Connect with us
Davide Ancelotti su suo padre: "È un leader, decide sempre lui"

Calcio Internazionale

Davide Ancelotti su suo padre: “È un leader, decide sempre lui”

Pubblicato

:

Ancelotti

Il figlio di Carlo Ancelotti, Davide Ancelotti, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni della testata spagnola AS. Il secondo allenatore dei Blancos ha voluto rimarcare sempre di più quanto la figura del padre sia stata importante nel corso della sua carriera, dagli inizi fino ad oggi. Prima di essere il suo vice, grazie alla sua laurea in scienze motorie, nel lontano 2012 Davide entrò a far parte dello staff dei preparatori atletici del PSG, squadra che allora era allenata da suo padre:

“Mi ha aiutato molto fare esperienza sul campo, interagire con i calciatori. E lì c’era tanto talento; gente come Rabiot, Maignan, che ora è al Milan, Koman, Sabaly, ora al Betis, Moussa Dembélé”

Nell’intervista Davide si è soffermato non solo sul rapporto che ha con il Carlo Ancelotti allenatore e collega, ma soprattutto sul rapporto che ha con il Carlo Ancelotti padre:

“Mio padre è una persona dal carattere calmo, molto capace di controllare le proprie emozioni. Questo lo rende un grande leader per la sua squadra. Non perde mai la calma, è capace di dare responsabilità agli altri, il che non è facile. Ascolta tutto e decide sempre lui. Ma lascia parlare tutta la squadra. Questo genera molto dibattito interno e un clima di confronto di idee che gli permette di rimanere giovane nella mente e nel pensiero. Non vuole uno staff tecnico di persone che dicono solo di sì. E questo, da figlio, mi aiuta, perché non c’è barriera di paura con l’allenatore. C’è una sfida costante tra lui e me, e questo mi piace. A volte litighiamo, ma penso che sia un bene. Lui, come padre, non ha mai alzato la voce con me. Non ricordo mai che mi abbia rimproverato. Abbiamo un carattere simile, cerchiamo di evitare i conflitti, siamo molto calmi. La tensione che si genera è solo quella che nasce da un dibattito calcistico che poi si conclude con la decisione che prende lui, perché la responsabilità è sua”.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Il Galatasaray su Pulisic del Chelsea

Pubblicato

:

Pulisic

Il mercato invernale in Turchia è ancora nel vivo, considerando che la sua scadenza è datata per l’8 febbraio. Il Galatasaray, dopo aver costruito in estate una squadra stellare, non vuole fermarsi qui. La società militante nella Super Lig, come riportato da Ekrem Konur, giornalista di ESPN, è pronta ad affondare il colpo per Christian Pulisic, 24enne attaccante del Chelsea.

La trattativa non sembra affatto complicata visto che la società londinese, considerando l’abbondanza nel reparto avanzato, ha dato il suo ok al passaggio dell’americano in Turchia. Adesso la palla passa al Galatasaray, che vuole regalare ai suoi tifosi un altro talento di livello internazionale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Stella Rossa ricorda Mihajlovic con una maglia speciale

Pubblicato

:

Sinisa Mihajlovic

La Stella Rossa, squadra capolista della prima divisione serba, in occasione del match contro il Vojvodina indosserà una maglia speciale per Sinisa Mihajlovic. Il fuoriclasse serbo ha infatti giocato per entrambi questi club, ma in particolare con la maglia rossobianca ha vinto la Champions League nel 1991. Questa vittoria ha dell’incredibile se si pensa che in semifinale hanno battuto il Bayern Monaco e in finale il Marsiglia, che era riuscito a vincere contro il Milan, reduce da due vittorie in finale di seguito.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Greenwood e un futuro da ricostruire: possibile ripartenza in Cina

Pubblicato

:

Greenwood

Mason Greenwood, dopo essere stato assolto dall’accusa di stupro vuole ricostruirsi il suo futuro. L’attaccante classe 2001, ancora di proprietà del Manchester United, si trova fuori dal progetto dei Red Devils ed è attualmente in uscita. Inoltre non gioca una partita ufficiale dal 5 dicembre del 2021 contro il Crystal Palace, match in cui servì l’assist per la vittoria a Fred.

Dal momento che le sue doti calcistiche sono indiscusse, si potrebbero aprire comunque diversi scenari per la sua prossima squadra. Tuttavia, come riporta il Sun, Greenwood avrebbe scelto il campionato cinese, ambiente abbastanza tranquillo e con poche pressioni per crearsi una nuova immagine di sé.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Chelsea nel mirino della UEFA per il Fair Play Finanziario

Pubblicato

:

Chelsea

L’organo di controllo finanziario della Federcalcio europea ha messo nel mirino le operazioni del Chelsea. Il club era già stato inserito nella “lista di controllo” e la non qualificazione in Champions League potrebbe portare il club al rischio di violazione delle regole del Fair Play Finanziario UEFA. Il massimo organo calcistico europeo aveva già annunciato a settembre che i Blues erano tra i 19 club europei che sono sfuggiti a misure sanzionatorie a causa dell’emergenza Coronavirus, ma adesso la situazione è migliorata e la società londinese è sotto tiro per una sessione invernale di calciomercato a dir poco faraonica.

La spesa monstre spesa dai Blues, quasi 330 milioni di euro, ha fatto sì che il costo della rosa di Potter salisse alle stelle. Secondo quanto riportato dal quotidiano inglese The Times, il club di Todd Boehly ha adottato una politica che permetterà di siglare accordi di lunga durata e consentirà al Chelsea di distribuire il costo dei cartellini su più stagioni. Questa strategia però, non sembra poter tranquillizzare il club londinese che, in caso di mancato quarto posto, potrebbe essere costretto a vendere le stelle acquistate in questa sontuosa sessione di calciomercato. I calciatori cresciuti nel settore giovanile, e dunque con un valore netto a bilancio prossimo allo zero, potrebbero salvare il Chelsea. Callum Hudson-Odoi, Conor Gallagher e Ruben Loftus-Cheek potrebbero portare circa 100 milioni nelle casse del club.

Per sostituire la vecchia versione del Fair Play Finanziario, la UEFA ha introdotto un nuovo elemento chiamato “squad cost rule”, che prevede che i club avranno un limite di spesa pari al 90% dei ricavi per gli stipendi dei giocatori, i trasferimenti e le commissioni degli agenti. Il limite si abbasserà all’80 e ancora al 70% negli anni successivi, fino ad arrivare a regime nella stagione 2025/26.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969