Nella giornata di oggi ha inizio la Fase 2 dell’emergenza sanitaria causata dal coronavirus. Uno step che prevede l’inizio vero e proprio di convivenza con la pandemia, in concomitanza con un graduale ritorno verso la normalità. A tal proposito, in un’intervista a Repubblica, è intervenuto Walter Ricciardi, membro dell’OMS e consigliere del Ministero della Salute. Queste le sue parole:

“Le situazioni che abbassano il distanziamento fisico mettono a rischio la salute di tutti. Ma voglio ricordare che, come si è aperto, si può anche richiudere. Per farlo abbiamo degli indicatori che ci permettono di prendere misure correttive nel caso di un ritorno dell’epidemia. Le chiusure, se le cose vanno male, avvengono automaticamente. Tengo a sottolineare che non è ancora finita. Dobbiamo avviare un cambiamento culturale profondo per convivere con il Coronavirus, dal momento restiamo in una fase rischiosa. Solamente in 15 giorni, il tempo di incubazione del virus ma anche dello sviluppo dei primi casi secondari, si vedrà se la malattia torna a diffondersi in modo esponenziale”.

Fonte: profilo instagram @seriea

(Fonte immagine di copertina: contrassegnata per essere riutilizzata)