Connect with us

Calcio Internazionale

Christian Pulisic, la certezza a stelle e strisce del Chelsea

Pubblicato

:

Christian Pulisic

Nella qualificazione ai quarti di finale di Champions League, da parte del Chelsea campione d’Europa in carica, c’è l’enorme zampino di Christian Pulisic.

Tra acquisti faraonici e giovani in rampa di lancio, in arrivo dall’academy. Christian Pulisic rappresenta punto fermo per i blues, che non stanno attraversando una situazione societaria propriamente idilliaca.

Con due gol in due partite -uno all’andata e uno al ritorno- Pulisic regola la pratica Lille, permettendo ai leoni di Londra di approdare tra le migliori 8 squadre in Europa.

L’EREDE DI EDEN

Nella prima decade del terzo millennio, il Chelsea si riconduce soprattutto a un nome e un volto. Dopo l’addio di Drogba e il lento, ma inesorabile, tramonto dei “senatori”, tocca ad Eden Hazard prendere per mano la squadra di Stamford Bridge.

Arrivato dal Lille nel 2012, per 35 milioni di euro e come premio per la vittoria della prima Champions League della storia del club londinese, Hazard sceglie la maglia numero 17. Ma, dalle parti di Londra, tutti sanno che si tratta solo di una scelta momentanea. Solo 12 mesi dopo, il belga cambia numero di maglia, mettendosi sulle spalle quello più importante e pesante della storia del calcio: il 10.

Dopo sette stagioni in cui Hazard rispetta le aspettative, diventando il simbolo di un Chelsea che cambia allenatori (ben sei in sette stagioni), ma mai il suo numero 10, le strade tra il folletto belga e gli inglesi si dividono.

La sua numero 10, però, non rimane incustodita. Per una strana coincidenza, sarà Willian ad indossarla per una stagione, liberando la 22. Ma è chiaro che quel numero 10 sia destinato a un astro nascente in grado di diventare il nuovo simbolo del Chelsea.

Quell’astro nascente risponde al nome di Christian Pulisic.

THE STARS AND STRIPES

Il Chelsea decide di investire con forza sul fantasista. Lo dimostrano i 64 milioni di euro, spesi nel gennaio 2019 per acquistarlo dal Borussia Dortmund.

Christian Pulisic, dal canto suo, dimostra di non fare nulla per caso. Dopo una sola stagione di ambientamento, trascina il Chelsea in finale di Champions League, mettendo a referto due gol e due assist nelle 10 partite, disputate nella principale competizione europea. Colui che passa alla storia come il primo giocatore statunitense a giocare una finale di Champions League, diventa anche il primo e unico giocatore “a stelle e strisce” ad alzare il massimo trofeo continentale per club.

Nelle 104 partite giocate, inoltre, può già vantare un numero di reti siglate maggiore, rispetto all’epopea con il Borussia Dortmund. Ai 19 gol in 127 gettoni con i gialloneri, ne corrispondono 23 con i blues.

Dotato di una grande duttilità tattica, Christian Pulisic è una spalla perfetta per le punte. Ala destra nel tridente, è in grado di sfruttare al meglio le sue grandi abilità da playmaker avanzato, di dribbling e di assistman. Tuttavia, è come ala sinistra che si è dimostrato maggiormente prolifico. Specialmente quando rientra sul destro per cercare la porta. Talvolta, si è dimostrato efficace, giocando come trequartista o prima punta.

DUE SU QUATTRO

Non è iniziata benissimo la prima Champions League da campione in carica, di Christian Pulisic. Un infortunio lo ha tenuto fuori dai giochi nelle prime tre gare della fase a gironi.

Ma nelle altre cinque partite giocate, lo statunitense è stato sempre utilizzato da Thomas Tuchel. La prima rete stagionale, nella competizione, è arrivata nell’andata degli ottavi di finale, contro il Lille.

La seconda non si è fatta attendendere ed è arrivarta nel match di ritorno. Una rete pesantissima, perchè arrivata al terzo minuto di recupero, della prima frazione. Ma soprattutto, perchè ha spento sul nascere le speranze del Lille. I francesi sono andati in vantaggio al minuto 38 su calcio di rigore, con Yilmaz. Con un secondo tempo tutto da giocare e la prospettiva di pareggiare il 2-0 dell’andata, il Lille pensava già alla seconda frazione. Ma il 10 blues, con una rasoiata di destro sul secondo palo, a pochi secondi dal duplice fischio, ha rimesso tutto in equilibrio.

Nella ripresa la rete di capitan Azpilicueta ha messo definitvamente in ghiaccio il match. Ma, inevitabilmente, delle quattro reti siglate dal Chelsea, in questa sfida, le due di Pulisic sono state quelle più importanti.

