Connect with us
Cremonese, il tuo girone d'andata è da 4,5

Coppa Italia

Pagellone girone d’andata – Cremonese 4.5: la buona volontà non basta senza vittorie

Pubblicato

:

Cremonese

Non riesco a comprendere se sia più spaventoso l’ultimo posto in ottica salvezza, il -9 dal diciassettesimo posto o lo “zero” sotto la tabella delle vittorie in tutto il girone d’andata. Lo scorso anno il Cagliari, ultima in classifica alla diciannovesima giornata, e poi retrocessa, aveva due punti in più e, nonostante ciò, non ce l’ha fatta.
La cosa, però, che più spiace della Cremonese, è che le buone intenzioni ce le sta mettendo tutte: ha chiuso ogni match contro le grandi del nostro calcio a testa altissima, perdendo 3-2 contro la Fiorentina, 1-0 contro la Roma (dominando e prendendo due legni), 3-1 contro l’Inter e 0-1 contro la Juventus (Milik al 91′), uscendo nettamente sconfitta solo contro Lazio e Napoli.
Ciò che più pesa, però, sono le altre sconfitte: i KO contro compagini come Sampdoria, Empoli, Verona e Monza, rivali dirette per la salvezza, rendono il pareggio con il Milan quasi inutile ai fini della classifica. Onore per aver eliminato il Napoli in Coppa Italia in una sfida di quelli che mai ci si sarebbe aspettato, ma che poco c’entra con la valutazione del girone d’andata.
I tanti acquisti estivi, da Dessers ad Afena-Gyan, passando per Lochoshvili, Tsadjout, Vasquez, Quagliata, Aiwu, Pickel e chi più ne ha più ne metta, senza alcun dubbio hanno pagato, ma sembrano ancora non essere abbastanza. Prima dell’ultimo atto è arrivato l’esonero, triste ma corretto, per Alvini, sostituito da Ballardini, uno che sa come “nuotare” in zona retrocessione.
La salvezza, oggi, sembra un affare una “Mission Impossible e sono pronto a scommettere che questa Cremonese da “ci vado sempre vicino” non ce la farà; tuttavia, mancano ancora cinquantasette punti. E allora ben vengano sorprese e in bocca al lupo.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Coppa Italia

Le sanzioni del Giudice Sportivo per la Coppa Italia: multa a Lautaro Martinez

Pubblicato

:

Lautaro

Un altro turno di Coppa Italia si è concluso, e il campo ha stabilito le quattro squadre che si giocheranno l’accesso alla finale del secondo maggior trofeo italiano. Le due semifinali saranno il derby d’Italia, Juventus Inter, e Fiorentina Cremonese. 

Da questo turno di Coppa Italia è uscita fuori una sola squalifica, per ammonizione in diffida, a Mattia Zaccagni, ala d’attacco della Lazio, sconfitta per 1-0 dai bianconeri della Juventus.

Invece un’ammenda di 1500 euro per Lautaro Martinez. Multa dovuta a causa dell’impertinenza e della veemenza nel protestare contro l’arbitro e i suoi assistenti, utilizzando frasi ingiuriose. Niente squalifica dunque per il Toro nel prossimo e delicatissimo turno di Coppa Italia.

Continua a leggere

Coppa Italia

Maxi squalifica per Foti della Roma: minacce e insulti a dirigenti e arbitro

Pubblicato

:

Brutto episodio durante RomaCremonese: nel match valido per i quarti di finale, vinto incredibilmente dalla squadra lombarda, un membro dello staff tecnico giallorosso ha insultato e minacciato sia alcuni dirigenti che l’arbitro di campo. Si tratta di Salvatore Foti, secondo allenatore di Mourinho, a cui il giudice sportivo Alessandro Zampone ha rifilato una squalifica fino al 28 febbraio.

Questo il comunicato della Lega a riguardo: “perché, al 33′ del secondo tempo, alzatosi dalla propria panchina, rivolgeva agli Ufficiali di Gara, urlando, ripetute espressioni offensive: per avere, inoltre, come rilevato dai rappresentanti della procura federale, rivolo, al 29′ del primo tempo, dopo la segnatura della rete della Cremonese, frasi minacciose verso una dirigente della squadra avversaria; per avere inoltre proferito al 34′ del secondo tempo, dopo aver ricevuto la notifica del provvedimento di espulsione, ripetute espressioni blasfeme allontanandosi dal recinto di giuoco; per avere, infine, dopo il termine della gara, posizionatosi davanti allo spogliatoio del Direttore di gara, rivolto al medesimo ulteriori espressioni offensive con tono minaccioso”.

Continua a leggere

Coppa Italia

Sarri analizza la sconfitta con la Juve: “Siamo un po’ stanchi”

Pubblicato

:

Lazio

Dopo la sconfitta di ieri in Coppa Italia contro la Juventus, la Lazio di Sarri si prepara già alla partita difficile di lunedì sul campo dell’Hellas Verona. Il tecnico nato a Napoli è però intervenuto sul match di ieri a Lazio Style Channel, sottolineando le condizioni fisiche di Immobile e i problemi riscontrati in zona offensiva.

“Ci sono mancati gli ultimi venti metri, ho sempre avuto la sensazione che fossimo in controllo della partita. Purtroppo abbiamo raccolto poco, non era comunque facile trovare spazi. La Coppa Italia è una competizione strana, si va dentro con un ranking che tiene conto di un’altra competizione e ti ritrovi a giocare in trasferta. Questo ovviamente non deve essere un alibi ma una difficoltà in più. Abbiamo comunque fatto una partita seria”.

“Ora in questi quattro giorni dobbiamo recuperare brillantezza e lucidità per affrontare il Verona. Nelle ultime partite la nostra percentuale di passaggi riusciti si è un po’ abbassata, sinonimo di stanchezza. Quello di Immobile era un cambio programmato, nella ripresa c’era il rischio supplementari così abbiamo deciso di farlo partire dall’inizio. Contro la Juventus se perdi l’ordine e concedi spazi soffri nelle loro ripartenze. Poi ovviamente all’interno dell’ordine devi tirare fuori qualcosa in più negli ultimi venti metri, ad esempio saltando di più l’uomo”.

Continua a leggere

Coppa Italia

Patric commenta la sconfitta della Lazio: “Il gol ha cambiato la sfida”

Pubblicato

:

Patric

Ieri la Lazio di Maurizio Sarri è stata eliminata dalla Coppa Italia, perdendo di misura contro la Juventus all’Allianz Stadium. La rete di Bremer, su un incertezza di Luis Maximiano, ha deciso la partita. Al termine dell’incontro, Patric ha commentato la sconfitta ai microfoni di Lazio Style Channel.

ANALISI – “Sapevamo che partita ci aspettava e che loro ci attendevano bassi vicini all’area, abbiamo cercato buchi, anche se la circolazione della palla era lenta. Peccato perché il gol ha indirizzato la gara, arrivare 0-0 a fine primo tempo era importante. A livello difensivo siamo stati bravi, abbiamo concesso poco. Quel gol gli ha dato fiducia, per noi segnare per primi era importante perché ci avrebbe aperto spazi. Noi a livello di applicazione la partita l’abbiamo fatta. Penso che abbiamo giocato come dovevamo, concedendo poco e nulla, il gol ha cambiato la sfida“. 

CONDIZIONI – “Io sto bene, da un paio di settimane ho ripreso il tono muscolare nella gamba in cui mi ero fatto male. Sono a disposizione del mister“.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969