkusen, che per una cifra intorno ai 30 milioni vuole portare in Germania l’ex Atalanta.

IL NOME PER SOSTITUIRLO

La dirigenza nerazzurra si è subito mossa e ha già individuato il sostituto: si tratta di Borna Sosa, laterale mancino dello Stoccarda. Il profilo sarebbe ideale per caratteristiche, dato che una delle migliori qualità del croato è la velocità e la spinta sulla corsia mancina, propensione che a Dimarco può mancare preferendo maggiormente la gestione del pallone vista la sua grande qualità tecnica. In questo modo si andrebbe ad aggiungere un’alternativa più elettrica ed esplosiva per la fascia sinistra, in modo da aumentare le scelte a disposizione di Inzaghi.

CHI È BORNA SOSA

Borna Sosa nasce a Zagabria, in Croazia, il 21 gennaio 1998. La sua formazione è di quelle nobili quando si nasce in Croazia, ovvero nella Dinamo Zagabria, con cui fa tutta la trafila delle giovanili fino alla prima squadra con la quale esordisce nella stagione 14/15 non ancora maggiorenne. Rimane alla Dinamo fino al 2018, quando si trasferisce allo Stoccarda in Germania con la speranza di farsi notare più facilmente da qualche big europea. La sua prima stagione è interlocutoria, e arrivano 12 presenze condite da un solo assist. Ma con il passare del tempo Sosa prende sempre più importanza nello Stoccarda e crescono anche i suoi numeri, fino alle ultime due stagioni, le migliori dal punto di vista degli score personali: 18 assist e un gol complessivi.

I NUMERI DI SOSA

Da quando veste la maglia dello Stoccarda, i numeri di Sosa sono ottimi: 23 assist e 3 reti in 86 partite. Una media di un passaggio decisivo ogni circa 4 partite, che per un terzino è un ottimo riscontro. Considerando che nell’Inter dovrebbe partire giocando più alto, le medie possono andare anche a migliorare. Anche nel giro della Nazionale, Sosa ha 6 presenze all’attivo con la nazionale croata.

LA SCHEDA TECNICA

Esterno mancino purissimo, può giocare sia come terzino in una difesa a 4 che alzarsi e partire più alto in un centrocampo a 5, come succederà se dovesse sbarcare a Milano. Dotato di un’ottima progressione palla al piede, riesce a mantenere costante la velocità nella conduzione anche sul lungo, mettendo in difficoltà che lo insegue che molto spesso cede il passo prima di lui. Un altro punto di forza è il dribbling nello stretto, che gli riesce con frequenza per liberarsi della pressione avversaria ed aprirsi campo per sfruttare la sua velocità a campo aperto. Dotato anche di intelligenza tattica, Borna Sosa riesce spessissimo ad intercettare i palloni che gravitano nel suo fazzoletto di campo, leggendo in anticipo la traiettoria del passaggio avversario. È capace anche di spaccare il campo entrando in diagonale, sia palla al piede che senza, un po’ come spesso abbiamo visto fare a Theo Hernandez con il Milan. La progressione è ovviamente diversa, ma riesce a rompere le linee avversarie entrando dentro il campo.

Il paragone illustre con Alphonso Davies plasmato in Germania fa correre con la fantasia i tifosi nerazzurri, ma di certo per l’esplosività mostrata in Bundesliga il classe ’98 potrebbe diventare una chiave tattica importante per Simone Inzaghi.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Intemediario Beto: “È ambito in Premier League”

Pubblicato

:

beto

Periodo di forma straripante per l’Udinese che si prepara per la gara di domenica, contro l’Atalanta. Uno degli uomini su cui Sottil crede e spera di poter fare affidamento per poter battere i nerazzurri è Beto. L’attaccante portoghese è l’uomo copertina dell’inizio di stagione straripante dei bianconeri friulani. Tuttavia, questi potrebbero dover guardarsi attorno, in quanto il numero 9 potrebbe divenire un uomo mercato.

