Connect with us

Generico

Daniele Pradè, un “nuovo” modo di comunicare

Pubblicato

:

Una volta gli allenamenti erano pubblici e, spesso, il cronista che arrivava per primo al campo poteva scegliere di cucinarsi il boccone più ghiotto. I cronisti erano a tu per tu con il calciatore: un rapporto quasi intimo. Oggi, invece, c’è la conferenza stampa dell’allenatore/giocatore: uno contro tutti. In questo progresso di anni – e regresso di comunicazione – hanno colpito le recenti parole di Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, subito dopo la vittoria sul Monza in Coppa Italia.

COMUNICAZIONE

C’è chi con le parole alza muri tra il protagonista e lo spettatore. Ma c’è anche chi quei muri, con parole diverse, prova a buttarli giù. Le dichiarazioni di Montella e di Pradè, dopo il trionfo dei viola, vanno in sensi completamente diversi. Uno chiuso, rimbalzante, a tratti con mimica e toni infastiditi per le voci di mercato; l’altro aperto, dialogante, un vero pozzo senza fondo nel colloquio con i giornalisti. E non vale la scusante del ruolo diverso che ricoprono. Ognuno è comunicatore – più che portavoce – di sé stesso.

Tre, le domande di mercato dei cronisti: il sogno Ribery e il futuro di Biraghi e Simeone – quest’ultima posta solo al direttore sportivo. Parecchio differenti le risponde di Montella prima e Pradè poi:

“Il sogno Ribery? Io sogno di avere giocatori funzionali. Se poi esiste la pista di un grande nome, meglio ancora. Vuole sapere se il francese è funzionale? Lo è per tutti. Biraghi in panchina per voci di mercato? No, volevo vedere l’altro terzino Terzic” (Montella)

“Ribery ha importanti offerte. Noi lo vogliamo, ci piacerebbe averlo, però non possiamo permetterci gli stipendi delle squadre arabe o russe. Se lui vuol continuare a fare il calciatore ad alti livelli, noi, e soprattutto Firenze, lo aspettiamo a braccia aperte. Biraghi? Vuole andare all’Inter, non c’è nessuna contropartita tecnica che si chiama Politano. Potevamo scambiarlo con Dalbert, poiché la trattativa era partita in quella maniera, però il brasiliano in questo momento preferisce andare al Nizza. Simeone? Due sono le piste: o lui trova una sistemazione gradita sia da lui che da noi, o io sono contento di tenerlo in squadra” (Pradé)

Dettagli tecnici a parte – dei quali soltanto un dirigente sportivo, per la carica che ricopre, normalmente, li espone -, ciò che salta all’occhio non è più di tanto il confronto stesso tra le dichiarazioni dell’allenatore dei viola e Pradé, quanto le affermazioni di quest’ultimo rispetto agli altri dirigenti sportivi. Nessun giro di parole, nessuna maschera.

Se nessuno ci ha mai fatto caso è perché, forse, l’abitudine ha annebbiato pure i più attenti. Si è sempre preferito fare la cosa più opportuna – sviare una domanda scomoda di un giornalista, per esempio – che la cosa più giusta – rispondere a quella stessa domanda senza trovare scorciatoie nella retorica. Sembra strano – e brutto, se non scontato – sottolineare azioni simili. Ma lo scopo è proprio questo: iniziare a differenziare il lavoro svolto in maniera corretta da quello fatto in maniera “errata”. Ma è un discorso vecchio, questo. D’altronde, se lo chiedeva pure Montale: “Chissà se un giorno butteremo le maschere che portiamo sul volto senza saperlo”.

(Fonte immagine di copertina: sito ufficiale della ACF Fiorentina)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

La Roma blinda Pisilli: rinnovo fino al 2026

Pubblicato

:

Dybala

Arriva un rinnovo importante in ottica futuro per la Roma. Secondo il noto giornalista Nicolò Schira, il giovane talento Niccolò Pisilli, classe 2004, ha prolungato il suo contratto fino al 2026.

Per il  giovane centrocampista italiano, che al momento milita ancora in primavera, si prospetta un futuro tutto giallorosso. 

