Connect with us

Calciomercato

Sognando Conte

Pubblicato

:

Le acque in casa del Real Madrid cominciano a muoversi in maniera determinante. La cura Lopetegui, dopo un brillante inizio stagionale, fino ad ora non sembra aver prodotto i giusti effetti, con la società e i tifosi blancos sempre più preoccupati e spazientiti per il gioco espresso dalla squadra madrilena. Il tabellino parla chiaro e spunta sentenze: quattro sconfitte nelle ultime sei, tra cui quelle clamorose con Alaves, Levante e Cska Mosca. La cosa che più ha colpito di tutte è stata la mancanza di gol in quattro uscite consecutive, che ha stabilito uno dei record più negativi della maestosa storia di questo club.
La vittoria di ieri in Champions non ha fatto altro che inasprire e complicare la situazione vista la prestazione offerta dalle Merengues, apparse stanche, svogliate, senza un’idea di gioco ma a tratti anche quasi impaurite e disorganizzate nel reggere l’attacco finale, di certo non arrembante, da parte di una compagine molto meno attrezzata come i ciechi del Plzen. E a pensare che tra una settimana c’è il Clasico vengono i brividi.
Proprio la grande sfida con il Barca però potrebbe rilanciare in orbita Lopetegui, mentre invece una sconfitta segnerebbe la fine prematura di un cammino che sembrava dover durare molto più a lungo, vista anche la volontà dei capitolini di averlo fino a tal punto da causare in estate un vero e proprio terremoto alla federazione spagnola e alla Furie Rosse.
Intanto il sempre esigente Florentino Perez sembra veramente non poterne più ed avrebbe già in mente il prossimo sostituto, ovvero il nostro Antonio Conte.

L’UOMO DELLA PROVVIDENZA

Già, non potremmo chiamarlo altrimenti. Nel 2011 la Juventus gli affidò il difficile compito di riportare i bianconeri nelle prime file del campionato dopo due settimi posti che sapevano di amarezza e desolazione per i torinesi. Lui però non ha voluto sentire scuse ed è riuscito a dare vita ad una vera propria dinastia che è tutt’ora in atto sotto la guida di un altro grande condottiero come Massimiliano Allegri. Nei suoi tre anni sulla panchina della Juve Conte ha dimostrato un enorme carattere nonché una grande competenza che hanno portato la sua squadra a vincere incontrastatamente per tre anni di fila.
Finita questa splendida avventura ecco che se ne palesa subito un’altra, dal sapore diverso ma altrettanto importante. A cercarlo questa volta è Tavecchio, volenteroso di dare una guida tecnica all’Italia dopo la debacle brasiliana nel 2014. Il mister pugliese risponde pronto e trascina gli azzurri fino ai quarti di finale di Euro 2016, insperati alla vigilia, visto il grande scetticismo verso i giocatori e le assenze di due perni come Marchisio e Verratti. Quella fu una cavalcata straordinaria, in grado di regalarci le ultime, vere emozioni della nazionale.
Di imprese comunque Conte se ne intende, basti vedere anche il titolo conquistato in Inghilterra con il Chelsea nella stagione seguente che lo ha consacrato, e sicuramente un allenatore di tale livello e grinta non potrebbe far altro che bene in un ambiente che sembra sempre di più con il morale per terra. Quello che più impressiona e convince dell’ex Juventus è la capacità di saper imporre determinati ritmi di gioco alle proprie squadre e di tirar fuori da ognuno dei suoi giocatori il meglio. Inoltre l’italiano sarebbe perfetto per la definitiva crescita di alcuni talenti del Real, come Asensio, Mariano Diaz e Ceballos e magari eviterebbe partenze pesanti come quelle di Marcelo.

Ad oggi comunque la possibilità più concreta è quella di vedere Conte in blanco solo dal prossimo anno, con la scelta di un coach ad interim per completare la stagione, che dovrebbe rispondere al nome di Santiago Solari o Guti.
Sicuramente però non si può negare la suggestione di rivedere un connazionale sulla panchina più ambita e decorata al mondo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Inter, discorsi aperti per il rinnovo di Dzeko: sarà addio di Gagliardini

Pubblicato

:

Inter

Arrivano notizie importanti da casa Inter. Secondo la Gazzetta dello Sport, i nerazzurri stanno fruendo della pausa Mondiale in Qatar per organizzare il futuro. Colpi in entrata ed in uscita, occhi sul calciomercato ma anche all’interno del proprio organico: Marotta e colleghi infatti sono al lavoro per valutare se rinnovare alcuni contratti vicini al termine della scadenza.

SITUAZIONE RINNOVI

Edin Dzeko, arrivato ad Appiano Gentile nell’estate 2021, è uno di quelli passati al vaglio dall’ex dirigente della Juventus: il contratto dell’attaccante bosniaco scadrà il prossimo 30 giugno 2023 e, come riporta la Rosea, i contatti tra le parti riguardo ad un prolungamento saranno approfonditi in futuro. L’accordo potrebbe essere trovato sulla base di un ingaggio da tre milioni di euro in aggiunta ad eventuali bonus.

