Connect with us
La conferenza di Cristiano Ronaldo: "Sono pronto per questa grande sfida. La Juve è pronta a trionfare"

Flash News

La conferenza di Cristiano Ronaldo: “Sono pronto per questa grande sfida. La Juve è pronta a trionfare”

Pubblicato

:

Alle 18.30, per concludere il Cristiano Ronaldo Day, la conferenza stampa (diretta scritta qui) con la quale il portoghese si presenterà ufficialmente ai suoi nuovi supporter e al calcio italiano, scelto dopo aver annunciato l’addio al Real Madrid, dopo tre Champions League consecutive e altrettanti Palloni d’Oro (dei 5 totali vinti fino a questo momento).

Nella sala “Gianni e Umberto Agnelli” dell’Allianz Stadium, quindi, Cristiano Ronaldo prenderà il microfono in conferenza stampa e per parlare per la prima volta da calciatore della Juventus.

LA CONFERENZA STAMPA IN DIRETTA

La diretta inizierà poco prima della conferenza stampa.

Ore 18.15 – È tutto pronto nella sala “Gianni e Umberto Agnelli” dell’Allianz Stadium. La conferenza inizierà a momenti.

Ore 18.23 – La Juventus chiede alle testate giornalistiche presenti di accomodarsi nella sala stampa. Manca pochissimo all’inizio della conferenza stampa.

Ore 18.32 – Cristiano Ronaldo è arrivato nella sala “Gianni e Umberto Agnelli”. La conferenza stampa può iniziare.

Buonasera Cristiano, benvenuto in Italia; perchè hai deciso la Juventus?

È stata una decisione  facile, la Juventus è uno dei club più grande del mondo, tutti me ne hanno parlato benissimo. È un grande passo per la mia carriera e sono sicuro della mia scelta

Cosa vedi quando guardi ai tuoi prossimi dieci anni di vita?

Sono ancora molto giovane, mi sono sempre piaciute le sfide, non avrei mai pensato di fare una carriera splendida come questa: andrà tutto bene qui

Continuerai con la nazionale anche a questa età? 

Certamente, giocando in un club così posso dare ancora il meglio per il mio paese. Srà una grande tappa questa per me

Che messaggio mandi ai tuoi ex tifosi?

Ho fatto una tappa brillante al Real e ringrazio tutti per quello che è stato. Cercherò di dimostrare agli italiani che sono un giocatore di altissimo livello e di poter confermare i miei numeri anche qui. Ora voglio lasciare un segno nella storia della Juve.

Il campionato italiano è molto tattico e difensivo. È anche questo uno dei motivi della tua scelta? 

Lo so bene, ma la mia carriera non ha mai avuto una parte facile. Sono molto fiducioso della Juve, dei miei compagni: darò il massimo e sarò preparato.

I tifosi bianconeri vogliono la Champions; cosa ne pensa?

Dobbiamo stare tranquilli e stare concentrati: la Juve è arrivata molto vicino alla vittoria negli ultimi anni, io spero di poter dare una grande mano alla causa bianconera.

Quanto ha inciso quell’applauso sul gol in rovesciata sulla tua scelta?

È stato un momento spettacolare, mi emoziono sempre quando ci penso. Spero di poter ripagare i tifosi, anche per la loro accoglienza, con le prestazioni sul campo.

Quando nella finale hai detto che avresti lasciato il Real, avevi già scelto la Juve?

No, non avevo ancora deciso nulla. Devo ringraziare tutto il Club e il presidente per aver pensato a me: mi sento bene, anche fisicamente, questo trasferimento mi rende orgoglioso, perchè sono diverso da chi ha la mia età e va in Cina.

Ha già scelto con Allegri la data del suo debutto?

Inizierò ad allenarmi il 30 luglio, e la prima partita sarà il debutto in campionato.

Sarà più facile o difficile vincere il Pallone d’Oro nella Juve?

Io voglio sempre vincere e sempre essere il migliore. Non è una cosa che mi toglie il sonno; vedremo.

Cosa può dare la Juve a Cristiano Ronaldo?

Non è un passo indietro, ma un passo avanti: io vedo che la Juve è pronta a trionfare. Mi sento onorato dal fatto che la Juve abbia pensato a me.

Come ci si sente ad essere Cristiano Ronaldo?

Nella mia vita voglio sempre essere un esempio, dentro e fuori dal campo. Farò quello che ho sempre fatto, spero di aiutare la squadra e che la squadra mi aiuterà. Voglio essere un esempio anche qui, soprattutto per i più giovani.