All’andata ha segnato al rete del 2-0, mettendo ulteriormente in discesa la gara di ritorno. E al ritorno ha spezzato le gambe ai “mastini“.

SICUREZZA

In un periodo storico in cui, anche in virtù di vicende extra-calcistiche, il Chelsea non sta vivendo uno dei migliori periodi della sua storia, Christian Pulisic rappresenta la certezza per il club inglese.

Con un contratto in scadenza nel 2024 ed il blocco del mercato, il giocatore made in U.S.A. rappresenterà il Chelsea ancora per almeno due stagioni. Oltre a questo, garantisce qualità, leadership e gol, in maniera diretta o indiretta, agli uomini di Tuchel.

Le sue origini transatlantiche, inoltre, hanno permesso un rapidissimo adattamento nella cultura inglese, ma sono anche un punto di raccordo tra il Regno Unito e gli Stati Uniti. Sia dal punto di vista sociale, che dal punto di vista economico.

Pulisic ha su di sè gli occhi di tutta Europa. Ma per ora, e per il prossimo futuro, il suo nome e quello del Chelsea coincideranno. E con la maglia blue indosso, la stellina a stelle e strisce può togliersi ancora molte soddisfazioni.

Specialmente in una Champions League da difendere strenuamente, in qualità di campioni in carica.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Salihamidzic su Musiala: “Parleremo del suo futuro al Bayern dopo il Mondiale”

Pubblicato

:

Calciomercato 2022

Uno dei gioielli più luccicanti del panorama europeo è certamente Jamal Musiala, centrocampista del Bayern Monaco e della nazionale tedesca. Il talento di Stoccarda, nonostante la precoce eliminazione della Germania, ha impressionato con le sue giocate al Mondiale, tanto da meritarsi una sempre più probabile conferma col club bavarese.

A tal proposito, il direttore sportivo del Bayern Hasan Salihamidzic ha confermato, in un’intervista alla Bild, la volontà di trattenere il classe 2003:

Abbiamo detto alla madre di Jamal e alla sua dirigenza che siamo molto contenti di Jamal. Vogliamo sederci con loro dopo la Coppa del Mondo per parlare dell’ulteriore futuro di Musiala al Bayern“.

Parole importanti e decise da parte del dirigente bosniaco che lasciano intendere l’estrema fiducia nei mezzi e nelle potenzialità del prodotto di Lehnerz.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Eden Hazard si ritira dalla Nazionale belga: l’annuncio

Pubblicato

:

hazard

Eden Hazard, il capitano del Belgio, ha annunciato il suo ritiro dalla Nazionale. Il flop dei Mondiali in Qatar l’ha spinto a lasciare i Diavoli Rossi, queste le sue parole scritte su Instagram.

“Oggi si volta pagina… Grazie per il vostro affetto. Grazie per il vostro impareggiabile sostegno. Grazie per tutta questa felicità condivisa dal 2008. Ho deciso di porre fine alla mia carriera internazionale. La nuova generazione è pronta. Mi mancherai”. 

Eden Hazard con la nazionale ha giocato 126 partite, collezionando 33 reti. La federazione belga l’ha ringraziato con un post sui social: “Grazie. I migliori auguri, capitano”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Cristiano Ronaldo aspetta l’Europa, vuole ancora giocare la Champions

Pubblicato

:

Portogallo

Cristiano Ronaldo è in attesa di scoprire cosa gli riserverà il futuro. Secondo Nicolò Schira, prima di accettare la ricca offerta dell’Al Nassr, CR7 preferisce aspettare un’offerta da parte dei club europei che giocano la Champions League.

Proprio per accontentare le richieste del suo cliente, Jorge Mendes, è al lavoro per trovare una sistemazione europea all’ormai ex giocare del Manchester United. Mentre il suo agente cerca soluzioni per il suo futuro, Cristiano Ronaldo rimane in Qatar con il suo Portogallo. Ieri sera, dopo la vittoria della sua Nazionale contro la Svizzera, uscendo dallo stadio si è esposto sul suo futuro con poche parole ma efficaci: “Accordo con l’Al Nassr? No, non è vero“, queste le dichiarazioni riportate da Record. CR7 sta aspettando l’Europa.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

“Paura Juve” – La Rassegna del Diez

Pubblicato

:

Rassegna

La rassegna stampa è senza alcun dubbio il miglior modo per iniziare la giornata. Ecco quindi le prime pagine dei principali quotidiani sportivi nazionali e internazionali per la giornata di oggi.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

TUTTOSPORT

CORRIERE DELLO SPORT

 

MARCA

 

 

 

L’EQUIPE

MIRROR SPORT

L’ESPORTIU

 

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969