Connect with us

Calcio Internazionale

Chi è Gianluca Prestianni, il sedicenne nel mirino del Real Madrid

Pubblicato

:

Chi è Gianluca Prestianni

CHI È GIANLUCA PRESTIANNI – L’Argentina è da sempre culla di grandi talenti, ma d’altronde “gli inglesi hanno inventato le regole del calcio, gli argentini l’amore per il calcio” . L’ultimo in ordine cronologico è il classe 2006 Gianluca Prestianni, fantasista del Velez. Ala sinistra per poter sfruttare il suo destro, all’occorrenza può giocare anche sull’altra fascia o partire più centrale. Su di lui ha già messo gli occhi il Real Madrid, che da tempo ha cambiato le proprie strategie di mercato. Meno nomi altisonanti, più ragazzi giovani da crescere, ma dall’avvenire assicurato: Vinicius JR e Rodrygo sono due esempi.

Nato il 31 gennaio 2006 a Ciuadela, Gianluca Prestianni ha evidentemente delle origini italiane, ma dispone solo del passaporto argentino. Inizia a muovere i primi passi nelle squadre locali, per poi passare al Velez. Dotato di un dribbling ubriacante, abbinato ad una notevole esplosività, l’ala di 166 centimetri ha dato sin da subito l’impressione di essere più bravo rispetto ai ragazzi della sua età, tanto da essere aggregato ben presto alla squadra delle riserve del club argentino, nel settembre del 2021. Così ne ha parlato a Olè Guillermo Morigi, coordinatore del settore giovanile del Velez: “Nel caso di Gianluca abbiamo visto che era già fisicamente pronto per giocare con le riserve e, visto che stava facendo così bene, ci era sembrata un’idea interessante. Ha continuato a giocare ad alti livelli, anche se ovviamente ha ancora molto da imparare”. 

Lo scorso maggio Prestianni ha messo piede in campo per la prima volta in prima squadra, in Copa Libertadores contro l’Estudiantes, divertando il più giovane esordiente della storia del Velez, a sedici anni e tre mesi. Un predestinato. In totale con la maglia del Velez sono sei le presenze, con ancora zero gol all’attivo. Due reti in cinque presenze invece con la maglia dell’Argentina under 17.

A fronte di una tecnica incredibile, soprattutto se paragonata ai suoi coetanei, è il comportamento in campo il fattore che Prestianni deve più migliorare. In particolare il riferimento è ad un episodio con la maglia della nazionale argentina: dopo la finale persa del prestigioso Torneo di Montaigu in Francia contro il Brasile di Endrick, c’è stata un’accesa discussione sfociata poi in rissa con Prestianni protagonista.

In Argentina gli hanno assegnato un soprannome niente male, Pulga, come un certo Lionel Messi, a cui è stato paragonato. Anche se trovare l’erede del giocatore del PSG sarà un’ardua impresa, Prestianni ha tutte le caratteristiche per poterci avvicinare il pù possibile. Le somiglianze ci sono tutte e anche le qualità. Gianluca Prestianni, un sedicienne da Diez (e lode).

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Polonia e Messico potrebbero giocarsi il passaggio del turno per… le ammonizioni

Pubblicato

:

Arabia Saudita

In un Mondiale dalle mille stranezze e particolarità come quello di Qatar 2022, non poteva mancare che anche un verdetto importante come quello di un passaggio di turno potesse decidersi per un criterio decisamente singolare.

Il girone in questione è quello dell’Argentina di Messi, nel quale è ancora tutto aperto tra albiceleste, Polonia, Messico e Arabia Saudita. Tutte le squadre sono ancora in corsa per la qualificazione agli ottavi di finale, con il prossimo turno che vedrà Argentina-Polonia e Messico-Arabia Saudita.

Giuseppe Pastore su Twitter ha riportato che se sia Argentina che Messico dovessero vincere per 2-0, la classifica vedrebbe le nazionali di Lewandowski e di Lozano appaiate al secondo posto dietro la Seleccion. Sarebbero in pari anche tutti i criteri che vanno a decidere chi passa in caso di punteggio pari, dunque differenza reti, gol segnati, gol subiti e così via. Per decidere chi rimarrà in Qatar e chi dovrà fare le valige e tornare a casa, interverebbe la somma di ammonizioni.

Proprio così: i messicani hanno subito due ammonizioni in più della Polonia (6-4), che costerebbero alla nazionale del Tata Martino gli ottavi di finale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Frey: “Mbappé farà un grande mondiale, anche grazie all’assenza di Benzema”

Pubblicato

:

Mbappe

Sebastian Frey ha le idee chiare su che Mondiale si aspetta da Kylian Mbappé. Il fuoriclasse del PSG ha già segnato tre reti nella competizione, prendendosi già la scena più di Messi e di Cristiano Ronaldo. Intervenuto a KickOff, trasmissione live su Twitch, l’ex portiere della Fiorentina ha fornito un’analisi interessante sul motivo per cui il numero diez francese stia rendendo a livelli così alti:

Credo che l’assenza di Benzema possa avergli giovato, perché Benzema ha un peso ed un valore che attrae attenzioni e palloni verso di lui. Ora che lui non c’è, Mbappé si può prendere sulle spalle la Francia e paradossalmente si sente più libero, perché la stella indiscussa è lui e non deve dividersi questo ruolo con nessuno. La concorrenza con il numero 9 del Real poteva creargli qualche pensiero in più“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Perisic scuote la Croazia: “Dobbiamo fare meglio”

Pubblicato

:

Ivan Perisic prova a caricarsi sulle spalle la Croazia. La prima uscita della nazionale biancorossa ha lasciato con l’amaro in bocca chi si aspettava una prestazione di qualità da parte di Modric e compagni. Invece contro il Marocco, sono stati Hakimi, Ziyech e compagni a prendersi gli applausi, costringendo la Croazia a una partita di rimessa.

Alla vigilia del match decisivo per il percorso della Croazia nel Mondiale contro il Canada, Perisic ha parlato chiaramente in conferenza stampa, rispondendo anche a chi gli ha chiesto le sue intenzioni per il futuro:

Dobbiamo dimostrare molto di più nella seconda e terza partita. In difesa siamo stati bravi contro il Marocco, ma in attacco non siamo stati i soliti e ci abbiamo lavorato su. Penso che vedrete una Croazia diversa, vera. Abbiamo altre due occasioni e basta. Ogni giocatore deve dare di più, dobbiamo fare il nostro gioco e attaccare. Futuro? Il focus è sulla seconda partita, dopodiché andremo partita per partita, anno per anno, e vedremo. Il mio obiettivo è giocare il più a lungo possibile, ci lavoro ogni giorno“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Kjaer non entra contro la Francia, il ct danese spiega il motivo

Pubblicato

:

Kjaer

Nella sconfitta contro la Francia che ora mette la Danimarca ad un bivio da dentro o fuori nell’ultima partita del girone, Simon Kjaer non è sceso in campo nemmeno per un minuto. La sua esperienza e la sua leadership sarebbero state fondamentali per una partita dal peso specifico cme quella contro i Campioni del Mondo in carica, ma per un problema fisico il numero 24 del Milan è stato costretto a rimanere seduto in panchina.

Anzi, le parole del ct dei danesi Kasper Hjulmand non rassicurano in vista della partita contro l’Australia. Queste le sue parole nel post partita:

Eravamo a conoscenza del fatto che non poteva scendere in campo e non sappiamo se potrà farlo mercoledì contro l’Australia. Sente ancora un fastidio, l’ultimo test effettuato ieri ci ha dato conferma di questo. Victor Nelson, comunque, ha fatto un ottimo lavoro”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969