Come andrà avanti la sfida a distanza con Messi? Conosci già i rivali che ci saranno in Italia?

Non è mai bello avere dei rivali, non è nella mia politica. Cercheremo di battere tutti, ognuno difende i suoi colori, io farò lo stesso con la Juve e alla fine vediamo chi sarà il migliore.

È l’unica offerta che ha ricevuto quella della Juventus?

Si, assolutamente si. (ride)

Un’opinione su Benatia?

Gli ho dato un po’ di botte, ci siamo picchiati un po’ nel Mondiale. (ride) È un eccellente giocatore e un ottimo difensore.

È un cambio incredibile nella tua vita e nella tua carriera, sei pronto?

Si, l’età non conta e mi sento elettrizzato. Non vedo l’ora di iniziare questa mia nuova tappa. Sarà una grandissima sfida!

18.58 – Finisce così la conferenza stampa di un Cristiano Ronaldo tranquillo e sorridente. Tanti i temi trattati, tante gli spunti sui quali parlare e tanta la convinzione di CR7.

Ronaldo, come da pronostico, ha ovviamente preso la numero 7 bianconera.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Marchegiani: “Il Milan paga le occasioni sprecate, sfortuna sul gol subìto”

Pubblicato

:

Pioli conferenza

Al termine dell’incontro di Serie A tra MilanAtalanta, Luca Marchegiani ha commentato, nel corso della trasmissione Sky Calcio Club, la prestazione dei rossoneri, ‘colpevoli’ di non aver concretizzato le varie occasioni create.

LE PAROLE DI MARCHEGIANI

Il Milan ha fatto una buona partita. Il peccato è che quando ti gioca così bene Leao, così bene il centrocampo, Loftus-Cheek forse un pochino meno, è chiaro che dovresti concretizzare un po’ di più. C’è da dire che la squadra di Pioli ha avuto comunque un po’ di sfortuna sul gol subìto, perché è stato abbastanza episodico e casuale”.

Al gran gol di Leao ha risposto la certezza Koopmeiners su calcio di rigore. Un punto che sta stretto alla società milanese che, per larghi tratti della seconda frazione ha dato l’impressione di poter portare a casa il risultato. Un eccezionale Carnesecchi si è frapposto però tra i rossoneri e la conquista dei tre punti. Per la Dea si tratta dunque di un punto d’oro.

Il commento post gara di Gian Piero Gasperini non è passato di certo inosservato:

Il rigore fa parte di quei rigorini. Ce ne sono ormai tanti così. Sono quei rigori che non li vede l’arbitro, non li vede la gente. Orsato è andato al VAR a vederlo e lo ha dato. Quest’anno danno rigori così, con la tecnologia. Noi, rigorini così, non li avevamo da molto tempo. Non sono mai stato favorevole a questo tipo di rigori, ma contro il Milan abbiamo un bel credito da smaltire su questo argomento. Sono d’accordo però che si danno rigori che lasciano perplessi, non mi piace molto. A volte l’episodio è a favore, a volte contro”.

Continua a leggere

Flash News

Fiorentina, quanta imprecisione: tre rigori consecutivi sbagliati

Pubblicato

:

Nico Gonzalez

Un dato che farà discutere, quello dei rigori della Fiorentina. Nel 2024 i viola ne hanno già falliti 4 tra campionato e Supercoppa. Sono 3 gli errori consecutivi dal dischetto per la Fiorentina che anche stasera contro la Lazio non è riuscita ad andare in rete dagli 11 metri. Nico Gonzalez, dopo aver sbagliato il rigore contro l’Inter, ha fallito nell’intento anche stasera. Oggi è stato il palo a fermare l’argentino. È un dato piuttosto triste quello dei rigori della Fiorentina. Sono ben 3 i rigoristi differenti negli ultimi 4 sbagliti nel 2024.

FIORENTINA E RIGORI NON VANNO D’ACCORDO: IL DATO

Al 6 di gennaio è arrivato l’errore di Bonaventura che fallì un rigore contro la Fiorentina. Partita poi persa per 1-0. In Supercoppa è stato pesantissimo l’errore di Ikone che sul 1-0 per il Napoli fallì dal dischetto a pochi minuti dalla fine del primo tempo. Il Napoli avrebbe poi vinto la partita per 3-0 accedendo alla finale della competizione, poi persa contro l’Inter. Il terzo errore è proprio contro i nerazzurri. Dagli 11 metri ci va Nico Gonzalez che con un rigore molto debole consegna la vittoria all’Inter. Sempre Nico Gonzalez ha sbagliato di nuovo anche stasera nel posticipo del lunedì sera contro la Lazio. Fortunatamente per lui, i viola sono riusciti a portare a casa i tre punti facendo pesare meno questo rigore sbagliato.

