Dove trovarci
Le Ultime

Da Meazza a Calhanoglu, tutti i “tradimenti” in riva al Naviglio

Ormai è la notizia del giorno. Dopo 4 anni Hakan Calhanoglu lascia il Milan. Il trequartista turco ha deciso di non rinnovare il contratto con i rossoneri che lo lasciano andare a parametro zero. La notizia clamorosa è però la prossima destinazione del giocatore. L’ormai ex numero 10 rossonero è in procinto di firmare con i rivali dell’Inter, con i quali si legherà per 3 anni con uno stipendio annuale di 5 milioni di euro a stagione.

MEAZZA, IBRA, RONALDO…QUANTI CAMBI DI SPONDA NEI NAVIGLI

Il trasferimento di Calhanoglu all’Inter ha scaturita l’ira dei tifosi rossoneri. Questi ultimi avevano già presagito l’addio del turco, ma mai avrebbero pensato ad un passaggio agli odiati rivali concittadini. Il passaggio di Calhanoglu in nerazzurro è solo l’ultimo di tanti cambi di maglia tra le due milanesi. Ora vi elencheremo i trasferimenti più eclatanti tra i due club

Giuseppe Meazza: Lo stadio di Milano è stato intitolato a lui, eppure nel ’40 fu protagonista di un cambio di casacca clamoroso. Dopo 13 stagioni in maglia nerazzurra con 3 scudetti e 1 Coppa Italia in bacheca, Meazza si trasferisce al Milan dove giocherà per 2 stagioni. Più tardi si pentirà del tradimento compiuto e chiuderà la carriera all’Inter

Roberto Baggio: Ovviamente non poteva mancare il “Divin Codino” in questa speciale lista. Baggio gioca per il Milan dal ’95 al ’97 vincendo uno scudetto. Dopo una parentesi al Bologna, nel ’98 torna a Milano, sponda Inter, dove giocherà per due stagioni.

Andrea Pirlo: Più che un tradimento, questo è stato un grosso rimpianto della dirigenza nerazzurra. L’Inter nell’estate ’98 preleva Pirlo dal Brescia ma in due stagioni “il maestro” non è mai riuscito a trovare spazio in nerazzurro. Così nell’estate 2001 Moratti lo cede al Milan per 35 miliardi di lire più il cartellino di Brncic, il resto è storia.

Scambio Seedorf-Coco: Anche qui Moratti e i tifosi nerazzurri si staranno ancora mangiando le mani. Nella sessione di mercato estiva del 2002 Clarence Seedorf viene ceduto al Milan in un’operazione di scambio che porterà in nerazzurro Francesco Coco. Inutile dire come andranno le cose.

Hernan Crespo: “arma letale” è un simbolo della nostra Serie A e non poteva non lasciare il segno nella “Scala del Calcio”. La sua esperienza a Milano è fatta di tre fasi. L’inter nel 2002-03, il Milan nel 2004-05, protagonista della debacle di Istanbul, e di nuovo Inter dal 2006 al 2009.

Ronaldo: dal ’97 al 2002 è stato il simbolo dell’Inter. Nel 2007 però il Fenomeno colpirà i suoi ex tifosi alle spalle trasferendosi al Milan ed esultando nel derby

Ronaldo con la Magli del Milan che esulta in un derby contro i suoi ex tifosi interisti (Pic By: goal.com)

Zlatan Ibrahimovic: Ultimo ma non ultimo, ecco sua maestà Zlatan. Dal 2006 al 2009 contribuirà alla vittoria di 3 scudetti con l’Inter. Nel 2011 però si accaserà al Milan, col quale giocherà due stagioni, salvo poi tornare nel 2020.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calciomercato