Connect with us
Coppa d'Africa ad un bivio: quali sarebbero le conseguenze per la Serie A?

Calcio Internazionale

Coppa d’Africa: mercoledì la decisione definitiva. E la Serie A attende con interesse

Pubblicato

:

La telenovela sulla disputa o meno della Coppa d’Africa ha una data di termine. Questo mercoledì il Presidente della CAF Patrice Motsepe volerà verso il Camerun per discutere con il comitato organizzatore sulla possibilità o meno di disputare la competizione più importante del continente. Motsepe, che neanche una settimana fa aveva dato il suo benestare, oggi sembra meno convinto. E’ un muro contro muro, con i promotori della manifestazione che premono affinché questa si disputi, visto lo slittamento di un anno dal 2021 al 2022. I personaggi più influenti del torneo si sono schierati apertamente, ora tocca all’organizzazione trovare una quadra. In tutto questo i maggiori campionati europei, Serie A compresa, attendono con ansia la decisione. I club sono convintamente contro la Coppa, sia per motivazioni sanitarie, sia logistiche. Basti pensare che, secondo le regole della FIFA, i convocati dovrebbero raggiungere i loro ritiri già il 27 dicembre. 

SE LA COPPA VENISSE ANNULLATA? GLI SCENARI IN SERIE A

Il nostro campionato accoglie un elevato numero di giocatori africani, alcuni determinanti per le loro squadre. Se il CAF dovesse annullare la Coppa d’Africa, diversi club potrebbero ribaltare le loro sorti a discapito di altri che, invece, contavano sul mese di gennaio per cambiare marcia. Il Napoli è sicuramente la società che più aspetta con ansia il responso. Koulibaly, Anguissa, Osimhen e Ounas. Quattro nomi e tre titolarissimi che lascerebbero Castel Volturno per almeno un mese, se non di più in base all’andamento del loro torneo. Segue a ruota il Milan, che dovrebbe fare a meno di Ballo Tourè e soprattutto di Kessiè e Bennacer, due autentici fari del centrocampo di Pioli. Attenzione alla povera Salernitana che, viste le sue evidenti difficoltà in campionato, rischierebbe di perdere una buona parte dello spogliatoio. Gondo, Lassana Coulibaly, Mamadou Coulibaly, Simy, Obi e Kechrida. Addirittura sei giocatori, spesso tutti titolari. Non è da meno il Torino di Juric, che passerebbe l’inverno senza gli esterni Ola Aina e Singo, oltre a Djidji. Altri giocatori di spicco che partirebbero per la Coppa sono certamente Musa Barrow del Bologna, Traorè del Sassuolo, Colley della Sampdoria, Gyasi dello Spezia, Okereke del Venezia e ultimo, ma non per importanza, Keità Balde del Cagliari.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Marsiglia-Psg 2-1, Malinovskyi elimina i parigini

Pubblicato

:

ESCLUSIVA

Si è conclusa pochi minuti fa Marsiglia-Psg, partita valevole per gli ottavi di finale di Coppa di Francia.

L’incontro è terminato con la clamorosa eliminazione dei parigini, sconfitti dalla squadra allenata da Igor Tudor per 2-1. Decisivo il gol di Malinovskyi che, con un sinistro potentissimo da fuori area, ha trafitto Gianluigi Donnarumma. Buona solo per le statistiche la rete siglata da Sergio Ramos, realizzata con un colpo di testa sugli sviluppi di calcio d’angolo. Ennesima delusione stagionale, dunque per Messi e compagni, che hanno visto svanire un grande obiettivo stagionale.

Tutte le attenzioni della società ora sono inevitabilmente rivolte alla doppia sfida di Champions League contro il Bayern Monaco.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Leeds sfiora l’impresa: Manchester United fermato sul 2-2

Pubblicato

:

Per dare l’esatta dimensione della prestazione offerta dal Leeds questa sera contro gli storici rivali del Manchester United, occorre menzionare un paio di statistiche. In questa stagione di Premier League, tra le mura di Old Trafford, i Red Devils hanno costruito un fortino pressoché inespugnabile. Nove vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, contro il Brighton al debutto stagionale, in cui Ten Hag è riuscito a raccogliere scalpi di lusso come quelli di Arsenal Manchester City, uniche squadre che precedono De Gea e soci in classifica.

Fatte le doverose premesse, il match è stato all’insegna dell’intensità (come spesso e volentieri capita nel campionato inglese), a discapito tuttavia della qualità tecnica in alcune fasi della gara. Una gara che Willy Gnonto ha azzannato dopo neanche un minuto, portando in vantaggio i suoi con una rasoiata all’angolino capace di ammutolire il Teatro dei Sogni, non nuovo tuttavia ad assistere a delle rimonte da parte dei propri beniamini (basti pensare al rocambolesco derby contro il City). Lo United non si è infatti perso d’animo, creando occasioni da gol a ripetizione per tutto il primo tempo, di cui una clamorosa con Garnacho, senza riuscire però a trovare il meritato pareggio. L’aggressività del Leeds ha dato nuovamente i suoi frutti a inizio ripresa, grazie a una sfortunata deviazione di Varane nella propria porta, in quella che poteva essere una vera e propria pietra tombale sulla partita.

Sotto di due gol è emersa dunque la notevole personalità che il tecnico olandese ha saputo imprimere alla propria squadra, la stessa che appena un anno fa, di fronte alle prime di difficoltà, si squagliava come neve al sole. A suggellare la rimonta nel giro di 8 minuti ci hanno pensato Rashford, sempre più leader e trascinatore, e Sancho, tornato al gol per la prima volta da settembre.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Benfica prova a blindare Grimaldo: due big di Serie A sullo spagnolo

Pubblicato

:

Uno dei pezzi più pregiati del Benfica di Roger Schmidt è Alejandro Grimaldo, che a quasi 28 anni sta disputando forse la miglior stagione della propria carriera. Il contratto che lega il terzino spagnolo alle Aquile tuttavia scadrà alla fine di giugno 2023, ed è ragionevole pensare che il club lusitano, come riportato da Record, voglia impedirgli di lasciare Lisbona a parametro zero facendogli firmare un rinnovo. Il mancino di Grimaldo ha infatti attirato le attenzioni di diversi top club europei, tra cui Inter e Juventus: quest’ultima, suo malgrado, ne ha ammirato da vicino il valore nelle due partite dei gironi di Champions League.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Diego Alves è un nuovo giocatore del Celta Vigo

Pubblicato

:

Celta Vigo

Nel corso degli anni si erano un po’ perse le tracce di Diego Alves, portiere brasiliano classe ’85, il cui contratto col Flamengo, con cui ha alzato per ben due volte la Copa Libertadores, è recentemente scaduto. Ne ha dunque approfittato il Celta Vigo, in cerca di un guardiano esperto che possa prendere il posto del titolare Augustin Marchesin, infortunatosi al tendine d’Achille. L’ex carioca giocherà coi galiziani fino al termine della stagione, avendo firmato un contratto destinato a scadere a giugno 2023.

In Spagna Alves ha trascorso i suoi anni migliori, indossando le maglie di Almeria prima e Valencia poi. Soprattutto con i Murcielagos si è consacrato come un vero e proprio stregone degli 11 metri; pur non essendo mai stato uno dei primissimi portieri al mondo, egli ha infatti parato ben 28 rigori nel corso della propria carriera. Numeri spaventosi, specie se consideriamo che 3 di queste conclusioni erano di un certo Cristiano Ronaldo

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969