Non solo Dzeko, probabili anche i rinnovi anche di due pedine fondamentali all’interno dello spogliatoio: Danilo D’Ambrosio e Alex Cordaz sono infatti vicini al rinnovo di contratto. Destino diverso per Roberto Gagliardini, indirizzato a dire addio al mondo nerazzurro. Samir Handanovic invece possiede carta bianca e sarà lui stesso a decidere il proprio futuro.

Continua a leggere

Calciomercato

Chi è Luka Vuskovic, il 2007 da10 milioni

Pubblicato

:

Juve Stabia

CHI E’ LUKA VUSKOVIC – Classe 2007, Luka Vuskovic si appresta ad essere uno dei nuovi baby fenomeni del calcio europeo.

Nato il 24 febbraio in Croazia, Vuskovic, milita da sempre nel settore giovanile del Hajduk Spalato. Egli viene da una famiglia di calciatori, infatti il fratello Mario gioca nell’Amburgo, mentre suo padre Daniel  ha giocato per lo più in patria. Vuskovic copre il ruolo di difensore centrale, dove grazie ai suoi 193 cm di altezza riesce ad eccellere. Nonostante giochi nel reparto arretrato, non disdegna il gol. Infatti, durante questo campionato, ha già messo a referto tre reti in 9 presenze. Gol che portano il suo rendimento attuale ad una rete ogni 259 minuti, numeri da paura per un centrale. Anche in Nazionale U-17, Vuskovic è un punto fermo, viste le tre presenze su tre, condite anche queste da una rete nel match contro la Svezia. Nonostante abbia appena 15 anni è già stato aggregato più volte ai suoi compagni più grandi, dove ha anche esordito in dei turni di Youth League.

Attualmente il suo Hajduk Spalato si trova al quarto posto del campionato primavera croato, a -8 dalla capolista Rijeka ma con due match da recuperare. In questa stagione, Vuskovic ha già totalizzato 8 presenze da titolare su 9 in cui è stato convocato con l’Under 19, quindi vedendosela con ragazzi ben più grandi di lui. Numeri che hanno già iniziato a fare rumore del calciomercato europeo, dove anche le italiane si sono mosse, come Inter, Roma, Milan e Juventus. Tentativo anticipo delle italiane che probabilmente risulterà vano, dato che il PSG pare abbia messo sul piatto la bellezza di 10 milioni di euro. Il club francese potrebbe dare la giusta dimensione a questo ragazzo che per molti in patria è considerato un talento generazionale.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Inter, pronti i rinnovi per De Vrij e Darmian

Pubblicato

:

Sanabria

In casa Inter si continua a lavorare in vista della seconda parte di stagione, a cominciare dalla sistemazione delle questioni pendenti. Su tutte spiccano i rinnovi di alcuni giocatori in scadenza. La società si è mossa in tal senso nelle ultime ore, proponendo nuovi accordi a due giocatori. Ecco i dettagli.

RINNOVO SUL PIATTO PER DE VRIJ E DARMIAN

Come riporta la Gazzetta dello Sport – infatti – la dirigenza nerazzurra ha messo sul tavolo una prima proposta di rinnovo sia per Stefan De Vrij che per Darmian.

Per quanto riguarda il primo, si tratterebbe di un contratto biennale alle stesse cifre attuali – cioè 4 milioni di euro. Per il secondo si parla sempre di un biennale a 3 milioni, nello specifico meno di 4 lordi, poichè Matteo Darmian usufruisce del Decreto Crescita.

I tifosi interisti attendono con trepidazione la risposta, soprattutto quella di De Vrij, che nelle ultime settimane aveva manifestato qualche perplessità circa il rinnovo ed è sembrato guardarsi intorno.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Cafu sicuro su Paquetà: “Al Milan troppe responsabilità”

Pubblicato

:

Paquetà

Cafu, storico terzino e leggenda di Roma e Milan ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

Il Pendolino della fascia destra ha vestito in 143 occasioni la maglia del Brasile, che attualmente conta molti giocatori provenienti dalla Serie A. A questo proposito, la domanda su Lucas Paquetà, un ex in questo caso, che ha vestito la maglia del Milan, club che lo ha portato in Europa per primo, e attualmente al West Ham.

Queste le parole di Cafu sul calciatore: Lucas era troppo giovane quando arrivò al Milan, e il Milan gli diede troppe responsabilità. Avrebbe avuto bisogno di più tempo. Adesso ha più personalità e sa come stare in campo”. Il Milan ha portato in Italia Paqueta a 22 anni per poco più di 38 milioni dal Flamengo. Il calciatore non è riuscito ad esprimere il suo pieno potenziale e a mostrale la sua piena personalità. Al Lione, in Francia, ha trovato una sua dimensione, e al West Ham il brasiliano è letteralmente esploso. Il Milan ne ha fatto a meno per 23 milioni, nel 2020, salvo essere poi stato ceduto dal Lione agli inglesi in questa sessione di mercato estiva per quasi 43 milioni di euro.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969