Dove trovarci

Riserva d’oro

Riserva d’oro. Questa sarebbe la posizione occupata nella lista dei desideri di molti club per Matteo Darmian, in uscita dal Manchester United. Il terzino della Nazionale italiana è richiesto da Juve, Inter e Napoli ma nessuna delle tre squadre ha ancora affondato il colpo.

L’Inter sta valutando con l’Atletico Madrid l’acquisto di Vrsaljko che rimane ancora la priorità sulla fascia destra. Spalletti però, sfrutterebbe molto volentieri la duttilità di Darmian, per aumentare l’imprevedibilità del suo gioco e per giocarsi la sua carta come jolly.

Discorso diverso, invece, per Juve e Napoli: a Torino l’emergenza terzino è solo temporanea, in attesa del rientro di Spinazzola. L’ex atalantino potrebbe recuperare per Novembre ma il vero problema potrebbe essere la partenza di Alex Sandro, il cui sostituto sarebbe però un top player. Capitolo Napoli: De Laurentiis a Dimaro ha dichiarato che un terzino polivalente come Darmian fa gola a tante squadre ma la cifra richiesta dai Red Devils è spropositata (18-20 milioni). La prima scelta resta il colombiano del PSV Eindhoven, Arias.

UN ASSO NELLA MANICA PER LUCIANO

L’inter in questi giorni sta cercando di trovare un accordo con l‘Atletico Madrid per il terzino della Croazia Sime Vrsaljko, ma la distanza tra domanda e offerta è ancora troppo ampia: l’Inter offre un prestito oneroso a 5-6 milioni con riscatto fissato a 20, i Colchoneros vorrebbero cedere l’ex Sassuolo a titolo definitivo. La risposta è attesa entro una settimana.

Ecco che allora salgono le quotazioni di Matteo Darmian. Il giocatore vorrebbe andar via da Manchester per tornare in Italia, dove con Ventura era esploso al Torino, per rilanciarsi e trovare più minutaggio. Nell’ideale 3-5-2 che Spalletti vorrebbe disegnare per la sua Inter, Darmian occuperebbe quella posizione che già ad Euro 2016, con Antonio Conte, aveva già ricoperto.

Sulla fascia sinistra troverebbe meno spazio con l’arrivo di Asamoah. L’ex Juve garantisce un apporto costante sia in fase offensiva che in quella difensiva, dove risulta più efficace di Darmian. A destra, invece, le avanzate potrebbero essere più frequenti, in alternanza con Naingollan che nel ruolo di trequartista farebbe da collante tra il centrocampo e l’attacco. La destinazione milanese potrebbe essere molto gradita e sarebbe una buona occasione per mettersi in mostra, anche in vista dei prossimi Europei.

CR7, TROFEI E MENTALITÀ

Molto più facile trovare delle motivazioni per scegliere la Juventus come destinazione, anche se i contro non mancano. Il fascino del poter giocare con Cristiano Ronaldo convincerebbe qualsiasi giocatore a sbarcare a Torino. La Vecchia Signora sta costruendo una squadra pronta per partire da favorita nella lotta alla prossima Champions League e il competere su tre fronti lascerebbe lo spazio anche a Darmian, che però dovrà sgomitare per ottenere più minutaggio possibile.

L’ambiente bianconero potrebbe consacrare l’ex granata (si prospetterebbe un derby di fischi per lui). Il poter lavorare tutti i giorni con grandi campioni continuerebbe quel percorso di crescita iniziato a Manchester 3 anni fa. Sul piano tattico, grandi differenze rispetto al possibile approdo all’Inter: Allegri lo schiererebbe in un 4-2-3-1 o 4-3-3 molto offensivi, dunque diminuirebbero le possibilità di vedere grandi discese. Molto più facile, invece, che Darmian giochi basso, quasi da terzo centrale, per permettere al più offensivo Cancelo di salire in avanti, formando una linea a 4 a centrocampo.

Da Novembre, il ritorno di Spinazzola toglierà ulteriore spazio. Il fascino di poter alzare dei trofei con la Juventus, però, potrebbe rivelarsi decisivo per riportare a Torino Darmian, questa volta sponda bianconera.

DE LAURENTIIS APRE MA NON HA FRETTA

Il Napoli è in cerca di un terzino. La notizia non è certo questa, dato che è dall’arrivo di Ancelotti che i partenopei sono sul mercato per valutare diversi profili per la fascia destra. Lainer e Arias sono solo alcuni dei nomi sondati. La vera novità è che ieri, a Radio Kisskiss, il patron Aurelio De Laurentiis ha aperto ad una possibile trattativa con gli inglesi di Manchester per l’acquisto di Matteo Darmian.

Visti i continui infortuni di Ghoulam e il poco apporto offensivo di Hysaj, Ancelotti apprezzerebbe molto l’arrivo di Darmian. Il giocatore, come nel caso dell’Inter, si rivelerebbe un jolly prezioso per entrambe le fasce. Al San Paolo un suo possibile approdo sarebbe visto di buon occhio, visto che con Sarri i giocatori acquistati erano spesso sconosciuti e inizialmente di un livello non troppo elevato. Così, invece, si dimostrerebbe che l’appeal di un allenatore così importante come Ancelotti fa certamente la differenza.

Sicuramente Darmian non è Marcelo, ma il terzino ha ormai tanta esperienza e a 28 anni può rivelarsi utile alla causa napoletana. Il terzino di Mourinho ha già collezionato nel corso della sua carriera 35 presenze in campo europeo, dove il Napoli ha spesso peccato di inesperienza. Un percorso importante in Champions League aiuterebbe i ragazzi di Re Carlo a maturare, migliorando quell’attenzione che lo scorso anno, nella lotta scudetto con la Juventus, è venuta a mancare proprio nel momento cruciale.

Ad oggi, più che un’asta, si prospetta un’attenta strategia di mercato: aspettare che il domino dei terzini cominci per inserirsi prepotentemente nella trattativa con il Manchester, cercando di strappare il giocatore a cifre più ragionevoli. Darmian chiama, l’Italia risponde.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico