Connect with us

Flash News

Colpaccio SPAL: cade in casa l’Atalanta

Pubblicato

:

Risultato a sorpresa nell’ultimo posticipo della 20^ giornata di Serie A: la SPAL supera in rimonta l’Atalanta al Gewiss Stadium. Vittoria sofferta e di carattere per gli uomini di Semplici, che conquistano tre punti d’oro per la corsa salvezza. Il primo tempo vede un’Atalanta piacevole ma ballerina in difesa: vantaggio di Ilicic, che su assist di Zapata porta in vantaggio i suoi con un pregevole colpo di tacco. Poi due pali, uno per parte: prima lo stesso sloveno, il cui tiro si stampa sull’incrocio dei pali, poi è Petagna a sfiorare il pareggio con un imperioso colpo di testa.

La ripresa, invece, è molto divertente e piena di emozioni. I bergamaschi, orfani di Hateboer e Castagne e con un Gomez a mezzo servizio, si fanno rimontare in cinque minuti. Il pareggio arriva al 54′ con Andrea Petagna, il più classico dei gol dell’ex. Sulla sinistra è imprendibile Reca, altro ex di turno, che serve in area l’ariete della SPAL che segna il suo settimo sigillo in campionato. Andrea Petagna ha realizzato ben 5 gol alla Dea: la sua ex squadra è la sua vittima preferita nel massimo campionato. Gli uomini di Gasperini subiscono il contraccolpo e al 60′ ecco la rimonta dei ferraresi con Valoti, autore di una serpentina al limite dell’area e che con un destro chirurgico e preciso batte Sportiello. Il finale è a complete tinte nerazzurre: l’Atalanta cerca il disperato pareggio che, però, Berisha nega a più riprese. Prima Pasalic – provvidenziale la scivolata di Missiroli -, poi Zapata e infine Djmsiti tentano, invano, di portare il match sul 2-2. Alla fine ad esultare è la SPAL: vittoria fondamentale per gli emiliani, che con l’impresa di questa sera abbandonano l’ultimo posto agganciando il Brescia a quota 15 punti. Brutto stop, invece, per l’Atalanta: in casa era reduce da due 5-0 consecutivi. Quarto posto ora lontano tre punti.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Twitter @spalferrara)

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio e dintorni

Il presidente della Liga Tebas ancora contro la Juventus e Agnelli

Pubblicato

:

Juventus

Il presidente della Liga spagnola Tebas, dopo il comunicato pubblicato nei giorni scorsi immediatamente dopo lo scioglimento del cda della Juventus, ha rincarato la dose scagliandosi ancora contro Andrea Agnelli. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da Gianluca Di Marzio:

LA JUVENTUS NON CI DIA LEZIONI

La Liga parla di sostenibilità finanziaria dal 2020, ma non ho mai sentito nessuno dei promotori della Superlega, dal Real alla Juventus, parlare di questa cosa in nessuna delle riunioni UEFA, né ad alta e né a bassa voce. Non ci possono dare lezioni i leader della Superlega. La Juventus soprattutto con le notizie di questa settimana“.

AGNELLI? NON CREDO SIA UN LEADER

Non credo che sia un leader per parlare al calcio europeo di sostenibilità finanziaria quando il suo CdA è indagato per aver falsificato i bilanci con dati alla mano e anche con intercettazioni telefoniche“.

LA SUPERLEGA È UNA SCUSA

Non è un formato di competizione. È una scusa, è un concetto ideologico che si è creato in quel gruppo di club nato con Florentino Perez. La base è che i club più ricchi, con ricavi maggiori, comandino il calcio“.

 

Continua a leggere

Flash News

Benevento, Eugenio Corini non ha mai vinto contro Cannavaro la Strega: la statistica

Pubblicato

:

Fabregas

Il Benevento di Fabio Cannavaro, domenica sera alle ore 18 sfiderà il Palermo di Eugenio Corini per la 15esima giornata di Serie B. 

I due allenatori hanno avuto a che fare quando giocavano, l’ultimo incontro risale a gennaio 2006, la Juventus con Cannavaro vinse 2-1 contro proprio il Palermo nel quale giocava l’attuale mister dei siciliani.

Corini tra l’altro da allenatore si è già visto difronte la Strega nella stagione 2018/2019, allenava il Brescia e portò le rondinelle in Serie A. 

Nonostante la magnifica cavalcata verso il massimo campionato italiano i lombardi non hanno mai vinto con i giallorossi, il 30 dicembre 2018 finì 1-1 al Vigorito, nella gara di ritorno al Rigamonti arriva la sconfitta per i bresciani 3-2.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Niente ottavi per Neymar, il padre: “Tornerà in finale”

Pubblicato

:

Brasile-Serbia

Il padre di Neymar ha rilasciato un’intervista ad una radio inglese facendo preoccupare i tifosi brasiliani, i quali attendono la guarigione dall’infortunio del fenomeno del PSG. Ecco le sue parole: “La cosa più importante è che possa tornare in campo al suo massimo livello“.

O Ney ha rimediato nel match contro la Serbia una distorsione alla caviglia destra con lesione legamentosa. Impossibile pensare ad un suo ritorno in campo già agli ottavi, dato che dopo il trauma distorsivo il brasiliano non si è ancora allenato con la squadra. Quando ritornerà in gruppo, allora potrà definirsi guarito. Attualmente il calciatore sta ricevendo le cure in albergo a Doha, dove alloggia la nazionale verdeoro.

Il padre ha inoltre dichiarato a TalkSport: “Credo che Neymar ritornerà in campo per la finale e farà del suo meglio per aiutare i suoi compagni a vincere la competizione. Tutti sanno che mio figlio ha una grande influenza sul gruppo. È il numero uno“. Infine un messaggio per Pelé: “È il giocatore più iconico al mondo, tuti lo amano. Mio figlio spera che si rimetta in salute e gli augura il meglio“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

De Paul elogia Messi e Di Maria: “Guidano la nave, si assumono ogni responsabilità”

Pubblicato

:

Messi

Il centrocampista dell’Albiceleste Rodrigo De Paul ha parlato nella conferenza pre Australia-Argentina in programma domani. 

Il centrocampista in forze all’Atletico Madrid ha parlato alla vigilia dell’importante match degli ottavi contro l’Australia che, almeno sulla carta, dovrebbe essere in favore dell’Argentina di Messi e Di Maria.

Proprio quest’ultimi sono stati i protagonisti della conferenza stampa di De Paul: “Quanto ci aiutano Messi e Di Maria? Molto. Ci hanno spiegato l’importanza di vestire questa maglia, si assumono ogni tipo di responsabilità“.

Il classe 1994 ha aggiunto che ovviamente anche gli altri, compreso lui, debbano fare la loro parte per vincere: Anche noi dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Sono loro che guidano questa nave, ma tutti dobbiamo farlo”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969