Connect with us

Generico

Costruire dalle fondamenta con Iñigo Martínez

Pubblicato

:

Focus sul centrale accostato insistentemente all’Inter. 

IL PROFILO

Iñigo Martínez è un difensore centrale classe 1991 che, attualmente, milita nella Liga spagnola sotto contratto con la Real Sociedad. Si tratta di un difensore esperto ed assai navigato che può vantare quasi 200 presenze nel maggior campionato spagnolo alle quali aggiungere una decina di sporadiche apparizioni tra Uefa Champions League e Uefa Europa League. Durante l’ultima annata ha disputato 40 gare ufficiali siglando, tra l’altro, 4 reti e 5 assist; un traguardo tanto insolito quanto prezioso se derivato da un centrale di difesa.

Grazie all’ottima stagione di cui si è reso protagonista, il ragazzo, nel pieno della sua maturità calcistica, ha attratto su di sé le attenzioni dei vari top club sparsi per l’Europa. Tra di essi, in particolare, figurano l’Inter ed il Manchester City. All’età di 26 anni, Iñigo è così chiamato a fare il grande passo, nel tentativo di affermarsi ai livelli più alti che sino a questo momento non ha avuto occasione di raggiungere. Ne sarà all’altezza?

TECNICISMI

Non conoscete Iñigo Martínez e siete giunti qui nella speranza di saperne qualcosa in più? Vi trovate nel posto giusto al momento giusto.

Partiamo, innanzitutto, dai presupposti:

Il ragazzo, di nazionalità spagnola, è un mancino – non molto abile col piede opposto – alto 1.82m circa; contrariamente a quanto si potrebbe pensare quando si pensa a centrali sinistri, (Chiellini ad esempio, ndr) è dotato di un’ottima sensibilità di piede che gli consente di disimpegnarsi con serenità e di tentare il lancio lungo per i compagni con estrema versatilità.

Questa peculiarità, di per sé, dovrebbe essere sufficiente a spiegare i numeri in fase offensiva del ragazzo;

tuttavia scegliamo di mostrarvi anche qualche percussione offensiva dello spagnolo che, a livello di assist, può dire la sua anche tramite cross velenosi per i propri colleghi.

Inutile dire come tali caratteristiche, specie nel calcio moderno, possano rivelarsi fondamentali nella costruzione del gioco; Martínez potrebbe, infatti, avere il merito non solo di far circolare la sfera con ordine e geometrie ma, inoltre, di poter assediare la porta avversaria nel caso in cui la manovra costruita dal centrocampo non si rivelasse efficace a causa di una marcatura asfissiante. In sintesi, per gli amanti della Serie A, il centrale della Real Sociedad potrebbe vestire un ruolo chiave – specie in una difesa a 3 – seguendo l’esempio del più noto Leonardo Bonucci, celebre per le sue doti d’impostazione e palleggio.

Se ciò non dovesse risultare abbastanza per strofinarvi gli occhi, ecco scoperto un buon battitore di punizioni che coltiva il vizietto…

…del tiro dalla distanza.

Passiamo ora, però, al lato pratico, quello che maggiormente preme ai tifosi nel momento in cui assistono all’acquisto di un difensore centrale: le abilità difensive.

Lo spagnolo, fondamentalmente, è un difensore roccioso che sui contrasti non si risparmia, utilizzando adeguatamente il corpo e la propria fisicità per disorientare gli avversari e sporcare le loro giocate; non si risparmia nemmeno sulle entrate pericolose, espediente a cui ricorre spesso per depredare il pallone ai rivali.

Andiamo a vedere, ora, alcune statistiche che possano confermare ed approfondire quanto dichiarato.

  • Iñigo Martínez vanta il 92.31% di take-ons realizzati con successo. Per take-on, fondamentalmente, si intende il disimpegno del giocatore che salta l’avversario o scarica il pallone verso i compagni senza farsi sopraffare. Le statistiche di celebri colleghi come Piqué o Varane in merito ammontano all’80% ed al 57.14%.
  • Sono 60 le intercettazioni effettuate in campionato; il medesimo numero di quelle di Sergio Ramos contro le 36 di Piqué e 38 di Varane.
  • zero gli errori difensivi e zero gli errori difensivi che hanno portato alla marcatura avversaria. Ben tre, invece, gli errori del blasonato difensore blanco Sergio Ramos.
  • 120 i palloni spazzati. Un numero superiore ai big della Liga ed inferiore solamente a Diego Godìn (143).
  • 48 falli commessi. Come vi avevamo anticipato in precedenza, Iñigo Martínez non è il tipo di giocatore che tira indietro la gamba. Tale numero si rivela piuttosto alto, soprattutto in rapporto al numero realizzato dagli altri difensori: Musacchio 24, Piqué 20, Godìn 30.
  • 1 cartellino rosso, 10 cartellini gialli comminati nel computo delle 34 gare disputate in Liga.
  • La percentuale di duelli aerei vinti, invece, non è così positiva come le statistiche precedenti. Tale dato, infatti, ammonta al 59.60% circa contro il 69.14% di Piqué ed il 66.35% di Sergio Ramos.
  • In compenso, però, vanta una percentuale di passaggi riuscita pari all’84%; superiore a quella, ad esempio, di Musacchio e Godin ma inferiore a quella di Piqué (90%) e Ramos (89%).

LA TRATTATIVA

La trattativa, secondo i dati raccolti, dovrebbe rivelarsi tutt’altro che ostica. Sia nerazzurri che biancocelesti, difatti, si limiterebbero al pagamento della clausola rescissoria presente nel contratto del ragazzo e fissata a 32 milioni di euro circa. Ad avere la meglio, però, sarà il club che mostrerà maggior interesse e che saprà convincere – economicamente e sportivamente – le esigenze del ragazzo. L’Inter ha pronto un contratto di 4 milioni netti all’anno ed un ruolo da titolare da regalargli nella retroguardia meneghina; il Manchester City, invece, potrebbe offrirgli un ingaggio più alto, ma all’interno della rosa il ragazzo dovrebbe lottare per la titolarità.

Nelle prossime settimane se ne saprà di più. In Spagna, intanto, ne sono sicuri: il club di Milano porterà il ragazzo alla corte di Spalletti.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere

Generico

Gabbiadini verso il ritorno in campo: le ultime

Pubblicato

:

Gabbiadini

Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria, è uno dei grandi attesi ritorni dalla tifoseria blucerchiata. Con una sola rete all’attivo, il 31enne non sembra aver mai recuperato al 100% dopo il grave infortunio al crociato.

Nonostante le assenze rimediate prima della sosta di Qatar 2022, l’attaccante originario di Calcinate in questa prima parte di campionato si è rivelato fondamentale in occasioni importanti. Ricorderete sicuramente il gol che ha siglato contro la Lazio per acciuffare il pareggio importante. In quindici giornate però è un po’ poco ed i dubbi legati al numero 23 si sono fatti sempre più insistenti, intrinsechi all’altalenante condizione fisica.

Il ritiro di questi giorni della compagine blucerchiata sarà fondamentale per capire se l’attaccante potrà essere impiegato con costanza per tutti i novanta minuti. Tra una seduta d’allenamento e l’altra, Gabbiadini punterebbe ad una maglia da titolare in occasione di  Sassuolo-Sampdoria.

Continua a leggere

Generico

Le partite del giorno – Mercoledì 7 dicembre 2022

Pubblicato

:

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – SERIE B

Ore 20:30 Ternana-Cagliari (Sky/DAZN)

AMICHEVOLI INTERNAZIONALI

Ore 18:00 Fiorentina-Always Ready (DAZN)

Ore 18:00 Inter-Salisburgo (pagina FB Inter)

Ore 18:45 Antalyaspor-Napoli (Sky)

 

Continua a leggere

Flash News

Spalletti: “Per noi sarà un vantaggio lavorare durante la sosta”

Pubblicato

:

Napoli

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli durante un’intervista rilasciata alla stampa turca dal ritiro di Antalya, ha parlato della sosta che sta coinvolgendo anche il campionato di Serie A: “In momenti come questi, squadre come la nostra hanno l’opportunità di lavorare in modo più dettagliato. Non puoi andare sempre forte per tutto il tempo. La pausa offrirà l’opportunità di lavorare sui dettagli. Siamo molto contenti della forma che abbiamo raggiunto. Sarà un grande vantaggio per una squadra come la nostra poter lavorare e mantenere le nostre prestazioni in questo periodo. Abbiamo iniziato molto bene la stagione. è stato un vantaggio aver iniziato bene, abbiamo in squadra calciatori giovani molto forti. Abbiamo grande qualità ma abbiamo anche dei punti deboli.

Quindi mi congratulo con i miei giocatori per l’ottimo inizio. Faremo del nostro meglio per continuare così“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969