Connect with us

Calcio femminile

Cinque cose da tener d’occhio nell’ottava giornata di Serie A femminile

Pubblicato

:

Domani, alle 12:30 con Sassuolo-Inter, si darà il via ad una nuova giornata di Serie A femminile. Una giornata di conferme, in cui quasi tutte le big disputeranno match agevoli, eccezion fatta per Fiorentina e Juventus che si sfidano reciprocamente. La Juventus, nell’incontro, parte leggermente favorita, anche se la Fiorentina avrà di certo un grande spirito di rivalsa a seguito della sconfitta in Supercoppa per 2-0 proprio contro le bianconere. Importanti gli scontri anche per quanto concerne la zona salvezza, con l’Orobica chiamata al difficile impegno contro l’Hellas Verona ed il Tavagnacco ospite della Roma di Betty Bavagnoli.

Noi della redazione vi sottolineiamo cinque cose da non perdervi, per vivere al meglio anche il massimo campionato femminile.

GUARINO VS CINCOTTA

Innegabilmente il big match di giornata, Juventus-Fiorentina, conserva al suo interno particolari rivalità che alimentano lo spirito agonistico della gara. Una delle più grandi sfide è di certo quella fra le due guide tecniche, Rita Guarino e Antonio Cincotta. Entrambi i mister ormai si trovano nel contesto femminile da svariate stagioni e si stanno sempre più confermando come due dei migliori tecnici italiani. Guarino, dopo due stagioni alla Juventus, propone un calcio marcatamente estetico, fatto di passaggi veloci e rapide verticalizzazioni a pescare gli inserimenti delle tre d’attacco. In questa stagione la società bianconera appare come una vera e proprio armata e tanto del merito passa assolutamente tramite le sapienti mani dell’allenatrice piemontese.

Fonte: profilo IG @ritaguarino11

Cincotta è invece un mister più attento alla fase difensiva. Estremamente tattico, raramente le sue ragazze si trovano in difficoltà territoriale. Non presenta inoltre quasi mai un modulo fisso, ma tende a rendere la propria squadra camaleontica, di modo che si adatti partita per partita alle fragilità della compagine avversaria. In queste stagioni alla guida della rosa toscana, Cincotta è riuscito a vincere un campionato, due Coppe Italia e una Supercoppa, bottino estremamente intrigante per una società che si è interfacciata nel mondo femminile solamente nel 2015.

CONTINUITÀ INTER

Dopo il difficile inizio di stagione, in cui la rosa nerazzurra ha collezionato due reboanti sconfitte contro Milan e Juventus e scialbi pareggi con Bari ed Hellas Verona, la formazione di Attilio Sorbi sembra aver trovato una propria quadra di gioco. Le ragazze provengono difatti da due convincenti vittorie per 2-0 ai danni di Orobica e Tavagnacco. Ambo le partite sono state giocate contro club asserragliati dentro la propria area di rigore. Non casualmente infatti la sfida con le bergamasche è stata sbloccata solamente al 53′ grazie al rigore di Regina Baresi.

Animated GIF

Rigore della Baresi contro l’Orobica. Fonte: canale YT Inter

La squadra in questa giornata incontrerà il Sassuolo di mister Piovani, team molto giovane che sta compiendo più o meno il medesimo campionato delle neroazzurre, totalizzando solamente un po’ meno. Anche la formazione emiliana, nelle ultime giornate è apparsa in forte crescita ed il match di sabato sarà un banco di prova molto intrigante per entrambe le società. Ad oggi parte leggermente favorita l’Inter, semplicemente per un maggior prestigio societario ed un miglior piazzamento in classifica. Tuttavia sottovalutare le neroverdi sarebbe totalmente sbagliato. La forza delle due squadre è equivalente e difficilmente si assisterà ad un dominio netto di una delle due formazioni.

BARATRO OROBICA

Desolazione più totale per la squadra bergamasca. L’Orobica, in questo campionato, si trova in ultima posizione a solamente un punto, ottenuto la prima giornata contro il Tavagnacco (ad oggi penultimo). La formazione della Marini pare un agglomerato di giovani elementi senza una reale idea di gioco. Inoltre il forte dilettantismo societario non ha permesso in estate alla dirigenza di rinforzare in maniera massiccia la prima squadra, formata da calciatrici provenienti dal vivaio e lanciate immediatamente in Serie A. È questo il caso, ad esempio, di Martina Zanoli e Marzia Visani, difensori titolari della squadra, che rispettivamente hanno 17 e 18 anni.

Una formazione di talento, ma ancora estremamente acerba. Sacrosanto investire su giovani profili, specialmente se italiani, ma il loro inserimento in prima squadra deve essere graduale, non subito così netto. In questa giornata la squadra, come detto nell’introduzione, andrà a far visita all’Hellas Verona. La compagine veneta non sta mostrando una grande continuità di risultati, trovandosi al terzultimo posto e quindi in piena zona retrocessione. Tuttavia la differenza tecnica con l’Orobica è sostanziale e guidati da una Benedetta Glionna in stato di grazia (di proprietà della Juventus ma in prestito all’Hellas), probabile che le ragazze di Renato Longega riescano ad ottenere il massimo bottino.

Fonte: profilo IG @orobicacalciobergamo

SORPRESA EMPOLI

Partita come una delle squadre maggiormente accreditate per una pronta retrocessione, l’Empoli si sta rivelando come una delle formazioni esteticamente più belle del campionato. Il tecnico Alessandro Pistolesi sta dando un nuovo volto alla rosa, facendole giocare un calcio veloce, agile e fortemente votato alla predominanza offensiva. Non un caso che la formazione toscana si trovi dunque in sesta posizione, solamente a due punti dalla Roma quarta. Dopo un filotto di tre vittorie contro Orobica, Tavagnacco e Verona, il club empolese è riuscito a strappare un pareggio a reti bianche alla più che organizzata Florentia San Gimignano.

Domani, alle 14:30, la sorpresa del campionato se la dovrà vedere con le ragazze del Pink Bari, società sempre ostica da affrontare che cerca di chiudersi dietro annullando tutti gli spazi offensivi alle avversarie. Se tuttavia le ragazze di Pistolesi continuassero a mostrare lo stesso livello di calcio ammirato sino ad oggi, resistere alle velleità offensive empolesi per il Bari non sarebbe compito agevole. Oltretutto l’Empoli, dopo questo impegno, dovrà affrontare sfide ardue, contro Fiorentina, Sassuolo e Milan. Tre incontri molto difficili, necessario dunque cercare di accumulare più punti possibili in questa giornata.

Fonte: profilo IG @empoliladies

RIVINCITA ROMA

La Roma in queste prime sette gare di campionato ha attestato una forte discontinuità di gioco, palesata dalla vittoria con la Fiorentina per 2-0 e, conseguentemente, dalla sconfitta per 2-1 con la Florentia. Una squadra altalenante, che seppur piena di talento saltuariamente si perde troppo nella propria bellezza. Il tecnico Elisabetta Bavagnoli, dalla scorsa stagione ormai, sta cercando di costruire un’autentica realtà in suolo capitolino e pian piano questo suo desiderio sta sempre più divenendo una realtà. Le giallorosse, ad oggi, possono senza dubbio confermarsi come la quarta forza del campionato.

Lo scorso weekend la formazione romana ha subito un’indecorosa sconfitta per 4-0 contro la Juventus. Il risultato, tuttavia, appare leggermente bugiardo. Le ragazze della Bavagnoli hanno mostrato qualcosa di interessante in campo, non riuscendo però mai ad arrivare sotto porta per cercare di impegnare Laura Giuliani. La Juventus ha inoltre trovato un gol fortuito su tiro-cross della Alves e una sontuosa realizzazione dal lungo raggio di Martina Rosucci. Incassare gol del genere, a livello mentale, è stato assai pesante per le capitoline che non sono più riuscite a rialzarsi e ad opporre una minima resistenza. In questa giornata la Roma ospita in casa il Tavagnacco. La vittoria per le giallorosse dovrebbe essere abbastanza agevole, con anche svariate reti di scarto.

Animated GIF

La splendida rete di Martina Rosucci. Fonte: canale YT “FIGC Calcio Femminile”

(Fonte immagine copertina: profilo IG @juventuswomen.fc)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio femminile

ESCLUSIVA – Martina Gelmetti: “Bisognerebbe vedere il calcio femminile in modo più libero”

Pubblicato

:

Gelmetti

Oggi, in esclusiva ai microfoni di Numero Diez, ha parlato Martina Gelmetti, attaccante del Bologna Women, squadra che attualmente si trova in testa al girone B del campionato Femminile di Serie C. Dopo una breve presentazione, l’intervista si è concentrata su alcuni interessanti aspetti del calcio femminile, realtà a cui, purtroppo, non viene ancora data la giusta importanza.

L’INTERVISTA

Martina, dove e quando è nata la tua passione per il calcio?

Ho iniziato giù in cortile con mio fratello più grande, poi si è aggiunto anche l’altro mio fratello, eravamo in tre ne combinavamo di tutti i colori. Ricordo che avevo 5 anni quando ho tirato il primo calcio al pallone“.

Quando sei sul campo, dalla mentalità alla tecnica, ti ispiri a qualche calciatrice o calciatore?

Sicuramente mi ispiro a Melania Gabbiadini, che adesso non gioca più. Ho avuto la fortuna di giocarci per quasi sette anni durante i quali mi ha insegnato molto, sia dentro che fuori dal campo. È diventata il mio idolo sportivo e soprattutto di vita. Per quanto riguarda la tecnica in campo, l’abilità ma anche il fattore umano mi sono sempre ispirata anche a Roberto Baggio“.

Oggi la distanza tra il mondo del calcio femminile e quello maschile è ancora molta. Dalla tua esperienza quale pensi però che sia il principale punto d’accordo? 

