Connect with us

Generico

Come potrà cambiare la Roma senza Pellegrini e Mkhitaryan

Pubblicato

:

Nonostante una partenza in campionato tutto sommato buona, anche visti i numerosi cambi di giocatori, dirigenti e guida tecnica, per la Roma l’emergenza infortuni continua, proprio come gli scorsi anni. Gli ultimi due a dare forfait sono stati Lorenzo Pellegrini, operatosi questa mattina al quinto metatarso del piede destro (fratturato nel corso del match contro il Lecce), che punta quindi a tornare in campo nel mese di dicembre, ed Henrikh Mkhitaryan, anche lui fermatosi durante la sfida del “Via del Mare”, riportando una lesione tendinea all’adduttore che lo terrà fuori dal campo per tre settimane. Si tratta dell’ottavo infortunio muscolare per la squadra giallorossa Roma dall’inizio di questa stagione sportiva: tra i giocatori schierabili dietro alla punta, sono ancora fermi ai box Diego Perotti e Cengiz Ünder.

Fonte immagine: profilo Instagram di Mkhitaryan

L’ALTERNATIVA FAVORITA

Il prossimo impegno del club capitolino sarà la trasferta di Europa League sul campo del Wolfsburg. Per questa partita è facile pensare che Fonseca confermerà il suo 4-2-3-1, nonostante la coperta corta sulla trequarti. Dietro all’unica punta (Dzeko o Kalinic, col bosniaco leggermente favorito), dovrebbero agire Nicolò Zaniolo e Justin Kluivert sulle fasce e Javier Pastore in zona centrale. Si tratta di una ghiottissima chance per il giovane olandese figlio d’arte, che può accumulare minutaggio e trovare quella continuità in campo tanto mancata lo scorso anno, che ha senza dubbio influenzato in maniera negativa le sue prestazioni. Acquisto presentato come top nell’estate dello scorso anno e mai amato dai tifosi della romanisti, Javier Pastore potrà tornare a vedere il campo dopo che l’anno scorso (complice la progressiva esplosione di Zaniolo) aveva perso la fiducia di Di Francesco prima e di Ranieri poi. Una rivitalizzazione dell’argentino ex PSG potrebbe rimetterlo sulla vetrina del mercato e consentire ai giallorossi evitare una pesante minusvalenza, dato che fu pagato circa 25 milioni nel 2018: l’esperienza accumulata soprattutto nell’Europa che conta dovrà essere in campo una risorsa in più per i giovani che gli agiranno attorno.

La pienezza dell’infermeria costringerà Fonseca a chiedere a Zaniolo e Kluivert di fare gli straordinari, continuerà infatti ad essere impiegato dopo tutte le partite disputate in questa stagione. Nella giornata di ieri, però, è arrivata anche una buona notizia per il tecnico portoghese, ovvero il rientro in gruppo di Davide Zappacosta: l’eventuale schieramento dell’ex Chelsea nel ruolo di terzino destro consentirebbe a Florenzi di avanzare alle spalle di Dzeko e far rifiatare uno del terzetto anche a partita in corso.

Fonte immagine: profilo Instagram di Justin Kluivert.

ULTERIORI OPZIONI

La possibilità del cambio di modulo è più remota, ma non da scartare a priori: con il centrocampo a 3 (in cui attualmente possono essere impiegati Diawara, Cristante, Veretout, Pastore e Zaniolo), ci sarebbe maggiore rotazione ai lati dell’unica punta, evitando quindi di “spompare” gli ultimi giocatori a piena disposizione presenti in rosa. Questa soluzione potrebbe anche essere adottata o sperimentata a partita in corso nel caso i capitolini abbiano il match in tasca. Un’ulteriore opzione per non sprecare tutte le energie a disposizione potrebbe essere la doppia punta, col tandem Kalinic-Dzeko che finora abbiamo visto solo a partita in corso quando la Roma cercava la rete del pareggio con la forza della disperazione contro l’Atalanta. In questo caso, con un 4-3-1-2 ci sarebbe allo stesso modo una discreta scelta a centrocampo, mentre sulla trequarti Zaniolo ma anche Pastore si candiderebbero per una maglia. In particolar modo, El Flaco preferisce avere la possibilità di agire in zona offensiva, infatti lo scorso anno le prime partite (che lo avevano decisamente ridimensionato) lo vedevano schierato da mezz’ala, mentre qualche spunto interessante lo ha fatto intravedere quando Ranieri lo aveva proposto sulla trequarti.

Un’altra idea potrebbe essere proprio lo spostamento di Zaniolo sulla trequarti con l’avanzamento di Leonardo Spinazzola davanti a Kolarov: l’ex Atalanta e Juventus nasce come esterno alto, si è fatto notare come esterno di centrocampo con la Dea, e soltanto da un paio d’anni si sta confermando come terzino; chissà che Fonseca non possa pensare ad un ritorno alle origini per il laterale umbro, che però ancora è lontano dalla forma migliore, a causa dell’infortunio che lo ha fermato in questo inizio di stagione. Quest’ultima sarebbe una mossa molto simile a quella già citata in precedenza, che vedrebbe l’avanzamento di Florenzi con Zappacosta al suo posto. Queste ultime restano ipotesi difficili da concretizzare, verosimilmente Fonseca confermerà il suo 4-2-3-1 chiedendo uno sforzo ai suoi ragazzi.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram di Nicolò Zaniolo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

La Roma blinda Pisilli: rinnovo fino al 2026

Pubblicato

:

Dybala

Arriva un rinnovo importante in ottica futuro per la Roma. Secondo il noto giornalista Nicolò Schira, il giovane talento Niccolò Pisilli, classe 2004, ha prolungato il suo contratto fino al 2026.

