Dove trovarci

Chi è Giorgi Chakvetadze: un Kaká in progressione

Se per puro caso vi doveste trovare davanti alla televisione a guardare una gara di Jupiler-Pro League e, ironia della sorte, vi capitaste a tiro una partita del Kaa Gent, non fate facce buffe nel vedere in mezzo al campo un ragazzino.

Un metro e ottantatré ma quella faccia da sbarazzino. Il biondino georgiano in questione è Giorgi Chakvetadze ed è pronto a fare il grande salto.

NUMERI

Appena diciannovenne, Chakvetadze è un classe ’99 che nonostante la giovane età ha già ottenuto la titolarità di una delle compagini più forti del campionato belga.

Trequartista puro, ma che può anche esser impiegato come ala sinistra o – all’occorrenza – mezzala.

Prelevato un anno fa dalla Dinamo Tbilisi, il Gent lo ha lanciato immediatamente fra il novero dei calciatori più forti della rosa.

A sedici anni in Georgia aveva già collezionato quasi 1700 minuti da titolare. Non è un caso che il milione e mezzo speso dalla squadra belga coincida con una delle cessioni più remunerative della squadra georgiana.

In questa stagione sono venti le presenze fatte, condite da quattro reti e tre assist in campionato, mentre un gol e la bellezza di cinque assist in coppa di lega.

NAZIONALE

Chakvetadze, intanto, si è già fatto largo in nazionale, dove ha chiesto e ottenuto la maglia numero dieci nonostante la tenera età. Maglia che sta onorando grazie alle cinque reti all’attivo nelle sette gare disputate.

Non parliamo, in ogni caso, di un calciatore prolifico, che predilige la via del gol. Piuttosto si parla di un ragazzo perfettamente calzante nel 4-2-3-1.

I suoi numeri parlano chiaro: nell’83% dei casi i suoi passaggi arrivano a destinazione e questo dato lo rende un calciatore completamente al servizio degli attaccanti. Un perfetto assist-man, capace di mandare in rete i compagni con uno-due tocchi.

DIEZ

Chakvetadze è a tutti gli effetti un Dièz. Un dieci. Di piede destro, ha come arma fra le più presenti nel suo arsenale la fantasia pura. Quella che per anni ha contraddistinto qualunque Dièz.

Partendo spesso anche dal basso è molto abile in progressione.

Caparbio in dribbling, riduce sempre al minimo il margine d’errore puntando l’uomo solo quando è doveroso farlo e non imputandosi troppo col pallone al piede.

Buona visione di gioco, preferisce però spesso allargarsi sulla fascia, portandosi la sfera sull’esterno.

KAKA’

Il paragone, vedendolo giocare, viene spontaneo per la progressione. È un accostamento piuttosto pesante da digerire per un giocatore che sta ancora cercando di emergere, ma ad onor del vero il fenomeno brasiliano ha qualità opposte nel passaggio e nel tiro, ma molto simili in progressione.

Guardare il trequartista georgiano uscire palla al piede è quasi un piacere per gli occhi: elegante e sicuro, riesce a far ripartire la propria squadra allo stesso modo in cui ci riusciva il 22 milanista.

Differenza importante, però, è come i due trattano la sfera: Chakvetadze, come detto anche in precedenza, si porta il pallone sull’esterno e fa partite l’azione da lì. Kaka, invece, la differenza la marcava per vie centrali, avvicinandosi all’area di rigore avversaria passando direttamente dal centrocampo dei rivali.

GRANDE SALTO

Dopo le recenti prestazioni, moltissime big europee si sono affacciate al campionato belga per chiedere informazioni sul giovane. Visionato da più compagini, il ragazzo non è probabilmente ancora pronto a prendersi una maglia da titolare in uno dei top club.

L’utilizzo che ne fa del fisico è ancora troppo scarso rispetto a ciò che viene effettivamente chiesto in alcuni contesti, inoltre deve ancora accumulare esperienza che lo renda capace di fare sempre la cosa giusta al momento giusto.

E allora? E’ arrivato, però, il momento – questo sì – di approdare in uno dei top cinque campionati al mondo.

Che sia dalla porta centrale o da qualche ingresso secondario, ma deve farlo ora prima che sia troppo tardi per la sua crescita.

Chi lo prende, adesso, potrebbe fare l’affare. Siete pronti a sentirne parlare ancora?

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in La nostra prima pagina