Dove trovarci

Cristiano Ronaldo, top five dei suoi gol in bianconero

10 luglio 2018. Una data che negli annali del calcio diventerà storica, di un’importanza estremamente rilevante. Il giorno in cui una società italiana ha tramutato una grande utopia in solida realtà. Cristiano Ronaldo, giocatore mediaticamente più influente al tempo, ufficializzava il suo passaggio dal Real Madrid alla Juventus per una cifra vicina ai cento milioni di euro. La società bianconera era riuscita a concretizzare l’affare che avrebbe aiutato la compagine a sperare, ancor più strenuamente, nel sogno Champions League. Un destino che, tutt’ora, appare ancora lontano ma che al tempo risultava oltremodo prossimo alla realizzazione.

Da quel caldo giorno di luglio oramai sono passati quasi due anni e l’esperienza del talento portoghese a Torino si può definire senza dubbio positiva. Cristiano è infatti riuscito a siglare un totale di cinquantatré reti in settantatré presenze generali, numeri invidiabili che lo potrebbero portare, in prospettiva, a toccare la tripla cifra in meno di due anni. In due stagioni di carriera italiana tante sono state le eccellenti realizzazioni del fenomeno da Madeira, gol entusiasmanti che hanno anche regalato importanti vittorie alla Vecchia Signora. Quest’oggi abbiamo dunque provato a raccogliere le cinque reti più belle e decisive del suo percorso in bianconero:

5) JUVENTUS-MILAN 1-0, SUPERCOPPA ITALIANA 2018/2019

Non si poteva non iniziare dal primo trofeo di Cristiano in suolo italico. Un trofeo acquisito in una partita non brillante da parte di Madama, ottenuto nel perfetto stile che contraddistingueva l’allora squadra di Allegri: una compagine cinica, talvolta brutta da vedere, ma estremamente funzionale. Era il 16 gennaio 2019 e lo scenario era quello di Jeddah, in Arabia. Un clima surreale per due club abituati a ben altri stadi e ben altre atmosfere. Nel primo tempo sicuramente molto più pericolosa la Juventus che con Costa, Cancelo e un’acrobazia voltante di Ronaldo sfiora più volte l’1-0. Nella ripresa tuttavia si intravede una ripresa rossonera, che arriverà per altro a colpire una traversa su conclusione di Patrick Cutrone.

Al 61′ però una magica palla in verticale di Miralem Pjanić scavalca la retroguardia dei ragazzi di Gattuso e pesca perfettamente l’inserimento di Cristiano che colpisce di testa e batte un più che colpevole Donnarumma. Al King Abdullah Sports City Stadium scatta il delirio, tanto sugli spalti, quanto in campo. La Juventus passa in vantaggio grazie “all’uomo delle finali”. L’incontro si concluderà sul risultato di 1-0 e la società di Andrea Agnelli riuscirà a metter in bacheca un ulteriore trofeo, merito dell’investimento più oneroso di sempre per il team piemontese.

Fonte: profilo IG @juventus

4) JUVENTUS-ATLÉTICO MADRID 3-0, OTTAVI DI CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

In una delle migliori partite della Juventus negli ultimi otto anni di successi, il diamante lusitano ha particolarmente brillato, riuscendo a siglare una tripletta. La partita era un ritorno degli ottavi di finale di Champions League e alla squadra torinese serviva un autentico miracolo. All’andata, difatti, Ronaldo e compagni avevano perso per ben 2-0 in casa del team di Simeone, vedendosi costretti dunque a dover ribaltare un esito quasi già scritto. L’Atlético è difatti noto per il suo aspetto primariamente difensivista e fortemente arcigno, risultava dunque impensabile riuscire a fare tre reti alla vigilia dell’incontro. Nonostante ciò Allegri prepara il match in maniera impeccabile, proponendo fin da subito l’estro tecnico di Bernardeschi e Spinazzola e facendo rivestire ad Emre Can un inedito ruolo di centrale difensivo d’impostazione.

La gara viene più che dominata dai bianconeri e, come anticipato precedentemente, Cristiano riesce a segnare ben tre reti. La più importante resta comunque la prima, il gol che ha dato la grande speranza a tutto l’ambiente di credere in un’insperata rimonta. Al minuto ventisette Bernardeschi, uno dei migliori della partita, fa partire, dalla zona sinistra del campo, un cross verso il secondo palo. Ronaldo svetta di testa, sovrastando nettamente Juanfran e regalando l’inizio del sogno ai propri compagni. Un’altra rete di testa ed un calcio di rigore faranno terminare il match sul 3-0 finale.

