Connect with us

Flash News

Come il Milan ha vinto il Derby della Madonnina

Pubblicato

:

Milan

Il Derby della Madonnina tra Milan e Inter sorride ai ragazzi di Pioli che si impongono grazie ad un 3 a 2. Le armi in più dei rossoneri sono stati il carisma ed il supporto psicologico trasmessi dal proprio allenatore e dal proprio pubblico. A differenza loro, dall’altra parte del Naviglio o di campo, i ragazzi di Inzaghi subiscono troppo l’ambiente e la pressione degli avversari.

A seguito vi sarà un’analisi dei due tempi. In queste precisazioni si toccheranno i punti che hanno portato ad una partita ricca di gol e di emozioni che, da un punto di vista tattico, ha lasciato molto da desiderare.

MILAN-INTER, NEL PRIMO TEMPO A FAR DA PADRONE È L’IMPRECISIONE

Nel primo tempo sono gli errori dei singoli a prevalere. Nell’occasione del gol nerazzurro a sbagliare è De Ketelaere, il belga era stato incaricato da Pioli di oscurare il suo avversario, ma si è perso Brozovic. Proprio quest’ultimo, grazie ad un bel inserimento di circa 40 metri e ad una bella imbucata di Correa, si è trovato davanti a Maignan e, incrociando, ha portato in vantaggio i suoi.
I rossoneri trovano il pareggio grazie al pallone recuperato da Tonali, dopo un errore del centrocampo nerazzurro. Il numero otto serve a sinistra Leao che, con il suo mancino, incrocia e gonfia la rete sotto la Curva Nord. Nulla può fare Handanovic che, nonostante l’abbia toccata, si vede concedere il gol agli avversari.

DIFESA NERAZZURRA IRRICONOSCIBILE

Tanti, troppi errori della difesa dell’Inter permettono l’esprimersi di un gioco spumeggiante del Milan.
I rossoneri, sull’asse Leao-Giroud trovano entrambi i due gol che li portano dall’1-1 al 3-1. La rete del vantaggio del francese nasce da una rimessa veloce battuta dai ragazzi di Pioli, con la quale trovano il giovane portoghese che la mette dentro per Giroud. Il bomber la gira nell’angolo basso sinistro, il portiere non ci arriva e porta i suoi in vantaggio. Troppo statica la difesa nerazzurra con un Handanovic che lascia un po’ desiderare in quella circostanza, date tutte le parate ha dimostrato di saper fare. In questa azione ci sono degli errori di marcatura, il numero 17 rossonero ha troppo spazio lasciato alla sua velocità. Si sa che se Leao ha spazio diventa imprendibile.
Il gol del 3 a 2 nerazzurro nasce da una bella combinazione sulla sinistra dell’Inter dove Mkhytarian imbuca per Darmian che la crossa forte bassa in mezzo dove arriva Dzeko. Bravo il bosniaco a farsi trovare nel posto giusto, ma troppo ingenuo Tomori a farsi superare in quel modo dall’attaccante avversario.
Ad ottenere i tre punti a fine partita è il Milan che ha approfittato troppo della scarsa mentalità con cui l’Inter è scesa in campo. Tale vittoria sarà fondamentale sia per il continuo del campionato, ma anche per solidificare la mentalità e il legame squadra mostrato nella stagione scorsa. I nerazzurri dovranno riprendersi molto velocemente dato che, mercoledì, dovranno ospitare i campioni di Germania del Bayern Monaco.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

La Top 11 dell’ottava giornata di A secondo WhoScored

Pubblicato

:

Conclusa da un giorno l’ottava giornata di Serie A, il sito WhoScored.com ha pubblicato la celebre “squadra della settimana“. Tra i pali, senza dubbio, è stato messo Sportiello, che ha salvato la Dea in diverse occasioni. Si notano ben quattro giocatori della Lazio: Lazzari, Romagnoli, Felipe Anderson e Milinkovic Savic ,  tutti reduci dal 4-0 all’Olimpico contro lo Spezia. Presenti Bijol, autore del gol vittoria dell’Udinese contro l’Hellas Verona; Sensi, per la fantastica partita contro la Sampdoria, coronata dalla rete al 93′; Kostic, con il suo primo gol in bianconero e  Laurientè, protagonista della manita rifilata alla Salernitana dal Sassuolo. Davanti, ovviamente, sono stati premiati Dusan Vlahovic e Arek Milik.