Continua a leggere

Flash News

Spagna-Germania, le parole di Luis Enrique: “Sarà sfida alla pari, Gavi può segnare una nuova epoca”

Pubblicato

:

Dove vedere Spagna-Costa Rica

Alla vigilia del big match tra la Spagna e la Germania, partita valevole per la seconda giornata della fase a gironi della Coppa del Mondo di Qatar2022, il ct iberico Luis Enrique è intervenuto in conferenza stampa. L’ex allenatore di Barcellona e Roma tra i vari argomenti ha analizzato gli avversari e ha paragonato il gioco tedesco molto simile a quello delle furie rosse, ecco le sue parole: “La Germania è la squadra che assomiglia più alla Spagna, gioca sempre in attacco cercando di mettere pressione nella metà campo avversaria e avere sempre la palla. La Germania è una squadra che sa competere, ha una storia vincente e alcuni fra i migliori giocatori al mondo, ma noi siamo convinti di poter vincere, ma non dobbiamo essere troppo sicuri di noi altrimenti la fiducia può dare alla testa“.

LUIS ENRIQUE SU GAVI

Il tecnico spagnolo ha poi elogiato una delle sorprese di questo Mondiale Gavi: “La cosa più sorprendente è che qualcuno a 18 anni e 100 giorni abbia quella fiducia in s stesso, abbia l’intelligenza per posizionarsi in campo e dominare gli aspetti tecnici del calcio. Bisogna andarci piano coi giudizi, ma può segnare un’epoca”.

 

Sulla formazione che intende schierare contro la Germania: “Di solito non ripeto lo stesso undici e al momento non ho ancora fatto le mie scelte, le farò domani mattina. I cambiamenti sono fondamentali e io ragiono non sugli undici titolari, ma sui 16 che giocheranno“.

Continua a leggere

Generico

L’agente di Bayeye apre al mercato: “Al Torino non gioca, andrà via a gennaio”, poi il retroscena su Juric

Pubblicato

:

Bayeye

Tra i primi acquisti della campagna estiva, Brian Bayeye dopo le amichevoli del pre-campionato, non ha più giocato con il Torino: solo una presenza in partite ufficiali, contro il Palermo in Coppa Italia, quando è subentrato a Singo, al 37′ del secondo tempo.

A riguardo, il suo agente Vincenzo Pisacane, a TorinoGranata.it, ha parlato della situazione del suo assistito: “Il problema è alla base perché in realtà Bayeye doveva andare in prestito già quest’anno: questa era l’idea con il Torino. Avevamo Reggina, Palermo, Modena e Ternana che lo volevano, poi però purtroppo Juric gli ha detto “non andare via che mi servi qui, resta con noi e non ti preoccupare che troverai il tuo spazio”. Invece gli ha fatto perdere sei mesi. Juric dice che il giocatore non ha perso sei mesi perché Brian ha imparato molto. Ma io penso che un giovane come lui debba sempre giocare e che sia meglio andare in una categoria inferiore e giocare sempre piuttosto che stare in Serie A e non giocare mai. Quindi sicuramente Bayeye andrà in prestito da qualche parte a gennaio“.

Sulla possibile nuova destinazione, Pisacane non si è sbilanciato: “Ci sono un po’ di squadre che l’hanno visto, però il mercato è a gennaio e siamo a novembre, quindi aspettiamo un attimo e vediamo“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Haller, un passo in più verso la guarigione

Pubblicato

:

Haller

Il mondo del calcio si stringe attorno a Sebastian Haller, attaccante del Borussia Dortmund. Il giocatore francese naturalizzato ivoriano è, ormai da diversi anni, alle prese con un tumore ai testicoli e ha completato nella giornata di oggi la seconda operazione chirurgica. A rendere pubblico l’esito positivo dell’intervento è lo stesso calciatore attraverso il suo profilo Instagram.

IL MESSAGGIO

Haller, attraverso un breve messaggio pubblicato sotto ad una foto che lo ritrae sorridente sul suo letto d’ospedale, ha voluto rassicurare così i suoi tifosi e seguaci: “Completata una nuova tappa. L’operazione numero 2 è andata a buon fine! Un grande grazie al team medico per l’aiuto quotidiano, non vedo l’ora di passare allo step successivo”

Dopo un lungo calvario iniziato nell’estate dello scorso anno, Sebastian Haller sembra finalmente essere sulla strada della riabilitazione. 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969