Fonte: profilo IG @juventus

3) JUVENTUS-MANCHESTER UNITED 1-2, FASE A GIRONI DI CHAMPIONS LEAGUE 2018/2019

Finalmente la prima rete marcatamente estetica di questa inedita classifica. Il 7 novembre 2018 andava in scena la quarta sfida della fase a gironi di Champions League. La Juventus, sino a quel momento, aveva compiuto un percorso netto, riuscendo ad imporsi contro Young Boys, Valencia e, appunto, Manchester United. Nella “rivincita” dell’incontro di andata, la formazione torinese offre una prestazione detonante. I bianconeri appaiono assoluti padroni del campo grazie ad un giro palla non particolarmente prolungato, ma focalizzato alla ricerca periodica dell’immediata verticalizzazione. Tutto sembra procedere al meglio, con il team guidato da Allegri che si trova in vantaggio sino all’80’ dopo per altro aver colpito anche due legni nella prima metà di gioco con Khedira e Dybala. Gli ultimi dieci minuti dell’incontro la squadra, tuttavia, si spegne completamente. Il Manchester United pareggia all’83’ grazie ad una punizione di Juan Mata e raddoppia quattro minuti dopo con un autogol di Leonardo Bonucci sugli sviluppi di un calcio da fermo.

La rete che, però, manda in vantaggio il club della Continassa è un gol da cineteca, perfetto esempio di coordinazione unita ad un killer instinct di rarissima concretizzazione. Leonardo Bonucci, situato poco più avanti della zona mediana di campo, lascia partire uno dei suoi abituali lanci a pescare l’inserimento del centravanti. La palla, in questo caso, è perfettamente calibrata e manda Ronaldo a tu per tu con De Gea. L’ex Real Madrid, al volo, calcia il pallone mandando in visibilio l’intero Allianz Stadium. Una partita sfortunata per la Juventus, ma che ha regalato uno dei gol più belli di Cristiano in Italia.

Fonte: profilo IG @juventus

2) EMPOLI-JUVENTUS 1-2, SERIE A 2018/2019

27 ottobre 2018, decima giornata del girone d’andata di campionato. L’Empoli, in crisi di risultati, ospita al Castellani una Juventus in splendida forma, autrice di otto vittorie nelle prime nove partite del torneo. Oltretutto Ronaldo proveniva da due gol nelle due sfide precedenti, avendo segnato contro Udinese e Genoa. I presupposti dunque per una netta vittoria bianconera erano ben più che ipotizzabili. Tuttavia la Juventus, pur partendo discretamente bene, incassa una rete dopo ventotto minuti di gioco. Caputo infatti riesce a gonfiare la rete avversaria mandando in vantaggio i suoi. Nella ripresa, la Juventus tuttavia riprende il pieno controllo della gara, riuscendo a prender sempre più campo. Dopo pochi minuti prende una traversa con Pjanić e, successivamente, la squadra trova il pareggio su calcio di rigore, tramutato in gol proprio dall’ex Manchester United.

Il gol del definitivo 2-1 è una perla assoluta di Ronaldo, che dalla trequarti si inventa una rete incredibile, probabilmente una delle migliori dell’intera stagione juventina. Dopo un passaggio rasoterra di Matuidi, Cristiano si defila qualche metro, avanzando comunque minacciosamente verso la porta di Provedel. Da circa venticinque metri, scaglia una saetta all’incrocio del secondo palo, dove l’estremo difensore empolese non può assolutamente arrivare. Anche in questo caso, qualora comunque ce ne fosse bisogno, il talento portoghese dà prova di assoluto controllo mentale sia della propria condizione che della situazione in campo, confermandosi, ulteriormente, il migliore al mondo (insieme a Lionel Messi).

Fonte: profilo IG @juventus

1) SAMPDORIA-JUVENTUS 1-2, SERIE A 2019/2020

Cosa aggiungere ad un gol che probabilmente ancora possiede echi sconfinati nella mente di ogni appassionato del gioco? 18 dicembre della stagione corrente, la Sampdoria dopo la vittoria nel derby vuole dare seguito al buon periodo di forma, contro una Juventus che prima della precedente vittoria con l’Udinese, aveva perso con la Lazio e pareggiato col Sassuolo. La sfida parte subito bene per i bianconeri che intorno al ventesimo minuto si portano in vantaggio grazie ad una grande conclusione al volo di Paulo Dybala. Nonostante ciò, su un disimpegno errato di Alex Sandro, la formazione guidata da Claudio Ranieri riesce a trovare il pareggio con Gianluca Caprari. Match che comunque vede prevalere la formazione ospite, anche se con un possesso palla sterile e raramente pericoloso.

Nonostante ciò, al minuto quarantacinque, Cristiano Ronaldo decide di spiccare il volo, raggiungendo, nuovamente, l’Olimpo etereo dei campioni del gioco. Su cross dalla sinistra di Alex Sandro, l’ex Sporting Lisbona svetta rimanendo in aria un tempo infinito e siglando, con un colpo di testa, il 2-1, risultato con il quale terminerà l’incontro di Genova. Un gol incredibile, esemplificativo della sua costruzione fisica, che Ronaldo ha incentivato giorno dopo giorno, dagli albori della sua carriera.

Un’autentica macchina, nato come talento ma divenuto una leggenda tramite sforzi e fatiche quotidiane.

Fonte: profilo IG @cristiano

 

(Fonte immagine copertina: sito ufficiale Juventus)

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico