Connect with us
Clotet dopo Brescia-Reggina: "Gara complicata, nulla da rimproverare ai ragazzi"

Flash News

Clotet dopo Brescia-Reggina: “Gara complicata, nulla da rimproverare ai ragazzi”

Pubblicato

:

Cade il Brescia di Pep Clotet, sconfitto tra le mura amiche del Mario Rigamonti da una Reggina sempre più lanciata verso i piani alti della classifica. La formazione calabrese si è imposta con un 0-2 maturato già nella prima frazione di gioco. Gli uomini di Pippo Inzaghi si sono infatti portati in vantaggio dopo appena tre minuti di gioco, grazie alla rete di Fabbian. Passano altri 8 minuti e Jeremy Menez riesce a mettere il sigillo al match, raggiungendo quota 4 gol nella classifica marcatori della Serie B. La squadra di casa non riesce a reagire ed è costretta ad arrendersi ad un’avversaria messa bene in campo e fin troppo arrembante.

Proprio per questo, l’allenatore dei biancazzurri Pep Clotet ha voluto sottolineare la superiorità della Reggina in questo pomeriggio di calcio. Dalle parole pronunciate nella conferenza stampa post-partita non emerge nessun rimprovero ai propri calciatori, che anzi hanno provato a reagire nella seconda metà di gara:

“Abbiamo giocato contro una squadra molto forte, noi sapevamo le difficoltà che potevamo incontrare. La Reggina ha iniziato bene, ed i loro due gol hanno dimostrato nella realizzazione delle marcature la forza dei nostri avversari. Chiaro che poi la partita per noi è cambiata ed è diventata ancora più complicata. Il Brescia però ha provato a fare il suo, con la nostra idea di calcio. Di positivo c’è l’atteggiamento dei miei calciatori che anche nella ripresa hanno giocato per provare a ribaltare la partita. Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi”.

Una sconfitta arrivata contro un avversario che arrivava con il favore dei pronostici, ma comunque una sconfitta che pesa. Dopo la convincente vittoria contro la SPAL della scorsa settimana, l’ambiente bresciano sembrava essersi messo alle spalle le difficoltà di questo avvio di stagione. Nonostante il ko di oggi, la situazione in classifica non subisce particolari variazioni. Il Brescia rimane al terzo posto a quota 23 punti, insieme a BariParma, che hanno pareggiato rispettivamente contro il Pisa e il Cagliari, e il Genoa, reduce da un’inaspettata sconfitta casalinga contro il Cittadella. La classifica è strettissima, ma il Brescia ha ancora la possibilità di decidere che piega dovrà prendere questa stagione.

 

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram del Brescia Calcio BSFC (@brescia_calcio)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

I cento giocatori migliori del 2022: Leao il migliore per la Serie A, Barella il primo italiano

Pubblicato

:

Esclusiva Bariggia su Leao

È uscita la top 100 giocatori secondo il The Guardian: una speciale classifica che riporta i migliori giocatori dell’anno solare 2022. Una anno particolare, che ha visto trionfare al mondiale in Qatar l’Argentina di Messi, non a caso il primo della lista.

Il candidato numero uno alla vittoria del prossimo pallone d’oro si classifica dunque primo anche in questa speciale classifica, staccando e non di poco l’eterno rivale Cristiano Ronaldo. Addirittura 51esimo posto per l’asso portoghese, in un anno travagliato conclusosi con l’addio allo United. Tanti i nomi passati presenti per la Serie A, con tante sorprese inedite. Il più alto in classifica è Rafael Leao, seguito dal compagno Giroud qualche posizione più in basso. Il primo italiano è invece Niccolò Barella, addirittura al 73esimo posto. La grande sorpresa è invece Sofyan Amrabat, classificatosi al 49esimo posto visto il clamoroso mondiale giocato con la maglia del Marocco. Di seguito potete trovare la top 10 e il piazzamento dei giocatori del campionato italiano.

Migliori 100 giocatori del 2022 – La classifica fino al 10° posto

  1.  Lionel Messi (PSG)
  2.  Kylian Mbappé (PSG)
  3.  Karim Benzema (Real Madrid)
  4.  Erling Haaland (Manchester City)
  5.  Luka Modrid (Real Madrid)
  6.  Kevin De Bruyne (Manchester City)
  7.  Robert Lewandowski (Barcellona)
  8.  Vinicius Junior (Real Madrid)
  9.  Thibaut Courtois (Real Madrid)
  10. Mohamed Salah (Liverpool)

Migliori 100 giocatori del 2022 – Serie A e calciatori italiani

23. Rafael Leao (Milan)
30. Olivier Giroud (Milan)
38. Angel Di Maria (Juventus)
40. Khvicha Kvaratskhelia (Napoli)
46. Theo Hernandez (Milan)
49. Sofyan Amrabat (Fiorentina)
52. Victor Osimhen (Napoli)
66. Dusan Vlahovic (Juventus)
68. Marcelo Brozovic (Inter)
70. Lautaro Martinez (Inter)
73. Nicolò Barella (Inter)
74. Mike Maignan (Milan)
87. Ciro Immobile (Lazio)
96. Sandro Tonali (Milan)

 

Continua a leggere

Flash News

Il Brescia sorride: annullati i sequestri per 59 milioni di euro

Pubblicato

:

Cellino

La Cassazione ha annullato i sequestri che totalizzavano 59 milioni di euro di Massimo Cellino, presidente del Brescia. I motivi di questa decisione non sono stati ancora resi noti, ma di fatto la sentenza dello scorso luglio è stata ribaltata. Il team legale di Cellino può essere soddisfatto dopo questa vittoria. Erano a lavoro da circa due anni.

Le dichiarazioni di Giorgio Altieri, legale di fiducia della famiglia Cellino:

Oggi raccogliamo il primo importante risultato di una difesa sempre al fianco del presidente Cellino e della sua famiglia. Sono quasi due anni che io e i colleghi ci dedichiamo esclusivamente a questa indagine”.

 

Continua a leggere

Flash News

Aquila Montevarchi, Banchini alla vigilia: “Fermana? Gara tosta”

Pubblicato

:

Dopo il ko contro il Siena, l’obiettivo in casa Aquila Montevarchi sembra essere chiaro: ripartire subito, ottenendo tre punti contro la Fermana.  Gli Aquilotti, fermi in penultima posizione a quota 17 punti, sono alla ricerca di una vittoria che manca dall’ultima uscita del 2022 contro il Gubbio (finì 2-1 in favore dei toscani, decisiva la doppietta di Giordani).

Da lì, nel nuovo anno solare, sono arrivate tre sconfitte in altrettante partite (in ordine: contro Olbia, Reggiana e Siena). Adesso, i valdarnesi hanno stabilito l’obiettivo-salvezza, una missione tutt’altro che scontata, la cui data di inizio è fissata a partire da domani nell’impegno esterno contro la Fermana guidata dal tecnico Protti. Il calcio d’inizio del match del Bruno Recchioni, valevole per la 24° giornata del gruppo B di Serie C, è previsto domani alle ore 17:30.

CONFERENZA STAMPA DI BANCHINI

Alla vigilia della gara, il tecnico dell‘Aquila Montevarchi, Marco Banchini, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai canali ufficiali del club. Molti i temi affrontati: dal derby con il Siena alla gara con la Fermana, passando per le indisponibilità fino al mercato. Questi i passaggi più rilevante del suo intervento:

SETTIMANA DI LAVORO– “Adesso sorrido, è trascorso qualche giorno dalla sconfitta con i bianconeri però mi è dispiaciuto molto. La squadra ha lavorato molto bene durante questa settimana, ha dato tutto. Al termine della gara ero arrabbiato: quando fai bene ma non raggiungi, può scattare qualche meccanismo mentale che limita la fiducia”.

SIENA– “Dispiace per la classifica. Adesso vediamo quanto di buono è stato fatto, però dobbiamo accompagnare i punti ed i risultati. Siamo sereni. La partita ha lasciato consapevolezza nel saper fare determinate cose. Evidente, però, che i due errori individuali hanno pesato in termini di punteggio“.

GRUPPO– “La squadra crede in ciò che fa, crea densità sugli esterni e ricerca il possesso palla. Aspetti in cui migliorare? Lavoriamo sulla fase di non possesso e sulla costruzione avversaria. Il gruppo è giovane, aspetto che permette di reagire in modo rapido alle sconfitte. Sappiamo che la colpa è nostra, dobbiamo pensare positivo ed essere ancora più attenti ed arrabbiati.

UMORE– “All’interno della squadra sono presenti 4/5 giocatori che gestiscono lo spogliatoio. I ragazzi si aiutano, mi dispiace per i numeri: dobbiamo rimanere uniti, il clima è molto positivo. Sono soddisfatto anche dei miglioramenti, specie sulle palle inattive”. 

FERMANA– “Gara contro un avversario unito e ben allenato: ha 28 punti, è una squadra dinamica, corta, aggressiva e rapida. Dovremo stare attenti alle ripartenze. Nonostante dieci partite senza vincere all’interno della stagione, si trovano in posizione tranquilla in classifica ed adesso arrivano da una serie di cinque risultati utili. Giandonato? Calciatore top in C, ho sempre cercato di acquistarlo nelle mie squadre. Negli ultimi anni aveva un po’ rallentato ad Olbia, adesso è un leader“.

INDISPONIBILI“Lavoriamo con continuità, l’infermeria si sta svuotando. Defezioni? Pietra e Bassano non ci saranno sabato“.

MERCATO– “Parlo ogni giorno con la società, conoscono il mio pensiero. Mancavano alcune caratteristiche, rintracciate poi con gli arrivi di Silvestro, Rovaglia e Sorgente. Il direttore è molto attento in merito alle vicende del mercato, vedremo se arriveranno altri rinforzi nei prossimi giorni”.

Continua a leggere

Flash News

Lo strano caso Brozovic: il croato è seguito da un preparatore del Milan!

Pubblicato

:

Inter

Marcelo Brozovic, centrocampista dell’Inter non ci sarà nemmeno per il match di domani contro la Cremonese. La Gazzetta dello Sport racconta che Simone Inzaghi vorrebbe riaverlo per il quarto di Coppa Italia contro l’Atalanta e per il derby contro il Milan, cercando di aumentare piano piano il minutaggio.

Un aneddoto curioso che riguarda il giocatore croato è che non c’è solo lo staff nerazzurro a lavoro per il suo recupero, ma anche Andreja Milutinovic che da qualche mese è il “head of performance” del Milan, cioè il preparatore dei rivali di sempre rossoneri. I tifosi nerazzurri presto potrebbero rivederlo sul terreno di gioco, l’obiettivo è quello di riaverlo il prima possibile. Ma come è possibile? Il preparatore, che in Serbia viene soprannominato “Il Messi dei Muscoli” lavora come libero professionista e segue – insieme al suo staff – parecchi giocatori dei balcani.

Da qualche mese, però, si pensa che Milutinovic si sia avvicinato al Milan, dal momento che è stato avvistato più volte nei pressi di Milanello. Nell’organigramma rossonero, comunque, non si legge da nessuna parte il suo nome e per questo è legittimo pensare che l’uomo non sia stato tesserato dal club. Tra il Milan e Milutinovic, dunque, ci sarebbe semplicemente una collaborazione, senza alcun vincolo che lo leghi direttamente alla società.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969