Sicuramente il fatto che è il nostro lavoro e la nostra vita, purtroppo qualcuno non riesce a capirlo, lo definisce solo come un gioco, in realtà è questa la parte bella. Noi calciatori ci mettiamo tutto noi stessi nel calcio proprio perché fa parte della nostra vita“.

Al contrario, qual è la principale differenza?

La principale differenza si vede in campo. Uomo e donna sono diversi sia di carattere che di fisico. Calcio femminile e maschile diventano due giochi diversi, non per questo però uno è meno bello rispetto all’altro. Non si dovrebbero fare paragoni, bisognerebbe vedere il calcio femminile in modo più libero e meno discriminatorio possibile“.

Con la nascita, nel 2018, del Pallone d’Oro Femminile senti che queste due realtà si siano avvicinate?

Si, siamo molto più riconosciute da 5 anni a questa parte. Avere un premio di riconoscimento per una calciatrice per quello che fa, il suo lavoro, è fondamentale. Perché premiare un uomo e non una donna per il medesimo risultato che porta?

Concludendo, che incoraggiamento daresti alle ragazze che vogliono diventare calciatrici?

Io porto sempre questa mia idea: le ragazzine hanno sempre paura di diventare “maschiaccio” quando si affacciano al calcio, essendo ancora visto come uno sport solo per uomini. Si pensa che le ragazze vadano a “perdere la femminilità” ma  in realtà è completamente il contrario: il calcio ti fa diventare più forte e più pronta agli ostacoli della vita“.

Continua a leggere

Calcio femminile

Le partite del giorno – Giovedì, 20 ottobre 2022

Pubblicato

:

partite del giorno

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – COPPA ITALIA

Ore 15:00 Modena-Cremonese (Italia 1)

Ore 18:00 Sampdoria-Ascoli (Italia 1)

Ore 21:00 Bologna-Cagliari (Italia 1)

INGHILTERRA – PREMIER LEAGUE

Ore 21:15 Leicester-Leeds (Sky Sport Football)

SPAGNA – LA LIGA

Ore 19:00 Almería-Girona (DAZN)

Ore 20:00 Osasuna-Espanyol (DAZN)

Ore 21:00 Barcellona-Villarreal (DAZN)

EUROPA – WOMEN’S CHAMPIONS LEAGUE

Ore 18:45 Vilaznia-Real Madrid (DAZN)

Ore 18:45 Wolfsburg-Saint Pölten (DAZN)

Ore 21:00 Roma-Slavia Praga (DAZN)

Ore 21:00 PSG-Chelsea (DAZN)

EUROPA – EUROPA LEAGUE

Ore 19:00 Arsenal-PSV Eindhoven (DAZN e Sky Sport Football)

Continua a leggere

Calcio femminile

Juventus Women, Montemurro: “Non dobbiamo sottovalutare lo Zurigo”

Pubblicato

:

Juventus Women

 Joe Montemurro, allenatore della Juventus femminile, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro lo Zurigo nella fase a gironi di Women’s Champions League. Di seguito le sue dichiarazioni:

I tre punti di domani saranno fondamentali, abbiamo visto lo scorso anno quanto è importante partire subito con una vittoria: il successo nella prima gara della passata stagione ci ha lanciato. Lo Zurigo è una squadra ben organizzata, con giocatrici importanti. Dovremo essere attenti a tutto, sulle ripartenze e quando loro hanno il pallone.. Loro vogliono fare una grande prestazione, sarà la prima volta nei gironi per loro e abbiamo dimostrato anche noi lo scorso anno quanto faccia la differenza la voglia di stupire, dovremo stare molto attenti.”

Montemurro ha poi fatto il punto sulla squadra: “Aspettiamo a braccia aperte Lineth, non sono stati momenti facili, le abbiamo dato tutto il nostro supporto. Pedersen sta bene, sono fortunato perché abbiamo una rosa che sta bene e lo staff sta facendo un grandissimo lavoro. Avere giocatrici come Bonansea è importante, sono contento del suo ritorno all’interno di un grande gruppo che crede nelle sue qualità”.

Continua a leggere

Calcio femminile

Pallone d’Oro femminile: Alexia Putellas è la vincitrice

Pubblicato

:

La calciatrice classe 1994 Alexia Putellas vince il Pallone d’Oro 2022, il suo secondo pallone d’oro consecutivo confermandosi dunque al top.

La 28enne, al Barcellona dal 2012, trionfa davanti a Beth Mead e Sam Kerr, rispettivamente seconda e terza. La spagnola è al secondo Pallone d’Oro consecutivo; nel 2021, oltre quest’ultimo, è stata premiata anche come UEFA Women’s Player of the Year e The Best FIFA Women’s Player.

La stessa calciatrice, durante la cerimonia di premiazione, ha commentato il successo incredula: “Grazie a France Football, i membri della giuria. Quando mi ruppi il ginocchio non pensavo fosse possibile vincere“.

Ricordiamo infatti che la calciatrice si è rotta il crociato alla fine della passata stagione ed ha saltato gli Europei femminili di questa estate.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969