La cessione di Patrick Cutrone al Wolverhampton – formalizzata la scorsa settimana – ha sorpreso gli appassionati della Serie A. Il giovane attaccante, infatti, è sempre stato visto come uno dei migliori prospetti dei vivai italiani, uno di quelli che “si farà”. E Patrick di gol, nonostante la giovane età e l’aver indosso una maglia pesante come quella del Milan, ne ha segnati eccome. Eppure i rossoneri non si sono fatti scappare la possibilità di monetizzare con il suo trasferimento in Inghilterra. Proprio sull’addio del classe ’98 è ritornato il suo agente, Donato Orgnoni, che è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli.

“Il Milan ha preso una scelta tattica e per il prosieguo della carriera di Patrick è stato meglio andar via. A 21 anni hai bisogno di crescere e non di far panchina. Su di lui c’erano diverse squadre, tra cui il Napoli. Gli azzurri, tuttavia, erano già al completo e non gli avrebbero garantito il minutaggio richiesto.”

Inoltre, si è parlato del costo della trattativa (23 milioni di euro bonus compresi) che ha lasciato perplessi gli addetti ai lavori:

“Con quel prezzo è stato sottovalutato, ma solo il tempo ci dirà se sarà stato il Milan a fare un affare o i Wolves. Io credo di avere la risposta.”

Ora Cutrone dovrà confrontarsi con il campionato più ostico al mondo, un banco di prova difficilissimo per un ragazzo che – così giovane – si trasferisce dalla Serie A alla Premier.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram ufficiale @patrickcutrone63