Continua a leggere

Flash News

Dove vedere Inter-Atalanta in tv e streaming

Pubblicato

:

Marelli Carlos Augusto

DOVE VEDERE INTER ATALANTA IN TV E STREAMING – Il quadro della 21ª giornata si chiuderà definitivamente col match di San Siro tra Inter e Atalanta. La partita rinviata per via della Supercoppa disputata in terra saudita che ha visto trionfare proprio i nerazzurri di Milano che, con un’ipotetica vittoria sulla Dea potrebbero allungare il distacco sulla Juventus, distante al momento 9 lunghezze, dando un ulteriore segnale al campionato.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Le due squadre arrivano all’incontro in uno stato di forma eccellente: ben sette vittorie consecutive in Serie A per gli uomini di Simone Inzaghi; otto risultati utili consecutivi per i bergamaschi. Una partita che promette spettacolo vista l’enorme mole offensiva prodotta dalle due formazioni che difficilmente deluderanno le aspettative degli spettatori.

Peseranno certamente le assenze di Acerbi, Calhanoglu e Thuram, lato Inter, nonostante gli ottimi risultati maturati nelle ultimissime uscite. L’Atalanta può godere di un’infermeria pressoché vuota, eccezion fatta per l’acciaccato Scalvini che resta in dubbio per la difficile trasferta alla “Scala del calcio”.

DOVE VEDERE INTER ATALANTA IN TV E STREAMING

La trasmissione televisiva e lo streaming sono previsti il 28 febbraio alle ore 20:45 su DAZN. Il commento della gara sarà affidato alle voci di Pierluigi Pardo e Dario Marcolin.

LE PROBABILI FORMAZIONI

INTER (3-5-2): Sommer; Pavard, de Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Asllani, Mkhitaryan, Dimarco; Lautaro Martinez, Arnautovic. All.: Simone Inzaghi.

ATALANTA (3-4-1-2): Carnesecchi; Hien, Djimsiti, Kolasinac; Holm, de Roon, Ederson, Ruggeri; Koopmeiners; Lookman, De Ketelaere. All.: Gian Piero Gasperini.

Continua a leggere

Flash News

Totti: “De Rossi partito bene, Dybala fenomeno sopra le righe”

Pubblicato

:

Totti

Un Francesco Totti che si è aperto ai microfoni di Sky Sport in seguito alla vittoria per 3-2 della Roma sul Torino. Lo storico capitano giallorosso si è soffermato su diversi temi importanti. Totti ha detto la sua su Marcello Lippi che sarà protagonista di un documentario completamente dedicato a lui, alle sue imprese e alla vittoria più dolce di sempre, il mondiale 2006. L’ex numero 10 della Roma ha anche commentato la vittoria dei giallorossi sul Torino con la prima tripletta di Dybala con i colori che resero leggenda Francesco Totti. Molto romanticamente, Totti si è anche complimentato con De Rossi per l’ottimo inizio.

TOTTI: “DE ROSSI PARTITO COL PIEDE GIUSTO, SPERO DYBALA FACCIA ALTRE TRIPLETTE CON NOI”

CHI ERA MARCELLO LIPPI – “Ci sono tante cose da ricordare di lui. Una in particolare, anche se banale, dopo l’infortunio alla caviglia pre-mondiale, venne a Villa Stuart dopo l’intervento e mi ha detto che sarei comunque andato in Germania. Io penso che come allenatore ha dato tanto, ha vinto tutto quello che c’era da vincere. Poi penso che la gente si sia innamorata della persona. Chi lo conosce sa quanta passione dà anche al di fuori del calcio”.

TRIPLETTA DI DYBALA – “Penso che stiamo parlando di un giocatore sopra le righe. Un fenomeno, un campione. Sono contento che abbia fatto la prima tripletta con la maglia della Roma sperando di vederne altre più importanti con la maglia della Roma”.

SU MISTER DE ROSSI – “Sta mettendo il suo timbro di romanità e di conoscenza dell’ambiente. E’ partito col piede giusto”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969