Connect with us

La nostra prima pagina

Cremonese-Milan 0-0, le pagelle: Carnesecchi ha futuro, Tomori il migliore dei rossoneri

Pubblicato

:

Il Milan di Stefano Pioli pareggia in trasferta contro la Cremonese di Massimiliano Alvini costellata dalle numerose assenze. I rossoneri, senza Theo e Giroud squalificati, si presentano in campo con Divock Origi davanti alla linea a tre costituita da Messias, Brahim Diaz e Rebic, mentre Alvini propone il tridente Meité, Ciofani e Afena-Gyan. La gara risulta bloccata nella sua prima frazione, nonostante il Milan giochi in modo propositivo creando qualche occasione pericolosa, una su tutte il tiro di Origi respinto in uscita da Carnesecchi. Nel secondo tempo, i rossoneri trovano il gol con Origi ma la rete viene annullata prontamente dal VAR per fuorigioco. La compagine grigiorossa rimane piuttosto compatta e attenta nella propria metà campo, cercando di punire il Diavolo su ripartenza, senza riuscirci. Nella ripresa, l’estremo difensore in maglia grigiorossa si rende ancora protagonista con due grandi parate, con il Milan che affanna un po’ dal punto di vista atletico. Partita che si conclude così a reti bianche, con un accenno di rissa sul finale.

LE PAGELLE DELLA CREMONESE

Carnesecchi 7: autore di una prestazione ottima, l’estremo difensore si oppone con decisione ai tentativi di Origi e Messias, blindando la propria porta; Man of the Match di questa sera.

Aiwu 6.5: il centrale risulta pienamente all’altezza dell’incontro; riesce a contenere bene Origi in marcatura e conduce una buona fase difensiva.

Bianchetti 6: difensore oggi ordinato, poche sbavature e tanta concretezza.

Vasquez 6: prestazione sufficiente, senza sottolineature da evidenziare.

Ghiglione 6: prova a spingere in ripartenza per tentare di impensierire la difesa rossonera, ma non riesce ad arrivare in fondo; buona prestazione. (Dal 62′ Sernicola 6: ordinato, si fa trovare pronto).

Escalante 5.5: titubante in copertura e non sempre ordinato in fase di impostazione.

Castagnetti 6: non trova molte verticalizzazioni, ma non va in difficoltà quando pressato dalla linea di centrocampo rossonera. (Dal 70′ Pickel 6: si rileva essere un buon innesto).

Valeri 6: l’esterno sinistro cerca di spingere sulla propria fascia, sfruttando la mancanza di Theo Hernandez; qualche guizzo ma fine a se stesso. (Dall’88’ Quagliata: SV).

Afena-Gyan 5.5: prestazione non all’altezza. Non arriva mai alla conclusione e non riesce ad incidere. (Dal 63′ Buonaiuto 6: riesce ad arrivare alla conclusione seppure centrale, impensierendo Tatarusanu).

Meité 6: il francese, impiegato in zona più offensiva rispetto al solito, non riesce a trovare il proprio spazio.

Ciofani 5.5: la punta italiana non arriva a concludere in un’ora di gara; sbaglia qualche appoggio facile. (Dal 63′ Okereke 6: non riesce a trovare la rete, ma comunque compie una buona mezz’ora di gioco).

LE PAGELLE DEL MILAN

Tatarusanu 6: gli attaccanti della Cremonese non riescono pienamente ad insidiarlo. In ’90 non rischia nulla e fronteggia un match di ordinaria amministrazione.

Thiaw 5.5: il terzino destro chiamato in causa da Pioli non convince a pieno; in fase difensiva si rende protagonista con un paio di palle perse che potevano rivelarsi pericolose. (Dal  60′ Kalulu 6: prestazione appena sufficiente del difensore rossonero che fa un’ordinaria fase difensiva).

Kjaer 6: prestazione ordinata, senza sbavature di rilievo.

Tomori 6.5: è il migliore difensore della compagine di Pioli; ancora una volta, è attento per tutto il match e non sbaglia nulla.

Ballo-Tourè 6: chiamato a sostituire Theo Hernandez, il connazionale gioca “senza infamia e senza lode”.

Bennacer 6: il centrocampista algerino sbaglia qualche passaggio e non è solido come nelle ultime uscite, ma tutto sommato la prestazione è sufficiente.

Tonali 6.5: tecnicamente serve ottimi palloni e verticalizza molto, ma non basta. (Dal 83′ Krunic SV).

Messias 6.5: due fiammate nel primo tempo lo rendono pericoloso nei pressi dell’area avversaria, ma al momento dell’ultimo passaggio non è preciso. Tenta la conclusione ma Carnesecchi si oppone con decisione.