Per il  giovane centrocampista italiano, che al momento milita ancora in primavera, si prospetta un futuro tutto giallorosso. 

Continua a leggere

Flash News

Spagna-Germania, le parole di Luis Enrique: “Sarà sfida alla pari, Gavi può segnare una nuova epoca”

Pubblicato

:

Dove vedere Spagna-Costa Rica

Alla vigilia del big match tra la Spagna e la Germania, partita valevole per la seconda giornata della fase a gironi della Coppa del Mondo di Qatar2022, il ct iberico Luis Enrique è intervenuto in conferenza stampa. L’ex allenatore di Barcellona e Roma tra i vari argomenti ha analizzato gli avversari e ha paragonato il gioco tedesco molto simile a quello delle furie rosse, ecco le sue parole: “La Germania è la squadra che assomiglia più alla Spagna, gioca sempre in attacco cercando di mettere pressione nella metà campo avversaria e avere sempre la palla. La Germania è una squadra che sa competere, ha una storia vincente e alcuni fra i migliori giocatori al mondo, ma noi siamo convinti di poter vincere, ma non dobbiamo essere troppo sicuri di noi altrimenti la fiducia può dare alla testa“.

LUIS ENRIQUE SU GAVI

Il tecnico spagnolo ha poi elogiato una delle sorprese di questo Mondiale Gavi: “La cosa più sorprendente è che qualcuno a 18 anni e 100 giorni abbia quella fiducia in s stesso, abbia l’intelligenza per posizionarsi in campo e dominare gli aspetti tecnici del calcio. Bisogna andarci piano coi giudizi, ma può segnare un’epoca”.

 

Sulla formazione che intende schierare contro la Germania: “Di solito non ripeto lo stesso undici e al momento non ho ancora fatto le mie scelte, le farò domani mattina. I cambiamenti sono fondamentali e io ragiono non sugli undici titolari, ma sui 16 che giocheranno“.

Continua a leggere

Generico

L’agente di Bayeye apre al mercato: “Al Torino non gioca, andrà via a gennaio”, poi il retroscena su Juric

Pubblicato

:

Bayeye

Tra i primi acquisti della campagna estiva, Brian Bayeye dopo le amichevoli del pre-campionato, non ha più giocato con il Torino: solo una presenza in partite ufficiali, contro il Palermo in Coppa Italia, quando è subentrato a Singo, al 37′ del secondo tempo.

A riguardo, il suo agente Vincenzo Pisacane, a TorinoGranata.it, ha parlato della situazione del suo assistito: “Il problema è alla base perché in realtà Bayeye doveva andare in prestito già quest’anno: questa era l’idea con il Torino. Avevamo Reggina, Palermo, Modena e Ternana che lo volevano, poi però purtroppo Juric gli ha detto “non andare via che mi servi qui, resta con noi e non ti preoccupare che troverai il tuo spazio”. Invece gli ha fatto perdere sei mesi. Juric dice che il giocatore non ha perso sei mesi perché Brian ha imparato molto. Ma io penso che un giovane come lui debba sempre giocare e che sia meglio andare in una categoria inferiore e giocare sempre piuttosto che stare in Serie A e non giocare mai. Quindi sicuramente Bayeye andrà in prestito da qualche parte a gennaio“.

Sulla possibile nuova destinazione, Pisacane non si è sbilanciato: “Ci sono un po’ di squadre che l’hanno visto, però il mercato è a gennaio e siamo a novembre, quindi aspettiamo un attimo e vediamo“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Haller, un passo in più verso la guarigione

Pubblicato

:

Haller

Il mondo del calcio si stringe attorno a Sebastian Haller, attaccante del Borussia Dortmund. Il giocatore francese naturalizzato ivoriano è, ormai da diversi anni, alle prese con un tumore ai testicoli e ha completato nella giornata di oggi la seconda operazione chirurgica. A rendere pubblico l’esito positivo dell’intervento è lo stesso calciatore attraverso il suo profilo Instagram.

IL MESSAGGIO

Haller, attraverso un breve messaggio pubblicato sotto ad una foto che lo ritrae sorridente sul suo letto d’ospedale, ha voluto rassicurare così i suoi tifosi e seguaci: “Completata una nuova tappa. L’operazione numero 2 è andata a buon fine! Un grande grazie al team medico per l’aiuto quotidiano, non vedo l’ora di passare allo step successivo”

Dopo un lungo calvario iniziato nell’estate dello scorso anno, Sebastian Haller sembra finalmente essere sulla strada della riabilitazione. 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969