ECCO IL 4-4-2 SCHIERATO:

 

Continua a leggere

Champions League

Le ufficiali di Marsiglia-Sporting Lisbona: Tudor sceglie Sanchez

Pubblicato

:

ESCLUSIVA

La terza giornata dei gironi di Uefa Champions League si apre al Velodrome con il palcoscenico di Marsiglia-Sporting. Calcio d’inizio alle ore 18:45. I padroni di casa guidati da Igor Tudor sono la cenerentola in Ligue 1 ma faticano in UCL: infatti, sono fermi a quota zero punti, figlio di due sconfitte contro Tottenham ed Eintracht Francoforte. D’altra parte, invece, gli ospiti, lo Sporting di Ruben Amorim, è attualmente in prima posizione del girone D: i lusitani, infatti, arrivano al match forti delle due vittorie precedenti contro Spurs ed Eintracht di Glasner.

MARSIGLIA-SPORTING, LE FORMAZIONI UFFICIALI:

TUDOR SCEGLIE SANCHEZ, AMORIM CONFERMA EDWARDS

Quello del Velodrome è un match delicato per entrambe le compagini, che oggi vivono una situazione di classifica agli antipodi: infatti, i portoghesi vantano il primo posto del raggruppamento, mentre l‘OM è il fanalino di coda. Per mobilitare il raggruppamento, Tudor si affida al 4-4-2 con Pau Lopez in porta.  A centrocampo trovano spazio Veretout e Guendouzi, con Harit e Clauss sulle corsie esterne. In attacco, trovano una maglia da titolare Under e Sanchez.

Ruben Amorim, dal canto suo, schiera il suo Sporting con il 3-4-3. Davanti al portiere Adan, spazio alla triade di difensori composta da Inacio, Reis e St.Juste. Line di centrocampo con Nuno Santos e Esgaio sugli esterni, con Morita e Ugarte al centro. Davanti, spazio a Marcus Edwards, Trincao e Pedro Goncalves.

OLYMPIQUE MARSIGLIA (4-4-2): Pau Lopez; Mbemba, Baill, Balerdi, Tavares; Clauss, Veretout, Guendouzi, Harit; Under, Sanchez. All. Igor Tudor.

SPORTING LISBONA (3-4-3): Adan; Goncalo Inacio, St. Juste, Reis; Esgaio, Morita, Ugarte, Santos; Trincao, Edwards, Pedro Goncalves. All. Rùben Amorim.

Continua a leggere

Champions League

Bayern Monaco-Viktoria Plzen, le formazioni ufficiali: c’è De Ligt

Pubblicato

:

Alle 18.45 andrà in scena all’Allianz Arena Bayern MonacoViktoria Plzen, partita valevole per la terza giornata di Champions League del gruppo C. I tedeschi, a causa del Covid, si presentano alla sfida senza due pezzi pregiati come Kimmich e Muller e con Lucas Hernandez ancora ai box per un infortunio muscolare. Nagelsmann concede la maglia da titolare a Mazraoui in difesa, a Gravenberch in centrocampo a e Musiala dietro l’unica punta: Manè. Bilek, allenatore del Viktoria Plzen, dovrà fare a meno di Bucha, fidato centrocampista, che non è riuscito a recuperare per la sfida; opta quindi per un 4-2-3-1 con Chory punta centrale.

BAYERN MONACO-VIKTORIA PLZEN, LE FORMAZIONI UFFICIALI

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer; Mazraoui, Pavard, De Ligt, Davies; Gravenberch, Goretzka; Gnabry, Musiala, Sanè; Mané. All. Nagelsmann

VIKTORIA PLZEN (4-2-3-1):  Tvrdoň; Havel, Hejda, Pernica, Holik; Kalvach, N’Diaye; Kopic, Vlkanova, Mosquera; Chory. All. Bilek

Continua a leggere

Flash News

ULTIM’ORA – Infortunio muscolare per Toloi: quanto starà fuori?

Pubblicato

:

Camara

Brutte notizie per l’Atalanta. Nonostante l’avvio di campionato a dir poco esaltante, con la vittoria sulla Fiorentina nell’ultima giornata, un altro brutto infortunio tormenta Gasperini & Co. Si aggiunge infatti alla lista degli indisponibili, che conta su tutti Zapata e Djimsiti, anche capitan Toloi. Il difensore italo brasiliano aveva chiesto il cambio contro la Viola per un problema muscolare. Oggi l’esito degli esami: c’è lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia destra. Il calciatore verrà monitorato di giorno in giorno e presto sapremo anche i tempi di recupero.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969