Brahim Diaz 6: lo spagnolo impensierisce la difesa più volte, saltando la linea dei centrocampisti senza troppe difficoltà, ma manca di cattiveria negli ultimi 20 metri. (Dal 73′ De Ketelaere 5: chiamato in causa per sbloccare la partita, non incide per nulla e sbaglia tecnicamente passaggi semplici; rimedia l’ammonizione sul finale).

Rebic 5.5: il croato non riesce né a concludere in porta nè a offrire buoni passaggi ai compagni di reparto. Chiamato a sostituire Leao, è protagonista di una prestazione insufficiente. (Dall’ 83′ Lazetic SV).

Origi 5.5: la punta chiamata a sostituire lo squalificato Giroud, tranne la zampata in fuorigioco, non arriva a finalizzare in porta. (Dal 60′ Rafael Leao 5: entra con il solo obiettivo di arrivare al gol, non conclude mai in mezz’ora di gioco, ciondolando sulla fascia sinistra mancando di agonismo; si fa ammonire per futili proteste).

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Lecce, Dermaku prosegue il lavoro differenziato: i dettagli

Pubblicato

:

Lecce

Prosegue in casa Lecce la preparazione in vista di quello che sarà un intenso 2023 di Serie A; i salentini, nonostante 8 rassicuranti punti di vantaggio sulla Cremonese terzultima, sono ancora ben lontani dal raggiungere l’obiettivo salvezza, per la quale servirà una rosa il più al completo possibile.

In questa direzione lavora dunque Kastriot Dermaku, difensore albanese che sta proseguendo il proprio programma di lavoro differenziato per recuperare dal recente infortunio al bicipite femorale della coscia (lesione di primo grado).

Nell’allenamento di ieri ha continuato a prendere confidenza con il campo, e in questo senso proseguirà la sua preparazione al primo match del 2023 del suo Lecce, in casa contro la Lazio.

Continua a leggere

Flash News

A che punto è Ibrahimovic con l’infortunio? Le ultime

Pubblicato

:

Ibra

Dopo l’operazione al ginocchio che gli ha impedito di giocare i primi mesi di questa stagione, Zlatan Ibrahimovic è pronto a tonare ad allenarsi: come riporta il club rossonero l’attaccante svedese svolgerà alcuni allenamenti individuali a Milanello la prossima settimana e poi raggiungerà i compagni di squadra nel ritiro a Dubai in programma dall’11 al 20 dicembre, in cui continuerà con il suo programma di allenamento per farsi trovare pronto il prima possibile.

Continua a leggere

Calciomercato

Sampdoria, Colley in uscita: contatti con la Salernitana

Pubblicato

:

Sampdoria

Entra nel vivo il calciomercato dei club di Serie A. Per la Sampdoria, sarebbe in uscita Omar Colley. Il difensore gambiano non rientra più nei piani del club blucerchiato e a gennaio potrebbe dire addio.

Il centrale classe 1992 sarebbe finito nel mirino della Salernitana e si sarebbero registrati anche i primi contatti. Al momento, però, l’operazione sarebbe ostacolata dall’elevata richiesta economica della società ligure, che vorrebbe ricavare almeno 4 milioni di euro. Su Colley ci sarebbe anche l’interesse di altri club di Serie A, tra cui Cremonese e Monza. Le prossime settimane potrebbero rivelarsi decisive per il futuro del 30enne ex Genk.

A riportare la notizia è tuttosalernitana.com.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Lautaro non convince, Messi lo difende nell’intervista post partita: le parole

Pubblicato

:

Toni

Dopo la tragicomica prestazione di Lukaku contro la Croazia, il duo offensivo dell’Inter conferma il suo evidente momento di difficoltà; il match con l’Australia è stata infatti una grossa occasione mancata per Lautaro Martinez, che dopo aver perso il posto da titolare in favore del più pimpante Julian Alvarez (a segno anche ieri sera), fatica a ritrovare il proprio proverbiale killer istinct sotto porta.

El Toro, nel momento di maggior difficoltà dell’Argentina, ha fallito due occasioni abbastanza nette a tu per tu con Ryan (portiere australiano), impedendo alla Selecciòn di chiudere una partita che si stava rivelando sempre più spinosa dopo lo sfortunato autogol di Enzo Fernandez.

In suo soccorso non poteva dunque che arrivare Leo Messi, padre e padrone dell’Albiceleste (oltre che uomo-assist in entrambe le occasioni fallite dal centravanti nerazzurro), che ai microfoni di Tyc Sports ha rincuorato il proprio compagno di reparto: “Lautaro è un attaccante che vive di gol, ed è un giocatore molto importante per noi; l’importante è che stia bene in vista dei quarti contro l’Olanda.”

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969