Connect with us
Cos'è la UEFA Conference League? La guida completa di NumeroDiez

Flash News

Cos’è la UEFA Conference League? La guida completa di NumeroDiez

Pubblicato

:

Siamo agli sgoccioli della stagione sportiva 2020/2021 ed alle porte della prima edizione di una nuova competizione europea, la UEFA Conference League. Dopo più di 20 anni si torna ad avere una terza competizione europea per club. Ecco quindi che nasce la Conference League, una lega nata per desiderio della UEFA di dare spazio e visibilità in campo europeo alle squadre provenienti da nazionali minori.

La Conference League (abbreviata in UECL) verrà giocata per 3 stagioni, dal 2021 fino al 2024, fino a quando la nuova formula voluta per la Champions League non entrerà in vigore. A Rappresentare l’Italia in Conference League ci sarà l’AS Roma, settima classificata in Serie A. La prima finale di UECL verrà giocata nell’Air Albania Stadium di Tirana il 25 Maggio 2022.

AS Roma

La rappresentate della Serie A in Conference League, l’AS Roma

fonte immagine: profilo twitter RadioRoma

I PRO ED I CONTRO DELLA CONFERENCE LEAGUE

15 partite da disputare (contando la finale)  per un club proveniente dai top 5 campionati europei, mentre sono 18 invece la partite da disputare in totale qualora fosse un club proveniente da un campionato minore. Questo rende il torneo poco appetibile per un club di fascia superiore, soprattutto visto il premio finale. Il premio in palio infatti è la qualificazione diretta all’edizione successiva dell’Europa League (sempre che non si sia già qualificato alla UEFA Champions League tramite campionato). Un ottimo premio in caso il trofeo venisse vinto da una squadra proveniente da un campionato minore, ma sicuramente un magrissimo premio di consolazione per un club proveniente da uno dei top 5 campionati europei.

LA STRUTTURA DEL TORNEO

Per supportare la creazione dell’UECL l’Europa League ha ridotto il numero di squadre partecipanti a 32 (8 gruppi da 4 squadre, ndr.), stesso numero di squadre partecipanti alla fase finale della Conference League.

Il numero totale di club che parteciperanno al torneo è 184, di cui almeno una proveniente dalle 55 federazioni UEFA e 46 provenienti dalle fasi preliminari della UEFA Champions League e della UEFA Europa League. Prima della fase a gironi ci saranno 3 turni di qualificazione ed un turno di di spareggio. Il turno di spareggio verrà diviso tra percorso principale e percorso dei Campioni. Nessuna squadra si qualificherà direttamente alla fase a gironi, ma dovrà passare da uno spareggio.

I vincitori della fase a gironi andranno direttamente agli scontri diretti, mentre le seconde classificate nei gironi e le squadre declassate dall’UEFA Europa League giocheranno degli spareggi ad eliminazione diretta che porteranno agli ottavi di UEFA Conference League.

Fonte: Albania News

QUANDO SI GIOCHERANNO LE PARTITE?

Le partite verranno giocate il giovedì in contemporanea con i match di UEFA Europa League. La finale invece si giocherà a distanza di una settimana dalla finale di UEFA Europa League del 18 di Maggio. Le fasce di orario saranno 18.45 e 21 CET. (Non più 18.55 come stato nelle ultime edizioni dell’Europa League, ndr.)

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Sarri nel pre-partita: “Il Torino crea problemi a tutti”

Pubblicato

:

Sarri

Maurizio Sarri, tecnico della Lazio, ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel pre-partita del recupero della ventunesima giornata di Serie A contro il Torino. I biancocelesti sono reduci dalla sconfitta casalinga contro il Bologna, dopo un primo tempo di altissimo livello. La seconda frazione però non è stata all’altezza della prima, e il gol di Zirkzee ha condannato la Lazio alla sconfitta. Dall’altra parte si trova una squadra che viene dal successo casalingo contro il Lecce per 2-0 nell’anticipo del venerdì. Sarri ha voluto mettere in guardia i suoi, che affronteranno una squadra in un ottimo momento.

LE DICHIARAZIONI DI MAURIZIO SARRI

STATO D’ANIMO “Non dobbiamo farci influenzare dall’ultimo risultato. Veniamo da tre buone prestazioni, poi il risultato a volte non viene, ma dobbiamo continuare così. Non meritavamo di perdere, per me è stata una sconfitta occasionale“.

TORINO“Non crea problemi solo a noi, quando sta bene fisicamente diventa una squadra difficilissima da affrontare. Ha più qualità degli anni scorsi, sarà una partita difficile, sono forti”.

ISAKSEN, FELIPE ANDERSON E IMMOBILE“In queste ultime tre partite la squadra ha dato la sensazione di aver ritrovato vivacità e pericolosità, devono proseguire così. L’aspetto positivo è che hanno margini di crescita”.

Continua a leggere

Europa League

Rennes-Milan 3-2, le pagelle: Bourigeaud magico, Leao-Jovic determinanti

Pubblicato

:

rennes milan pagelle

RENNES MILAN PAGELLE – Grazie al 3-0 dell’andata il Milan, nonostante la sconfitta per 3-2 al Roazhon Park contro il Rennes, conquista un posto per gli ottavi di finale di Europa League. La tripletta di Bourigeaud spaventa il Diavolo, che riprende due volte la compagine francese con Jovic e Leao e poi si difende strenuamente nel finale di partita. Di seguito, le pagelle di Rennes-Milan:

LE PAGELLE DEL RENNES

Mandanda 6: si fa trovare pronto sui tentativi del Milan, incolpevole sulla rete di Jovic e sfortunato nel rimpallo su quella di Leao.

G. Doué 6: spinge molto sulla fascia destra, ma lascia troppi spazi in fase difensiva (dal 57′ Seidu 6: entra con buona grinta, sufficiente).

Omari 5: non riesce a contenere Leao, né in occasione del gol del portoghese né in tutto il corso del match. In grande difficoltà.

Theate 5.5: si perde completamente Jovic sulla prima rete del Milan, poi cresce nel corso della gara.

Truffert 6: in costante proiezione offensiva, mette in mezzo dei cross interessanti.

Bourigeaud 8: sblocca il match con una bella conclusione di destro, poi trasforma perfettamente due penalty e realizza la tripletta personale. Superlativo, è il leader tecnico di questa squadra e lo dimostra ancora una volta.

Santamaria 6: con un Rennes super offensivo, è l’unico che mantiene la posizione e dà una mano dietro (dal 57′ Matusiwa 6: mette sostanza in mezzo al campo).

D. Doué 6.5: con la sua posizione ibrida, tra centrocampo e attacco, mette in difficoltà la retroguardia rossonera (dal 72′ Blas sv).

Gouiri 5.5: non riesce a incidere, dalla sua parte non arrivano reali pericoli (dal 84′ Yildirim sv).

Kalimuendo 6: crea diverse occasioni da gol, dal suo colpo di testa arriva il secondo penalty a favore del Rennes.

Terrier 5.5: conquista calcio di rigore subendo fallo da Kjaer, questo è l’unico squillo della sua prova poco brillante (dal 72′ Salah sv)

All. Stéphan 6.5: mette in campo un Rennes a trazione anteriore ma non riesce nell’impresa di ribaltare il risultato dell’andata: prova comunque più che positiva dei suoi.

LE PAGELLE DEL MILAN

Maignan 6: anche in questa gara i gol subiti, 3, sono troppi, ma il francese non ha particolari colpe in nessuno di questi.

Florenzi 5.5: bada a difendere, va un po’ in affanno sui dribblatori francesi (dal 84′ Terracciano sv).

Kjaer 5.5: tenta l’intervento su Terrier ma colpisce soltanto l’avversario e non il pallone: rigore e ammonizione per il danese. Per il resto, non commette altre gravi sbavature.

Gabbia 6: attento dietro, tiene a bada Kalimuendo.

Theo Hernandez 6.5: mette in mezzo un cross perfetto per Jovic che vale l’assist per il serbo, se la cava in difesa.

Musah 5.5: lascia troppo spazio a Bourigeaud in occasione del primo gol dell’ex Lens, in generale troppi errori in costruzione e in fase difensiva (dal 80′ Thiaw sv).

Bennacer 6: si muove bene in mezzo al campo ma senza grandissima intensità (dal 62′ Loftus-Cheek 6: la sua fisicità aiuta nella sofferenza finale).

Reijnders 6: dà il via all’azione del gol di Jovic, abbina quantità e qualità in mezzo al campo.

Pulisic 5.5: spicca meno del solito, non si esalta (dal 62′ Chukwueze 5.5: non fa molto, complice il momento della partita).

Jovic 6.5: si fa perdonare l’ingenua espulsione contro il Monza segnando il gol dell’1-1, poi aiuta la squadra nei momenti di difficoltà. Protagonista dello sfortunato episodio del calcio di rigore, in cui allarga un po’ troppo il braccio e tocca il pallone con la mano.

Leao 6.5: scappa molto spesso a Doué, dopo alcuni tentativi falliti riesce, anche con un rimpallo fortunato, a trovare la rete del 2-2 (dal 62′ Okafor 5.5: tocca pochissimi palloni, quando entra in campo il Milan bada a difendere).

All. Pioli 6: porta a casa la qualificazione agli ottavi, e questo era l’importante: un po’ troppa difficoltà, però, in questa sfida che poteva essere gestita meglio.

Continua a leggere

Flash News

Torino-Lazio, le parole di Romagnoli e Milinkovic-Savic nel pre-partita

Pubblicato

:

Sarri recupera Romagnoli

Il capitano della Lazio Alessio Romagnoli ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio nel pre-partita del recupero della ventunesima giornata tra il Torino e i biancocelesti. Oltre al difensore di Maurizio Sarri, anche Vanja Milinkovic-Savic, portiere del Torino, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport a pochi dal fischio d’inizio.

