Connect with us
Chi è Gianluca Prestianni, il sedicenne nel mirino del Real Madrid

Calcio Internazionale

Chi è Gianluca Prestianni, il sedicenne nel mirino del Real Madrid

Pubblicato

:

Chi è Gianluca Prestianni

CHI È GIANLUCA PRESTIANNI – L’Argentina è da sempre culla di grandi talenti, ma d’altronde “gli inglesi hanno inventato le regole del calcio, gli argentini l’amore per il calcio” . L’ultimo in ordine cronologico è il classe 2006 Gianluca Prestianni, fantasista del Velez. Ala sinistra per poter sfruttare il suo destro, all’occorrenza può giocare anche sull’altra fascia o partire più centrale. Su di lui ha già messo gli occhi il Real Madrid, che da tempo ha cambiato le proprie strategie di mercato. Meno nomi altisonanti, più ragazzi giovani da crescere, ma dall’avvenire assicurato: Vinicius JR e Rodrygo sono due esempi.

Nato il 31 gennaio 2006 a Ciuadela, Gianluca Prestianni ha evidentemente delle origini italiane, ma dispone solo del passaporto argentino. Inizia a muovere i primi passi nelle squadre locali, per poi passare al Velez. Dotato di un dribbling ubriacante, abbinato ad una notevole esplosività, l’ala di 166 centimetri ha dato sin da subito l’impressione di essere più bravo rispetto ai ragazzi della sua età, tanto da essere aggregato ben presto alla squadra delle riserve del club argentino, nel settembre del 2021. Così ne ha parlato a Olè Guillermo Morigi, coordinatore del settore giovanile del Velez: “Nel caso di Gianluca abbiamo visto che era già fisicamente pronto per giocare con le riserve e, visto che stava facendo così bene, ci era sembrata un’idea interessante. Ha continuato a giocare ad alti livelli, anche se ovviamente ha ancora molto da imparare”. 

Lo scorso maggio Prestianni ha messo piede in campo per la prima volta in prima squadra, in Copa Libertadores contro l’Estudiantes, divertando il più giovane esordiente della storia del Velez, a sedici anni e tre mesi. Un predestinato. In totale con la maglia del Velez sono sei le presenze, con ancora zero gol all’attivo. Due reti in cinque presenze invece con la maglia dell’Argentina under 17.

A fronte di una tecnica incredibile, soprattutto se paragonata ai suoi coetanei, è il comportamento in campo il fattore che Prestianni deve più migliorare. In particolare il riferimento è ad un episodio con la maglia della nazionale argentina: dopo la finale persa del prestigioso Torneo di Montaigu in Francia contro il Brasile di Endrick, c’è stata un’accesa discussione sfociata poi in rissa con Prestianni protagonista.

In Argentina gli hanno assegnato un soprannome niente male, Pulga, come un certo Lionel Messi, a cui è stato paragonato. Anche se trovare l’erede del giocatore del PSG sarà un’ardua impresa, Prestianni ha tutte le caratteristiche per poterci avvicinare il pù possibile. Le somiglianze ci sono tutte e anche le qualità. Gianluca Prestianni, un sedicienne da Diez (e lode).

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

Tare incorona Inzaghi: “È simile ad un altro grandissimo allenatore”

Pubblicato

:

Igli Tare Lazio

L’ex direttore sportivo della Lazio, Igli Tare ha parlato ai microfoni di Radio Deejay, affrontando diversi temi. Tra questi, emergono le sue parole riguardanti il profilo di Simone Inzaghi, allenatore che ha avuto alla Lazio durante la sua lunga epopea da dirigente. Con i biancocelesti, l’attuale tecnico dell’Inter ha scritto pagine importanti della loro storia, conquistando tre coppe in cinque anni: una Coppa Italia nel 2018-2019 e due Supercoppe italiane nel 2017 e nel 2019. Inoltre, grazie al suo passato da giocatore con la Lazio, dove aveva già vinto sul campo le due predette competizioni nazionali, è diventato l’unico biancoceleste a vincere entrambi i trofei sia da calciatore che da tecnico. Senza dimenticare lo scudetto del 2000, che ha caratterizzato l’apoteosi della sua avventura laziale.

E proprio partendo dal suo passato nel calcio giocato Tare ha espresso un parere sull’attuale allenatore dell’Inter, per cui ha riservato un paragone di tutto rispetto: quello con Pep Guardiola. Di seguito, riveliamo le parole dell’ex DS della Lazio.