INTERMEDIARIO BETO: “È AMBITO IN PREMIER LEAGUE”

Uno dei protagonisti di questa grande Udinese è senza ombra di dubbio Norberto Beto, autore della rete dell’1-1 lunedì contro il Verona. Oggi, ha parlato ai microfoni del Palermo Football Summit l’intermediario del portoghese, che ha lodato le sue doti tecniche. Di seguito, ecco le parole di Gabriele La Manna, il quale non ha escluso delle possibili implicazioni di mercato in Premier League:”L’operazione Beto è nata da lontano e si è conclusa nell’ultimo giorno dello scorso mercato estivo con un guizzo dell’Udinese che l’aveva visto e seguito: ora il calciatore sta dimostrando tutto il suo valore, credo sia uno dei giocatori più importanti del nostro campionato e fa gola a tante squadre, specialmente in Premier League“.

 

Continua a leggere

Calciomercato

ESCLUSIVA – Fabiana Della Valle: “Allegri non ha mai rischiato. Pogba torna per l’Inter”

Pubblicato

:

In un periodo poco roseo per la Juventus, che ha comunque rialzato la testa tra Bologna e Maccabi Haifa, abbiamo avuto il piacere di fare due chiacchiere con Fabiana Della Valle. La giornalista de La Gazzetta dello Sport ci ha svelato alcuni retroscena importanti sull’immediato futuro bianconero, oltre che uno sguardo alla trattativa di gennaio che portò Dusan Vlahovic in quel di Torino.

Ora che le acque sembrano essersi apparentemente calmate, possiamo dire che Allegri ha veramente rischiato l’esonero oppure no?

Allegri è sempre stato sicuro del suo posto. Come detto anche da Maurizio Arrivabene l’allenatore è stato preso per un progetto pluriennale da sviluppare. La dirigenza quindi non ha mai pensato di esonerare il tecnico nella sosta. Chiaramente tante cose non sono piaciute: ci sono state riflessioni e discussioni interne, ma senza la volontà di cambiare a stagione in corso. Ci si aspettava una risposta diversa dopo la sosta per le Nazionali e così è stato”.

Lei è stata la primissima a confermare la dirittura d’arrivo della trattativa Vlahovic-Juventus: che ricordi ha di quei giorni e che tipo di affare è stato?

Sono stati giorni sorprendenti, non ci si aspettava che la Juventus potesse fare un investimento di questo tipo, soprattutto considerando le parole dei dirigenti nei giorni immediatamente precedenti. La cosa si è concretizzata in pochi giorni, vero, ma la Juve aveva già gettato le basi con l’agente del serbo per capire la fattibilità della trattativa. Sicuramente si sarebbe mossa in estate, ma temeva l’assalto delle Inglesi (Arsenal su tutte). Il fattore determinante è stato l’apertura della Fiorentina alla cessione. Se la Viola avesse detto di no, l’affare non si sarebbe potuto fare. Ricordo una dichiarazione di Pradè qualche giorno prima: lì capii che qualcosa stava succedendo”.

Situazione infortunati in casa Juventus: come stanno Chiesa e Pogba e a che punto siamo?

Per Chiesa ormai si ragiona su gennaio, anche perchè l’infortunio è stato pesante e nella riabilitazione ci sono state delle complicazioni. Allegri non ha voluto dare tempi di recupero, probabilmente si organizzerà un’amichevole per capire a che punto è il calciatore. Chiesa vuole comunque disputare qualche minuto prima della sosta. Per Pogba il discorso è diverso: l’infortunio è stato meno grave, ma nel percorso di recupero è più indietro. Se il ginocchio non darà complicazioni, aspettiamoci di vederlo in campo tra fine ottobre e inizio novembre. Indicativamente con il Benfica o con l’Inter”.

Cuadrado, Alex Sandro, Rabiot, Di Maria e Milik: cinque giocatori in scadenza a giugno 2023. Quali sono i piani della Juventus per questi rinnovi?