LE PAROLE DI ROMAGNOLI

SFIDA DI OGGISappiamo che quella di oggi è una gara fondamentale. Sappiamo anche che con il Bologna abbiamo fatto un buon primo tempo e siamo consapevoli di essere in un periodo positivo per noi. Dobbiamo continuare perché sarà lunga. Sappiamo di essere una squadra molto forte e che può ancora migliorare. Lacorsa Champions sarà lunga ma faremo di tutto per arrivare al nostro obiettivo. Quella di oggi sarà una partita molto intensa e tecnicamente dobbiamo essere al top”.

LE PAROLE DI MILINKOVIC-SAVIC

SUPPORTO DEI TIFOSI E CLASSIFICA – “Bello allenarsi in settimana con i nostri tifosi che ti spingono, tutto è più facile con loro. La classifica è molto bella, oggi vedremo. Siamo bravi nel difendere come squadra in 11 dietro la palla, i concetti sono chiari, anche i ragazzi arrivati da poco si sono integrati“.

LAZIO – “Oggi ci aspetta una grande prova, loro da anni giocano un calcio molto offensivo, stasera abbiamo la grande opportunità per vedere di che pasta siamo fatti”.

Continua a leggere

Europa League

Il Rennes di Bourigeaud prova l’impresa, ma il Milan accede agli ottavi di EL: il resoconto del match

Pubblicato

:

Milan-Rennes

RESOCONTO RENNES-MILAN – Rennes-Milan è stata una formalità sofferta, considerando il risultato di 3-0 in favore dei rossoneri, maturato in occasione della gara d’andataSan Siro. Benché i transalpini abbiano tentato di sfruttare le ridottissime possibilità di rimonta, il distacco di risultato era troppo ampio, e il risultato finale di 3-2 non è stato sufficiente. Di seguito riportato il resoconto di Milan-Rennes.

RESOCONTO RENNES-MILAN: IL PRIMO TEMPO

La prima frazione di gioco si sviluppa con grande velocità e intensità. Da un lato, il Rennes pressa e spinge con insistenza per cercare di indirizzare sin da subito il match a proprio favore; dall’altro, il Milan si difende e cerca di sfruttare gli spazi concessi dalla difesa avversaria, dedita maggiormente alla fase offensiva. In particolare, Rafael Leao approfitta di queste opportunità grazie alle sue falcate, ma senza impensierire. Al contrario, les Rouges et Noires schiacciano i rossoneri all’interno della propria area di rigore e cercano il vantaggio, ottenuto grazie a una conclusione radente di Bourigeaud al 10′. A questo punto, la speranza e la spinta del pubblico aumentano notevolmente, ma Maignan si oppone in più occasioni al raddoppio avversario.

Riprendendo il discorso degli spazi liberi lasciati dalla difesa transalpina, i meneghini riescono a sfruttarli definitivamente al 22′, quando l’asse Theo-Jovic porta il parziale sull‘1-1. In seguito a questa situazione, i ritmi della partita si abbassano notevolmente e la prima frazione si conclude nella tranquillità più totale.

RESOCONTO RENNES-MILAN: IL SECONDO TEMPO

Entrambe le squadre scendono in campo sull’onda del ritmo lento e blando degli ultimi minuti del primo tempo. Pertanto, il gioco è costruito con tranquillità da entrambe le squadre e la fase di pressing è ridotta al minimo. Fra le azioni da segnalare, vi è senza dubbio il grande errore sotto porta di Leao in apertura di frazione, incantato da Mandanda. Così come nel primo tempo, è il Rennes a passare nuovamente in vantaggio. L’artefice è sempre Bourigeaud, che in questo caso trasforma il calcio di rigore valido per il 2-1 al 54′, in seguito a un fallo ingenuo commesso da Kjaer. Neanche il tempo di tornare in vantaggio, che il Diavolo ristabilisce nuovamente la parità sul 2-2 al 57′per merito di un bravo e fortunato Leao, capace di timbrare il cartellino dopo l’ennesimo tentativo.

Per la terza volta nel corso della gara, però, i francesi passano in vantaggio, nuovamente da sviluppi di penalty. Pertanto, Bourigeaud realizza la tripletta personale al 68′, valida per il 3-2, dopo un tocco di mano in area di Jovic. I padroni di casa, dunque, si gettano alla disperata ricerca del gol. Mister Stephan le prova tutte, adottando anche un modulo insolito come il 2-4-4, che non dà, però, i risultati sperati. Nonostante la vittoria interna, però, il Rennes esce dalla competizione. Al contrario il Milan, nonostante la sconfitta, passa grazie al risultato totale.

LE POSSIBILI AVVERSARIE DEL MILAN

Il Milan ha strappato il pass per gli ottavi di finale di Europa League, competizione mai vinta nell’intera storia del club. In attesa dell’esito dei sorteggi, in programma domani, sono 7 le possibili compagini che incroceranno la propria campagna europea con i rossoneri. Scendendo nei particolari, 3 fra queste appartengono alla Premier League, e si tratta di West Ham, Brighton Liverpool. Restando in Gran Bretagna, un’altra possibile avversaria è il Rangers. Inoltre, non è da escludere l’accoppiamento con il Villarreal, prima classificata nel girone del Rennes, così come il Bayer Leverkusen, dominante in Bundesliga. Infine, altra possibile avversaria è lo  Slavia Praga, leader del girone della Roma.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969