TARE SU INZAGHI: LE SUE DICHIARAZIONI

GUARDIOLA E INZAGHI –Già da giocatore si intravedeva qualcosa di speciale, lo stesso si poteva asserire su Guardiola: avevano qualcosa in più. Simone inganna apparentemente: è sempre solare, ma, in realtà, è molto profondo e cura ogni piccolo particolare. Lui parte dal primo minuto della mattina e arriva fino all’ultimo della sera, curando tutto in modo maniacale. Ha qualcosa in più rispetto agli altri nell’instaurare un rapporto con la squadra e a livello individuale”

Continua a leggere

Calcio Internazionale

ESCLUSIVA – Cannavaro può tornare ad allenare: c’è la chiamata, trattativa intavolata

Pubblicato

:

Cannavaro

Fabio Cannavaro può concretamente tornare ad allenare una squadra di calcio, ma questa volta si tratterebbe di una nazionale. Dopo l’ultima esperienza a Benevento, il campione del mondo 2006 ha ricevuto la chiamata della Corea del Sud, la cui selezione ha da poco esonerato Jurgen Klinsmann. La squadra di Heung-Min Son e Kim Min-Jae (che ha vinto lo scudetto col Napoli) viene dalla sconfitta in semifinale in Coppa d’Asia per mano della Giordania ed è pronta al grande cambiamento in vista delle qualificazioni mondiali per il 2026.

Secondo quanto appreso dalla nostra redazione, Cannavaro sta prendendo in considerazione la proposta della nazionale asiatica e sarebbe pronto a chiamare con sé i collaboratori che tanto lo hanno aiutato nelle precedenti esperienze in Cina, tra cui Francesco Troise, assistente tecnico, e Franco Cotugno, preparatore dei portieri.

Per quanto concerne le tempistiche, la trattativa è ancora agli albori. Il Pallone d’oro 2006 dovrà conciliare i suoi pensieri futuri con il ruolo di testimonial della Nazionale azzurra durante le due amichevoli in USA di marzo. Anche per questo possiamo confermare che Cannavaro non siederà già sulla panchina della Corea del Sud per le due partite di qualificazione ai Mondiali 2026 del 21 e 26 marzo contro la Thailandia.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] – Bruttissimo fallo di IShowSpeed sull’ex Milan Kakà

Pubblicato

:

Kakà

Scene da rimanere attoniti in arrivo dal Qatar, con protagonista in negativo IShowSpeed. Lo streamer americano ha preso parte a una partita di beneficienza insieme a tanti campioni e personaggi illustri del mondo del web. L’evento ha preso il nome di “Match for Hope“, il cui obiettivo è quello di raccogliere fondi per bambini che non hanno accesso a scuole e all’educazione. Tra i calciatori che hanno preso parte alla partita troviamo due vincitori della Coppa del Mondo come Roberto Carlos e David Villa, le leggende del Chelsea Hazard e Drogba, e per chiudere, il Pallone d’Oro del 2007 Ricardo Kakà.

ISHOWSPEED ENTRA MALISSIMO SU KAKA – IL VIDEO DEL TACKLE

Minuto 27 del primo tempo, la palla rotola tra i piedi di Kakà, che la porta avanti molto lentamente verso la trequarti avversaria. IShowSpeed prende la rincorsa dalla metà del cerchio di centrocampo opposta rispetto quella da dove era passata la palla qualche istante prima, raggiugendo velocemente la posizione dell’ex 22 del Milan. A quel punto lo streamer si esibisce in una scivolata completamente sulla gamba di Kakà, che carambola a terra per fortuna senza conseguenze.

Divenuto famoso per la sua ossessione per Cristiano Ronaldo, IShowSpeed ha disputato la partita con la 7, il numero della leggenda portoghese. Certo che il gesto molto poco apprezzabile non ha reso onore al suo idolo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Benzema si lega all’Al Ittihad: “Io in Europa? Tanti bugiardi”

Pubblicato

:

Benzema

Benzema ha giocato la seconda partita ufficiale con la maglia dell’Al Ittihad nel 2024. Il centravanti francese non ha di certo reso indimenticabile il suo match, realizzando al 25′ l’autogol che aveva portato in vantaggio gli avversari. Alla fine i suoi compagni di squadra sono riusciti a ribaltarla, portando il punteggio sul 2-1 finale, che considerando anche lo 0-0 dell’andata, ha permesso all’Al Ittihad di passare il turno.

La partita in questione era infatti il ritorno degli ottavi della Champions League asiatica, disputati dagli arabi contro gli uzbeki del Navbahor Namangan. Decisiva la rete di Hamdallah al tramonto del primo tempo, e il secondo autogol di giornata, quello di Tabatadze.

BENZEMA TORNA IN CAMPO CON L’AL ITTIHAD – LE PAROLE DELL’EX PALLONE D’ORO

Che bisognasse riequilibrare i rapporti tra Benzema e l’Al Ittihad era chiaro. Dopo il lungo periodo che lo ha tenuto lontano dai compagni, facendo venire a galla anche una sua presunta sparizione, l’ex Real Madrid ha speso parole per chiarire quale sarà il suo futuro. Benzema ha anche parlato del rapporto con Gallardo, che secondo i media era uno dei responsabili del malessere del francese verso l’Al Ittihad e l’Arabia.

Di seguito le sue parole.

SUL RITORNO IN EUROPA –Sono tornato e ora sto meglio. La storia della mia partenza non è vera e sono felice in Arabia Saudita. Non ho problemi con Gallardo, tutti quelli che dicono che voglio tornare in Europa sono bugiardi. Sono molto felice ad Al Ittihad. Da parte mia non ho problemi con nessuno. Chiedete all’allenatore della mia assenza, io ero pronto per lo stage a Dubai“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969