Quella di Yaya Sanogo è stata, fino ad ora, una carriera complicata. La crescita dell’attaccante classe 1993 è stata rallentata da molti infortuni. La premesse erano delle migliori, gli addetti ai lavori erano convinti che sarebbe diventato un big del calcio mondiale. Anche e, soprattutto, tra gli amanti del videogioco Football Manager il suo nome era in voga. Eppure, il francese non è riuscito a rispettare le attese.

A FranceFootball l’attaccante del Tolosa si è raccontato.

“A Tolosa ho finalmente trovato l’ambiente perfetto in cui giocare. Dal momento in cui disputi alcune partite, ti alleni e riacquisti la fiducia, il piacere arriva naturalmente.”

Dopo tanti, troppi infortuni, che lo avevano messo all’angolo, nel 2013 l’Arsenal decide di puntare su di lui.

“L’Arsenal? Al mio posto, chi non l’avrebbe fatto? Non lo dimenticherò questo periodo perché eravamo un vero gruppo di amici. In allenamento era alto il livello ma era bello stare insieme in campo.”

Infine, ha parlato della pressione che la stampa può mettere su un calciatore. Le troppe aspettative tendono a non favorire la crescita sportiva di un giovane talento.

“La stampa decide di mettere in risalto chi vuole, io non ho detto a nessuno di mettere il mio nome in prima pagina. È ovvio che certe cose che leggevo potevano influenzarmi, ma ero convinto che non fosse così. Tuttavia, nonostante tutto credo di aver fatto il mio massimo.

(Fonte immagine di copertina: profilo Instagram ufficiale Yaya Sanogo)