Connect with us
Dal Futsal a predestinato, la storia di Gabriel Martinelli

Calcio Internazionale

Dal Futsal a predestinato, la storia di Gabriel Martinelli

Pubblicato

:

In materia di predestinati, risalta spesso il color rosso come manifesto principale. Le recenti domeniche italiane hanno visto milioni di appassionati esultare per le vittorie della Ferrari con un giovane monegasco. La storia di un altro ragazzo, questa volta con la maglia dell’Arsenal, tinge del medesimo colore le notizie fresche di giornata. La storia di Gabriel Martinelli sorge da molto lontano, dopo mille peripezie, frutto dei sacrifici che lo hanno portato a stupire con la maglia dei Gunners. Nasce il 18 giugno del 2001, nella città brasiliana di Guarulhos, all’interno di una Nazione in cui il calcio non si ama solamente, ma si vive giorno per giorno. Tra le vie di ogni realtà vivente, negli angoli più angusti di ogni casa, si ramificano le ambizioni dei ragazzi più vari, i quali sognano di emulare le azioni dei loro campioni preferiti. Dentro i primi gol europei di Martinelli, probabilmente vi è lo stampo di chi ha creduto veramente nelle proprie possibilità, di chi mediante le giuste considerazioni ha colmato distanze che poco tempo prima parevano impensabili.

Fonte: profilo ufficiale Instagram @ga_martinelli01

DAL FUTSAL AL CALCIO EUROPEO

Il cammino del giocatore nasce in un mondo parallelo al calcio, precisamente nel Futsal. Il passaggio al campionato a 11 prevede un periodo di transizione nel settore giovanile del Corinthians, entro cui, tra colpi di suola e tocchi di punta stile biliardo, sviluppa e consolida i primi movimenti. Saranno anni di dribbling ravvicinati e studio della dinamica del gioco stretto, preludio delle movenze notate nelle prime uscite stagionali. Ma il 2015 è l’anno del trasferimento. Ugualmente alla città nativa, anche Itu appartiene allo stato di San Paolo, e la maglia rossonera dell’Ituano inaugura definitivamente la vetrina del gioiello in questione. Ordem y Progreso – come recita il motto presente sulla bandiera brasiliana – si connatura in questo caso nella parabola ascendente del ragazzo. L’ordine è l’estrema umiltà, rimarcata recentemente anche da Emery nell’attitudine giornaliera. Il progresso è lo sviluppo, studiato per un popolo alla ricerca della maggior crescita civile, adottato d’altro canto, per il futuro di chi intende volare fra le stelle.

Non a caso, l’estate del 2019 è stata oggetto degli interessi più sinceri da parte dei migliori club del mondo. L’hanno inseguito il Real Madrid, il Barcellona e l’Arsenal. Un’altra inglese, il Manchester United lo scartò due anni fa, dopo quattro provini. Alla fine, il biglietto di Gabriel ha preso la direzione di Londra, in virtù della forte fiducia dei Gunners, dietro previo pagamento di circa 7 milioni di sterline. Ai corteggiamenti seguono i fatti, le promesse svaniscono se non rispettate da reali dimostrazioni tecniche e tattiche, ma lo spunto non è mancato, non solo: è stato da record. Il minutaggio in Premier League viene immediatamente colmato dall’esordio con doppietta in EFL Cup. A soli 18 anni è il brasiliano più giovane ad aver segnato nella competizione, ma quando sei così giovane hai fame di successo. Il piatto si chiama Europa League, mentre il gusto ha ancora il sapore di un esordio con doppietta e assist, oltre al record di diventare il calciatore più giovane del club a raggiungere tale obiettivo: What Else?

STILE DI GIOCO

Immaginiamo una matrioska, dentro ogni pezzo, scavando ulteriormente, trovi tasselli sempre più nascosti. La vivacità offensiva del brasiliano combacia probabilmente col gioco metaforico. Le caratteristiche amano intrecciarsi, per creare un giocatore ibrido, avvicinabile a tanti esempi già affermati. Ciò che stupisce principalmente è il cambio di passo, una macchina da corsa con le gambe umane, capace di passare da zero a cento in pochi istanti. Oltre alla rapidità abbina l’intelligenza tattica, poiché se schierato in un tridente offensivo, agisce efficacemente ambo le parti o da punta di riferimento. Da qui la capacità di adattamento, un amor proprio per la gestione del pallone (forse anche troppo) e lo slancio necessario per la marcatura a rete.

Fonte: profilo ufficiale Instagram @ga_martinelli01

Il gioco di Unai Emery prevede inoltre un rapido spostamento di palla, entro cui tutti gli interpreti in campo partecipano attivamente. La sfera viaggia da un estremo all’altro, dai difensori, alla zona intermedia, più il supporto dei laterali. Quest’ultimo punto riguarda il lavoro di un trequartista, una mezz’ala, o anche di una seconda punta, i quali alleggeriscono la posizione di qualche metro per estendere le linee di passaggio. Il talento di Martinelli può evolversi esattamente in un’idea di gioco indirizzata alla creazione sempre più frequente dello spazio. A partire da questo punto si connatura l’esplosività della corsa volta al dribbling e la nascita del pericolo come conseguente arma letale a favore dei Gunners.

https://www.youtube.com/watch?v=02-zYqmZsAw&list=LL7wuHac2ZlHluAZGOrxtBuA&index=2&t=82s

Quale futuro? Sulla carta limpido, a favore di una New Wave in crescita. Le ibridazioni raccontano di un giocatore dal tocco alla Neymar, l’impeto della corsa ricorda molto Álvaro Morata, la finalizzazione è quella di Lewandowski. L’unica certezza rimanda ad un arricchimento della Premier League, secondo un calcio d’oltre manica entro cui anche le big favoriscono lo sviluppo delle promesse più ambite. Nel Manchester United, Rashford, classe 1997, si appresta a giocare la quarta stagione tra i professionisti. Il Chelsea di Lampard, costretto in parte dal blocco del calciomercato, schiera settimanalmente un undici di partenza Under 25. L’Arsenal non rimane a guardare, si affianca alla linea di pensiero e inserisce in prima squadra Martinelli, destinato, almeno inizialmente, al prestito stagionale. Un ragazzo di cui, sicuramente, risentiremo parlare.

Fonte immagine in copertina: profilo ufficiale Instagram @Arsenal

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bundesliga

Neuer spaventa il Bayern Monaco: “Sto riconsiderando il mio futuro qui”

Pubblicato

:

Neuer

Di recente, il Bayern Monaco ha cacciato Toni Tapalovic, il preparatore dei portieri baveresi e storico amico di Manuel Neuer. Una decisione che al forte portiere tedesco non è andata già. L’ex Schalke 04 ha commentato così a Süddeutsche Zeitung l’accaduto:

SULLA DECISIONE – “L’addio di Tapalovic è stato un duro colpo per me, proprio mentre mi trovavo già a terra. Mi è sembrato che mi stessero strappando via il cuore ed è stata sicuramente la cosa più brutale che ho sperimentato in carriera. Non riesco proprio a capirne il motivo… Ci ho pensato a lungo e ho riconsiderato tutto, compreso il mio futuro al Bayern“.

Dichiarazioni forte dell’estremo difensore del Bayern Monaco, che potrebbero portarlo lontano da Monaco dopo quasi dodici anni. Ogni eventuale decisione verrà presa per l’estate, mentre in questo momento Neuer sta recuperando da un infortunio grave, che ha costretto il Bayern ad acquistare Sommer nella finestra di mercato invernale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La UEFA non pubblica la Lista A della Roma sul proprio sito: i dettagli

Pubblicato

:

roma

In vista della fase ad eliminazione diretta dell’Europa League, la Roma ha puntualmente pubblicato la Lista A con i nomi dei calciatori utilizzabili nel corso della competizione, tra cui Nicolò Zaniolo. Tuttavia la UEFA non ha ancora pubblicato l’elenco dei giallorossi (e dell’Istanbul Basaksehir) sul proprio sito ufficiale, facendo chiarezza sulla questione tramite un comunicato.

Al suo interno viene riportato infatti che “i due club hanno accettato specifiche restrizioni sportive sui giocatori appena trasferiti, iscrivibili alla Lista A affinché possano partecipare alle competizioni UEFA per club. Le liste di AS Roma e Istanbul Basaksehir verranno dunque sottoposte a specifici controlli dell’Organo di Controllo Finanziario del Club, e fino ad allora la loro pubblicazione è rinviata“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Chelsea lascia fuori dalla lista UEFA quattro nuovi acquisti

Pubblicato

:

Chelsea

Dopo la grande campagna acquisti condotta nell’ultima sessione di mercato, il Chelsea ha stilato la nuova lista UEFA. I nuovi innesti dei Blues sono sette, mentre il regolamento prevede l’integrazione di soli tre calciatori.

Indubbiamente, mister Potter ha dovuto lasciare fuori ben quattro nuovi acquisti, che quindi non prenderanno parte ai match di Champions League del Chelsea. Joao FelixEnzo Fernandez e Mykhailo Mudryk sono stati inseriti in lista UEFA; gli esclusi di lusso, invece, sono Benoît Badiashile, Noni Madueke, Datro Fofana e Andrey Santos. Di seguito vi riportiamo la lista Champions del Chelsea.

Portieri: Kepa Arrizabalaga, Marcus Bettinelli, Edouard Mendy.

Difensori: Thiago Silva, Trevoh Chalobah, Ben Chilwell, Reece James, Kalidou Koulibaly, Cesar Azpilicueta, Marc Cucurella, Wesley Fofana.

Centrocampisti: Enzo Fernandez, N’Golo Kante, Mateo Kovacic, Christian Pulisic, Ruben Loftus-Cheek, Raheem Sterling, Mason Mount, Denis Zakaria, Hakim Ziyech, Conor Gallagher, Carney Chukwuemeka.

Attaccanti: Joao Felix, Mykhailo Mudryk, Kai Havertz.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] Primo gol ufficiale per Ronaldo con la maglia dell’Al Nassr

Pubblicato

:

Sportitalia

Il momento tanto atteso da Cristiano Ronaldo e dai tifosi dell’Al Nassr è finalmente giunto. Il campione portoghese, nei minuti finali del match di Saudi Pro League contro l’Al Fateh, ha finalmente siglato la prima rete ufficiale con la maglia del club saudita. La rete è arrivata su calcio di rigore al minuto numero 93.

Nel corso del match, però, il cinque volte Pallone d’Oro ha sfiorato più volte il gol. Nel corso del primo tempo, prima ha commesso un errore da dentro l’area di rigore, poi ha colpito la traversa a pochi metri dalla porta. Sempre nella prima frazione di gioco, CR7 ha siglato una rete, ma il guardalinee gli ha negato la gioia della marcatura annullando il gol per fuorigioco. Per il primo Sium in terra saudita, i tifosi dell’Al Nassr hanno dovuto attendere fino al 93′.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969