Connect with us

Flash News

Chi è Lukas Vorlicky, il cristallo di Boemia di casa Atalanta

Pubblicato

:

Chi è Lukas Vorlicky

CHI È LUKAS VORLICKY – Da sempre il settore giovanile Atalanta è capace di fare grande lavoro di scouting e creazione giovani, la casa dei giovani talenti italiani ma soprattutto esteri. Lukas Vorlicky, direttamente dalla Repubblica Ceca è uno dei migliori talenti passati dalla casa giovanile di Zingonia, tanto talentuoso quanto sfortunato. Andiamo a scoprire nel dettaglio il ragazzo, per molti il nuovo Josip Ilicic.

LA CARRIERA

Nome poco noto al grande pubblico, ma ben conosciuto agli addetti ai lavori: cinque anni fa era considerato uno dei più grandi prospetti del calcio continentale, un predestinato. E infatti l’Atalanta lo aveva acquistato appena 15enne dalla Zbrojovka Brno. Due anni nelle giovanili, poi nel 2019 il grande salto appena 17enne in Primavera per prendere il posto di Dejan Kulusevski, il gioiello svedese oggi al Tottenham Hotspur di Conte.

DRIBLLARE ANCHE IL DESTINO

Vorlicky, impiegato anche nelle prime amichevoli estive, doveva essere il nuovo baby fenomeno del settore giovanile e aveva già un posto prenotato in prima squadra insieme all’altro talento Amad Diallo, oggi anche lui in Premier League. Invece una serie di infortuni ripetuti lo hanno tolto letteralmente dal campo: in tre anni con la Primavera atalantina appena 15 presenze e 5 gol. Sparito dai radar del calcio che conta. L’Atalanta però non ha smesso di credere in questo ragazzo ceco del 2002 che alla prima opportunità con la prima squadra si è fatto vedere subito con una doppietta.

LE CARATTARESTICHE

Attaccante imponente e importante, può agire da centro boa vecchio stile ma allo stesso tempo non disdegna mettere in mostra la sua tecnica. Ricorda a tratti Josip Ilicicimprevedibile soprattutto quando prova ad andare a giocare con il piede debole, decisamente spiccato ed educato. Tiro potente, fa di lui anche un ottimo tiratore.

Difficile immaginarlo a breve in prima squadra, forse sarà più facile da dopo la sosta per i Mondiali: a gennaio compie 21 anni, è ancora giovane, il futuro è dalla sua, il talento non si discute. E i tifosi atalantini, che lo definivano il nuovo Ilicic, sperano di poterlo vedere presto in serie A, anche se con qualche anno di ritardo rispetto alle previsioni giovanili.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Parte il raduno del Milan, Pioli sorride per i recuperi in attesa di Ibrahimovic

Pubblicato

:

Milan

Parte oggi il raduno del Milan, che si riunirà a Milanello per preparare la ripresa del campionato dopo la sosta per il Mondiale. Pioli ha di che essere contento, poiché rientreranno in gruppo alcuni giocatori cardine come Maignan, Calabria e Saelemaekers, che hanno saltato una parte importante di campionato per i vari infortuni.

Ma non solo: come fa sapere la Gazzetta dello Sport, la notizia che tiene tutti con il fiato sospeso è la data del rientro di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese infatti dovrebbe rientrare in gruppo e cominciare ad allenarsi tra poco più di una settimana, il 10 dicembre. Non comincerà a Milanello la sua preparazione, ma raggiungerà il suo Milan a Dubai.

Buone notizie per i rossoneri, che avranno bisogno di tutti gli effettivi e di un Ibrahimovic in più per continuare la rincorsa al Napoli e inseguire il sogno chiamato “seconda stella”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Zielinski sugli ottavi: “Atteggiamento da cambiare, contro Mbappé serve più coraggio”

Pubblicato

:

Napoli

La Polonia di Piotr Zielinski si è qualificata agli ottavi di finale del Mondiale, nel girone che li vedeva al fianco dell’Argentina di Messi. Proprio della partita contro l’albiceleste Zielinski ha criticato l’atteggiamento, che contro la Francia agli ottavi dovrà essere diverso. Troppo passivi i polacchi contro l’Argentina secondo il centrocampista del Napoli, che chiede di avere più personalità ai suoi compagni per una partita di protagonismo. Ecco le parole di Zielinski alla Gazzetta dello Sport:

Contro l’Argentina forse abbiamo patito il fatto di sfidare una delle favorite del Mondiale in una gara determinante per la qualificazione. Giocare contro Messi complica le cose perché lui è un genio, fa sembrare tutto semplice. Di sicuro non potremo affrontare la Francia con quest’atteggiamento: serviranno più carattere, più coraggio, più voglia di far male all’avversario che è fortissimo. Dietro a Mbappé sulla sinistra c’è Theo Hernandez: dobbiamo preparare molto bene la gara, magari cambiando il modulo rispetto alla partita con l’Argentina. La Francia è campione del mondo: può succedere di tutto, a patto che ognuno di noi abbia un rendimento migliore“.

Zielinski manda poi un messaggio di vicinanza al popolo di Ischia, per chiudere con una chiosa sul Napoli: “Nel club succede l’opposto di quanto spesso accade in nazionale, vale a dire che la palla la teniamo noi e creiamo tante opzioni di tiro. Voglio mandare anche io come Koulibaly un messaggio a Ischia: auguro a tutte le persone coinvolte di trovare la forza per reagire a quanto accaduto, quell’isola è un luogo meraviglioso. Lo Scudetto? Alla ripresa avremo partite difficili, ma possiamo scrivere la storia”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Lukaku ora pensa all’Inter: nessuna vacanza per il belga

Pubblicato

:

Lukaku

Dopo la pessima prestazione offerta ieri da parte di Lukaku, che ha portato all’uscita del Belgio contro la Croazia con molte occasioni sprecate da Romelu, il belga deve tornare nel mondo Inter. Per lui non ci sarà nessuna vacanza. è infatti atteso a Milano per la preparazione alla seconda parte di stagione.

IL RIENTRO DI LUKAKU

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, Lukaku tornerà immediatamente a Milano per allenarsi, non è il momento di fermarsi per il belga. Lukaku è reduce da un brutto infortunio e deve evitare pause che potrebbero rallentare il suo rientro in condizioni ottimali. Ieri Big Rom ha dimostrato la sua scarsa condizione, viste le cinque occasioni sprecate, tra le quali svetta l’ultima a porta sguarnita, dove si nota la scarsa reattività di un calciatore reduce da infortunio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Belgio, incidenti in strada causati dai festeggiamenti marocchini

Pubblicato

:

Marocco

Come è ormai noto, il Marocco ha battuto il Canada nell’ultimo turno del Gruppo F e si è qualificato come primo agli ottavi di finale di Qatar 2022. All’Al Thumama Stadium di Doha è terminata 2-1 per i nordafricani, grazie alle reti di Ziyech ed En-Nesyri. Con questo risultato la squadra di Regragui chiude a 7 punti in classifica, lasciandosi alle spalle Croazia e Belgio.

È risaputo che in Belgio ci sia una grande percentuale di marocchini, causa emigrazione. E ieri, dopo la la vittoria contro il Canada non hanno potuto fare a meno di scendere a festeggiare per le strade, in particolare quelle di Bruxelles. Come riporta Michele Criscitiello di Sportitalia, nel centro cittadino della capitale belga, sono stati segnalati alcuni piccoli incidenti causati da diverse centinaia di tifosi marocchini che si sono radunati dopo la vittoria contro il Canada.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969