Connect with us
"Chiesa non è un simulatore!"

Flash News

“Chiesa non è un simulatore!”

Pubblicato

:

Che gli animi nel postpartita tra Fiorentina e Napoli fossero caldi è cosa abbastanza nota. Le decisioni particolarmente discutibili dell’arbitro Massa e gli interventi mancati del VAR hanno lasciato rabbia e livore dentro l’ambiente Fiorentina, che nella figura di Pradé ha deciso di non commentare gli accaduti, mentre il mister Montella ha fatto decisamente più fatica nel contenersi.

“Si può discutere fino all’infinito ma certe cose non si riescono a capire. Perché dobbiamo complicarci la vita? A fine primo tempo c’è un episodio di simulazione, ma perché non vanno a vederlo? Non voglio sentire mai più nessuno dire che Chiesa è un simulatore. Non lo è, ora basta. Lo dico a tutti gli addetti ai lavori”.

Il richiamo a difesa del talento viola nasce da una dichiarazione risalente ad un anno fa, quando dopo un discusso rigore a favore della Fiorentina, il tecnico dell’Atalanta – squadra che fu penalizzata dall’episodio – Gasperini dichiarò in conferenza stampa che, secondo lui, Federico Chiesa avesse questo brutto vizio delle simulazioni. Dopo aver confermato la sua idea anche nei mesi successivi, ci sono stati altri pareri comuni a quello di Gasperini. Da oggi Montella non ne vuole più sapere. 

Altra curiosità filtrata dalla stampa fiorentina (Firenze Viola), oltre al rigore concesso su “tuffo” di Mertens e la mancata consultazione del VAR sulla trattenuta di Hysaj ai danni di Ribéry sul finale di partita, c’è stato (pare) un altro episodio: verso la fine del primo tempo, c’è stato uno screzio tra Sottil e Koulibaly, nel quale il senegalese ha rubato palla al giovane viola, che nel tentativo di recuperare palla ha scalciato il centrale azzurro. Secondo il sito sopracitato, pare che Sottil abbia ricevuto uno sputo, motivo per il quale ha poi reagito. Caso da prova TV o semplice esagerazione?

Fonte: profilo Instagram @coachmontellaofficial

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Marino elogia due suoi giocatori dell’Udinese: “Beto e Samardzic li vedo al Napoli”

Pubblicato

:

Samardzic

Il direttore dell’area tecnica dell’Udinese Pierpaolo Marino ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Kiss Kiss Napoli riguardanti due dei suoi calciatori, ovvero Beto e Samardzic. Secondo quanto dichiarato da Marino, l’evoluzione della carriera dei due giocatori bianconeri potrebbe essere in Serie A, anche se sarebbe arrivato l’interessamento di squadre estere. Di seguito il suo pensiero sui talenti dell’Udinese:

BETO E SAMARDZIC – “Beto Samardzic sono giocatori di grande prospettiva che starebbero bene in una squadra come il Napoli, ma hanno anche estimatori in altre parte del mondo“.

L’EREDE DI OSIMHEN – “Beto potrebbe essere benissimo l’erede di Osimhen, poi è anche giovane e può crescere. Sicuramente rientrerebbe nei modelli di acquisti che ha fatto Giuntoli quest’estate“.

Continua a leggere

Calciomercato

La cessione di Zaniolo porta soldi anche all’Inter: la cifra che spetta ai nerazzurri

Pubblicato

:

Zaniolo-Roma

Il tormentone che ha tenuto banco tra i tifosi della Roma nelle ultime settimane è quello riguardante la cessione di Nicolò Zaniolo, ma a beneficiarne non saranno solo i giallorossi, bensì anche l’Inter. Infatti nel momento in cui è stato acquistato dalla Roma proprio dai nerazzurri, nel contratto è stata inserita una clausola che riconosce il 15% del costo del trasferimento alla sua ex squadra, l’Inter appunto.

La Repubblica chiarisce le cifre: 16 milioni di base fissa, che con i bonus potrebbero arrivare a 20/22. Di quei 16 milioni, 2,4 andranno nelle casse dell’Inter, consentendo alla Roma di guadagnare ancora meno di quanto sperasse, ma i Friedkin, sempre stando a La Repubblica, non potevano più tollerare i comportamenti dell’ex Entella, tanto da costringerli a liberarsene a condizioni sfavorevoli.

Continua a leggere

Calciomercato

De Laurentiis coccola il suo Napoli: “Non venderò nessuno, non abbiamo debiti”

Pubblicato

:

Napoli

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha rilasciato un’intervista a SportBild, mettendo in chiaro che da Napoli non si muoverà nessuno. Il sogno Scudetto si avvicina sempre più, e ovviamente le attenzioni dei grandi club si sono orientate verso gli azzurri, che stanno intraprendendo un campionato straordinario ipotizzando di strappare qualche gioiello a De Laurentiis. Di seguito le sue parole, riportate da Fabrizio Romano:

OSIMHEN -“Posso dire che Osimhen non è in vendita“, il lapidario ma deciso commento sul nigeriano.

LE RICHIESTE PER I SUOI CALCIATORI – “I nostri giocatori sono richiesti, ma non devo vendere nessuno, non abbiamo debiti“.

Continua a leggere

Calciomercato

Petagna può portare oltre 10 milioni al Napoli: la clausola con il Monza

Pubblicato

:

Il Napoli vola in campionato e viaggia sempre più spedito verso lo Scudetto, ma il buon lavoro svolto nella costruzione della squadra affidata a Spalletti non si limita solo al campo, bensì anche alle scelte di mercato. In un periodo storico nel quale le squadre italiane sono limitate fianziariamente per rinforzarsi, dando vita a sessioni di calciomercato deprimenti come quella conclusa una settimana fa, vince chi riesce ad ottenere il massimo da ogni movimento.

Il Napoli si sarebbe infatti quasi assicurato un tesoretto per la prossima estate, poiché come riporta la Gazzetta dello Sport, dalla permanenza in Serie A del Monza possono arrivare 10,5 milioni di euro per il riscatto obbligatorio di Petagna. E con i brianzoli sopra di 12 punti rispetto alle posizioni bollenti della classifica, le preoccupazioni dovrebbero essere ridotte al minimo.

Inoltre, nel contratto sarebbe previsto un ulteriore bonus legato all’attaccante: se il Monza dovesse rimanere in A anche nelle stagioni 2023-24 e 2024-25, arriverebbe nelle casse del Napoli un ulteriore milione a stagione.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969