Connect with us
D'Aversa: "C'è rammarico, ma abbiamo rischiato di perderla"

Flash News

D’Anversa dopo il Verona: “Potevamo vincere ma il pari mi sta stretto”

Pubblicato

:

Lecce

Scintillante 2-2 tra Verona e Lecce. I salentini erano passati per ben due volte in vantaggio, prima con Oudin e poi con Gonzalez, ma la squadra di casa ha reagito con i gol di Ngonge e Djuric. Così al termine dei novanta minuti Roberto D’Aversa, allenatore dei pugliesi, ha parlato della partita: il tutto raccolto dai microfoni di DAZN. Di seguito la sua intervista.

L’INTERVISTA A ROBERTO D’AVERSA

 RISULTATO – “La partita si può dividere in due momenti. Abbiamo avuto occasioni per raddoppiare, siamo stati ingenui. Poi nella ripresa siamo andati nuovamente in vantaggio e abbiamo subito ancora una volta il pareggio. Abbiamo rischiato anche di perderla, ma il Lecce è una delle squadre più giovani del campionato, abbiamo lasciato diversi punti nelle ultime gare.

PRESTAZIONE – C’è rammarico, nel primo tempo avremmo meritato di chiudere la gara. Ci serva da lezione. È un peccato, quando si può sportivamente uccidere l’avversario bisogna farlo. Nelle ultime due trasferte potevamo raccogliere qualcosa in più, per come i ragazzi interpretano le partite. Abbiamo sempre tante occasioni costruendo il gioco da dietro. Ma dobbiamo guardare ai lati positivi. Oudin ha fatto una grandissima partita, sta dimostrando di essere importante. Stesso discorso per Sansone”.

PICCOLI O STREFEZZA – “Difficile entrare in quel momento della partita, ma lo hanno fatto bene. Piccoli non è fortunatissimo in questo momento con i gol annullati. Ma deve continuare a lavorare come sta facendo, credo possa arrivare in doppia cifra. Sta lavorando bene da quando è arrivato. Fino alla fine non sapevo se mettere lui titolare o Sansone, ma questo è merito suo e di come si allena nel quotidiano”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

De Laurentiis attacca il sistema calcio: “È malato! Vi spiego il motivo”

Pubblicato

:

De Laurentiis Napoli

DE LAURENTIIS – Aurelio De Laurentiis non le manda a dire nei confronti del sistema calcio internazionale. Il numero uno del Napoli ha inveito contro l’attuale organizzazione, sostenendo come l’attuale impalcatura che regge questo sport è da rivedere quantomeno da un punto di vista economico e finanziario. A suo modo di vedere il calcio dovrebbe tornare a essere più sostenibile. Attualmente, però, non esistono le condizioni perchè questo avvenga. Di seguito, proponiamo tutte le sue parole riferite ai microfoni del Financial Times:

Il calcio è malato. Ma perché è malato? Perché l’economia del calcio è malata. I campionati e le squadre non sono in grado di competere dal punto di vista finanziario. In questo modo, i campionati non hanno la facoltà di produrre abbastanza. Quindi, ad esempio, la Uefa può dire “okay, ora in Champions League stanziamo €2,4B, in Europa League più di 500M e nella Conference League più di €238M. Ma se tutte le squadre sono indebitate questo vuol dire che questa somma di denaro non è sufficiente. Quindi questo non è un calcio sostenibile. Non solo non è sostenibile, ma disputiamo anche tante gare. Quindi, quando questo accade, è come se buttassi tutto all’aria. Finisci per non accattivare più il pubblico“.

Continua a leggere

Flash News

Gli ultimi aggiornamenti in casa Fiorentina in vista del Torino: Quarta ancora ai box, torna Castrovilli?

Pubblicato

:

Dove vedere Bologna-Fiorentina

La Fiorentina di Italiano è in ripresa. La vittoria in rimonta contro la Lazio ha dato buone sensazioni all’ambiente viola che, ciononostante, deve fare i conti con la situazione infortuni. L’infermeria piena delle ultime settimane ha decimato gli uomini a disposizione di Italiano che anche per la sfida col Torino sarà orfano di uno dei suoi centrali. Trattasi di Martinez Quarta il quale, secondo fantacalcio.it, è ancora alle prese col problema dei calcoli renali. Dopo aver saltato la Lazio, l’argentino va verso il forfait anche per la gara in programma sabato.

Aggiornamenti di segno opposto si registrano al contrario per quanto riguarda Dodò e Castrovilli. Il terzino brasiliano, dopo un lungo calvario durato cinque mesi con annessa operazione al legamento crociato destro, è sulla via del recupero. Stesso discorso per Castrovilli che non ha ancora debuttato con la Fiorentina in questa stagione. Chi è sulla via del recupero è pure Kouamé. L’ivoriano è completamente guarito dalla malaria che aveva contratto dopo il ritorno dalla Coppa d’Africa, celebrata in patria con la sua Nazionale. A distanza di due mesi dalla sua ultima apparizione, l’ex Genoa potrebbe rivedersi tra i convocati per l’ottavo di finale di Conference League col Maccabi Haifa. In un calendario denso di impegni, Italiano potrà almeno tornare a contare su una rosa più ampia e ricca di opzioni.

Continua a leggere

Flash News

Cajuste dà forfait: lo svedese salta Juventus e Barcellona

Pubblicato

:

Il giorno dopo il roboante successo contro il Sassuolo che ha rilanciato le ambizioni dei partenopei, il Napoli perde uno dei suoi centrocampisti per il big match contro la Juventus, Jens Cajuste. Come confermato dal comunicato del club, stamani lo svedese si è sottoposto agli esami strumentali che hanno fatto luce sulle sue condizioni. Per Cajuste distrazione di primo grado del muscolo semitendinoso della coscia destra e stop almeno di due settimane. L’ex Reims sarà obbligato a restare ai box non solo per il match contro i bianconeri ma anche per il ritorno di Champions League contro il Barcellona. Pessime news per Calzona che finora aveva centellinato l’impiego dello svedese, entrato a gara in corso nella partita col Cagliari.

Stop forzato dunque per Cajuste che, fino a questo momento, all’ombra del Vesuvio, non è riuscito a trovare la giusta dimensione. Spesso bersaglio di critiche, lo svedese ha pagato il passaggio a una big e le difficoltà dell’ambiente Napoli in questa stagione. Adesso, per lui ci sarà da seguire l’apposito iter riabilitativo prima di rientrare per l’ultima parte della stagione. Non ce la fa nemmeno Ngonge che non è ancora tornato ad allenarsi in gruppo e non sarà convocato per la Juventus. Di seguito il comunicato del Napoli.

COMUNICATO – Dopo il successo sul Sassuolo, il Napoli ha ripreso questa mattina gli allenamenti all’SSCN Konami Training Center. Gli azzurri preparano il match contro la Juventus in programma allo Stadio Maadona domenica alle ore 20.45 per la 27esima giornata di Serie A. La squadra si è divisa in due gruppi. Coloro che hanno giocato dall’inizio a Reggio Emilia sono stati impegnati in lavoro di scarico. Gli altri uomini della rosa hanno svolto attivazione in palestra, riscaldamento in campo col pallone e partitina a campo ridotto. Ngonge ha svolto allenamento personalizzato in palestra. Cajuste si è sottoposto a esami strumentali che hanno evidenziato una distrazione di primo grado del muscolo semitendinoso della coscia destra. Il centrocampista azzurro proseguirà l’iter riabilitativo.

Continua a leggere

Flash News

Pogba reagisce alla sentenza con una lettera: l’annuncio del centrocampista!

Pubblicato

:

Pogba

POGBA SQUALIFICA – Paul Pogba ha subito una squalifica di quattro anni per doping. La decisione del Tribunale Nazionale Antidoping può rappresentare una vera propria pietra tombale per la carriera del centrocampista francese, il quale, però, promette battaglia. Il numero dieci bianconero ha rivelato le proprie sensazioni e intenzioni attraverso una comunicato ufficiale, che proponiamo di seguito:

Sono stato informato oggi della decisione del Tribunale Nazionale Antidoping e ritengo che il verdetto sia errato. Sono triste, scioccato e con il cuore spezzato perché tutto ciò che ho costruito nella mia carriera da giocatore professionista mi è stato portato via. Quando sarò libero dalle restrizioni legali l’intera storia diventerà chiara, ma non ho mai assunto consapevolmente o deliberatamente alcun integratore che violi le norme antidoping. Come atleta professionista non farei mai nulla per migliorare le mie prestazioni utilizzando sostanze vietate e non ho mai mancato di rispetto o imbrogliato gli altri atleti e sostenitori di nessuna delle squadre con cui ho giocato o contro. In conseguenza della decisione annunciata oggi presenterò ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969