Può sembrare un paradosso ma la Copa del Rey, il trofeo dedicato al massimo simbolo governativo della Spagna, se lo contenderanno due squadre della regione più autonoma e indipendente che ci sia. La finale, infatti, in programma il 18 aprile allo stadio La Cartuja di Siviglia, sarà un derby tutto basco tra Real Sociedad e Athletic Bilbao. Le due squadre si ritrovano in finale una contro l’altra per la prima volta dopo 110 anni, quando all’epoca la Real si chiamava Vasconia. Un derby che riscrive la storia della Copa: per la prima volta in semifinale non vi erano arrivate nessuna delle big. Atletico Madrid, Siviglia e Valencia fuori, e anche Barcellona e Real Madrid sono uscite presto ai quarti di finale.

In semifinale la Real Sociedad ha avuto meno difficoltà, anche perché il sorteggio è stato benevolo: il Mirandes gioca in Segunda ed è stato sconfitto sia all’andata che al ritorno. L’impresa, per certi versi, l’ha fatta la squadra di Bilbao che dopo aver vinto 1-0 all’andata si è ritrovata sotto di due reti contro il Granada nella sfida di ritorno. A far gioire i tifosi baschi è stato Yuri Beriche, ex Bayern e Psg che con la sua rete all’81’ ha evitato l’eliminazione e ha fatto volare in finale i biancorossi. L’ultima finale per l’Athletic è datata 2015, anno in cui poi a trionfare fu il Barcellona, che vinse anche la Champions in finale battendo la Juventus. Per la Real Sociedad, invece, bisogna andare indietro di 32 anni, al 1988. La finale di Copa del Rey sarà un affare tra baschi: la bellezza del calcio.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Twiiter @skysport)