Connect with us
Commisso tra il futuro di Chiesa e la supremazia juventina

Flash News

Commisso tra il futuro di Chiesa e la supremazia juventina

Pubblicato

:

Rocco Commisso ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport, dove ha parlato in primis della stagione in corso della Viola e di quelli che potranno essere gli obiettivi futuri per la squadra di Montella.

“Di sicuro voglio un risultato migliore rispetto a quello ottenuto dalla Fiorentina nell’ultimo campionato. Ma certo non posso parlare di Champions. 

Il presidente italo-americano ha parlato anche del futuro del gioiello della squadra viola, ovvero Federico Chiesa.

“Non si può dirlo ora. Io devo tutelare l’investimento non posso premettermi che poi se ne vada a parametro zero. Mi piace pensare che le bandiere esistano ancora. E se il migliore se ne va non è un buon segnale per nessuno. Batistuta, dico Batistuta è rimasto dieci anni in maglia viola, giusto? Noi vogliamo tenere più a lungo possibile quelli bravi. Detto questo nessuno ci ha presentato un’offerta per Chiesa”.

Infine Commisso ha detto la sua sul dominio dei rivali della Juventus (prossimo avversario in campionato, sabato 14 alle ore 15):

“La Juve è sempre super, è un modello aziendale da seguire. Poi, vedo che Bernardeschi, il Chiesa di qualche anno fa, non gioca mai e così anche Dybala o Mandzukic. Con la rosa che ha la Juve potrebbe fare tre squadre. Tutta questa supremazia non fa bene al calcio italiano. E lo direi di qualsiasi squadra che avesse vinto otto scudetti consecutivi. Come frenare questo dominio? Non sono favorevole al sistema chiuso degli Usa senza promozioni o retrocessioni. Anche perché gli americani finiscono per confrontarsi solo con se stessi. Le persone che gestiscono in questo momento il calcio negli Usa non sono all’altezza. Nel 2016 ho evitato il fallimento dei Cosmos, ma loro dopo 5 mesi hanno cancellato il campionato corrispondente alla serie B dove giocavamo noi perché temevano l’effetto Commisso. Di calcio ne so più degli americani mentre in Italia devo ancora capire tanto. È più giusto il sistema “capitalistico” del calcio europeo: se fai bene meriti di salire, se fai male scendi”.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram della Fiorentina.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Calabria sempre più capitano: col Sassuolo presenza numero 200

Pubblicato

:

Calabria

Davide Calabria dovrebbe aver recuperato dal colpo subito contro la Lazio e dovrebbe giocare domani contro il Sassuolo. Il capitano del Milan proverà a dare la scossa ai rossoneri che stanno attraversando un momento di grande difficoltà.

Il terzino destro sarà certamente emozionato nella giornata di domani perché sarà la sua 200esima presenza con la maglia del Milan. Calabria che è cresciuto nel settore giovanile e che ha debuttato il 30 maggio 2015 sotto la gestione di Pippo Inzaghi, raggiunge dunque un altro traguardo dopo aver portato i rossoneri da anni cupi, al trionfo della scorsa stagione con il 19esimo scudetto.

Continua a leggere

Flash News

Sanabria dopo il pareggio: “Spero di fare di più, qui sono contento”

Pubblicato

:

Antonio Sanabria ha parlato ai microfoni di DAZN dopo il pareggio maturato contro l’Empoli. L’attaccante del Torino ha messo a segno il gol del pareggio proprio nello stadio dove segnò la sua prima rete in Serie A con la maglia del Genoa.

IL GOL“Qui ho fatto la mia prima partita con il Genoa, oggi peccato che il gol non sia servito per portare a casa i tre punti ma sono felice per la rete”.

LA PARTITA“Dovevamo fare qualcosa in più, eravamo sotto di due gol, abbiamo messo giocatori più offensivi e siamo riusciti a pareggiarla. Sono contento delle mie 200 presenze, spero di fare ancora di più”. 

MERCATO“Io sono contento dove sono”.

 

Continua a leggere

Flash News

Il rammarico di Zanetti per il pari: “Non si può mollare niente in Serie A”

Pubblicato

:

Empoli

Paolo Zanetti ha mostrato tutto il suo rammarico a DAZN dopo il pareggio contro il Torino, con il suo Empoli che era in vantaggio per 2-0.

LA PARTITA“C’è un po’ di rammarico ma anche l’orgoglio di aver giocato una partita stratosferica contro una squadra forte. Possiamo giocarcela con tutte. Oggi c’è stato un calo psicofisico, ma abbiamo preso un punto importante che ci permette di proseguire con la nostra striscia positiva tutt’altro che scontata. Questa partita ci insegna che in Serie A non si può mollare niente”.

LA SQUADRA – “Noi dobbiamo interessarci al nostro cammino. Mi interessa la prestazione che è stata importante e che ci ha fatto spendere molto; questa cosa l’abbiamo pagata. Oggi abbiamo mosso la classifica e noi abbiamo chiaro il nostro obiettivo”.

IL PERCORSO – “Sono soddisfatto a metà, lo sarò del tutto a fine anno se centreremo l’obiettivo. Il campionato è ancora lungo, manca un girone, i ragazzi mettono in campo grinta e agonismo ma quello che mi interessa è il percorso”.

BAJRAMI – “Lui è importante come lo sono altri giocatori. Il nostro mercato è improntato a mantenere il gruppo, lui è un giocatore importante che ha fatto assist e giocate importanti. Mi interessa che tutti abbiano dentro il concetto di squadra”.

Continua a leggere

Flash News

Paro dopo l’Empoli: “Abbiamo creato tanto, potevamo vincere alla fine”

Pubblicato

:

Paro

Matteo Paro, vice allenatore del Torino, ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la rimonta che ha portato al pareggio contro l’Empoli:

PRIMO TEMPO“Nel primo tempo abbiamo sofferto molto il gioco dell’Empoli, rubavamo pochi palloni e i pochi che potevamo giocare non li giocavamo bene. L’Empoli è una squadra preparata e lo sapevamo ma abbiamo comunque sofferto, loro ci stavano controllando bene”.

SECONDO TEMPO – “Nel secondo tempo abbiamo alzato il palleggio e li abbiamo mandati più in difficoltà. La squadra ha comunque creato parecchie occasioni, sul 2-0 non era semplice rimanere in partita, un applauso ai ragazzi che ci hanno creduto fino alla fine. Peccato perché avevamo creato anche i presupposti per vincere ma per come si era messa è un risultato importante”

MIRANCHUK E SANABRIA“Loro ci hanno dato quel palleggio, quella calma e tranquillità nel muovere la palla che contro squadre cos organizzate è necessaria. Con loro abbiamo aumentato questa caratteristica, l’Empoli si è abbassato e noi siamo stati bravi a muoverla bene creando occasioni”.

ILIC“Non è stato ancora annunciato e preferirei parlare della partita di oggi. Vedremo in questi giorni cosa succederà, la società farà le sue valutazioni ma sa l’importanza dei giocatori e sceglierà per il bene della squadra”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969