“Sono situazioni molto diverse. Cuadrado ha solo più quest’anno di contratto e guadagna cinque milioni. La Juve lo terrà solo se si taglia notevolmente l’ingaggio. Per Alex Sandro sarà indicativa la stagione, ora come ora rischia molto visto che non sta dando le garanzie che ci si aspetta. Rabiot è ancora più diverso: ad Allegri piace, è un giocatore su cui punta, ma che ha pretese economiche molto alte. Secondo me la Juve farà comunque un tentativo, anche per monetizzare in caso di cessione quest’estate. Sarà comunque difficilissimo trovare un’intesa economica. Per Di Maria ho poche speranze: lui si è impuntato per fare un solo anno, poi chiuderà la carriera in Argentina. Alla Juve sarebbe anche convenuto prenderlo per due anni poichè avrebbe sfruttato il decreto crescita. Per chiudere Milik, arrivato come rimpiazzo, ma che tra i nuovi acquisti è quello che sta rendendo di più. Ad oggi si merita il riscatto dal Marsiglia”.

Continua a leggere

Calciomercato

Napoli, De Laurentiis: “Il calcio è come il cinema”

Pubblicato

:

Napoli

Che il Napoli stia facendo un ottimo campionato (e non solo) è sotto gli occhi di tutti: il presidente degli azzurri, Aurelio De Laurentiis, è infatti intervenuto al Telegraph per parlare dell’attuale periodo d’oro in cui si trova il Napoli ora.

”CALCIO COME IL CINEMA”

Ecco le parole di ADL al Telegraph:

Durante l’estate ho parlato e discusso molto coi miei collaboratori e colleghi su come cambiare e soprattutto rinforzare la rosa. Siamo stati fortunati, ma allo stesso tempo anche molto intelligenti e veloci nel concludere le trattative. Non curiamo solamente l’aspetto fisico dei calciatori, ma anche quello psicologico: per vincere e portarsi a casa soddisfazioni deve esserci un ottimo gruppo, perché da soli nel calcio non si vince. Secondo me il calcio è paragonabile al cinema, il mio primo lavoro è l’intrattenimento da 55 anni. Abbiamo fatto di tutto per soddisfare Spalletti e per rinforzare al massimo la rosa.

Siamo primi in Serie A e Serie B perché stiamo lavorando nel calcio come se lavorassimo nel cinema, ai film e alle fiction. Onestamente non credo nella fortuna, ho realizzato 400 film e non ne ho fallito uno, secondo il mio parere non è affatto fortuna. Nel cinema devi vendere un prodotto che piaccia agli spettatori e stessa cosa stiamo facendo nel calcio tutt’ora.”

 

Continua a leggere

Calciomercato

UFFICIALE – Dejan Stankovic è il nuovo allenatore della Sampdoria

Pubblicato

:

La Sampdoria ha finalmente la sua nuova guida tecnica: Dejan Stankovic è il nuovo allenatore della compagine genovese. Il serbo è arrivato a Genova in mattinata per apporre la firma sul contratto da nuovo tecnico blucerchiato dopo l’esonero di Giampaolo, seguito alla sconfitta interna contro il Monza. Una volta firmato messo il fatidico nero su bianco, la Sampdoria ha annunciato l’ingaggio dell’ex allenatore della Stella Rossa di Belgrado.

LA SAMPDORIA ANNUNCIA STANKOVIC

Arrivato a Genova, Stankovic ha avuto modo di prendere contatto con l’universo blucerchiato con il suo staff. Successivamente ha firmato il contratto da nuovo allenatore della Sampdoria. La firma in calce ha preceduto l’annuncio della società genovese, che ha comunicato i dettagli del legame con l’ex centrocampista dell’Inter attraverso il seguente comunicato stampa:

L’U.C. Sampdoria dà il benvenuto a Dejan Stankovic in qualità di allenatore responsabile della prima squadra fino al 30 giugno 2023 con opzione fino al 30 giugno 2024. Al tecnico e al suo staff un buon lavoro e un sincero in bocca al lupo da parte del presidente Marco Lanna, del Consiglio di Amministrazione e di tutta la società.

Con queste righe ha ufficialmente inizio l’avventura di Stankovic alla Sampdoria. La parentesi blucerchiata di Stankovic entrerà nel vivo, infatti, nel pomeriggio, quando dirigerà il suo primo allenamento in blucerchiato. Così facendo, avrà modo già di avere una sua prima impressione sui suoi nuovi ragazzi.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969