Connect with us
De Rossi dopo SPAL-Pisa: "Siamo in credito con la sfortuna"

Flash News

De Rossi dopo SPAL-Pisa: “Siamo in credito con la sfortuna”

Pubblicato

:

Spal, pronti tre colpi per De Rossi

Termina il 2022 calcistico per SPAL e Pisa al Mazza di Ferrara. Gli estensi escono sconfitti dal confronto con i nerazzurri e si trovano molto vicini alla zona rossa della classifica. Il tecnico dei padroni di casa, Daniele De Rossi, è intervenuto in conferenza stampa al termine della gara, trattando diversi temi.

LA CONFERENZA STAMPA

Come commenta la sconfitta di oggi?

“Siamo in credito con la sfortuna. Ci sono molte cose positive da tirar fuori dalla prestazione di oggi. Ogni volta diciamo che è stata la miglior partita, quindi ci portiamo a casa sempre qualcosa di buono. Se si parla di miglioramenti va bene, ora dobbiamo ripartire al meglio dopo la sosta”.

Oggi ha quasi confermato la formazione di Parma. “Squadra che vince non si cambia” o altro?

“Ho deciso di ripuntare su Rabbi perché ci aiuta con e senza palla. Non sono uno scaramantico, c’è questa motivazione dietro la scelta”.

Un primo bilancio sulla sua esperienza da allenatore?

“Non posso essere felice per ciò che è stato fatto finora. Il voto si darà a fine anno, ma ci vuole tempo per poter giudicare un lavoro”.

Quale differenza c’è stata tra il primo e il secondo tempo?

“Il gol subito è stato abbastanza sfortunato e da lì è entrata in gioco una componente mentale. Dopo pochi minuti si è aggiunto anche il cartellino rosso e abbiamo perso equilibrio. Abbiamo comunque avuto un paio di occasioni e uscire con un punto sarebbe stato bello”.

Come giudica la prima di Prati da titolare?

“Lui ha vinto la Serie D lo scorso anno e ha dimostrato che si merita questa categoria e può tranquillamente starci. Non è un caso se nel primo tempo siamo andati tanto bene. E’ un ragazzo intelligente e troverà più minuti”.

Sul doppio giallo di Murgia:

“Non è mai semplice, con la foga, limitare l’intervento e togliere il piede. Non sono un fatalista, ma il cambio di Murgia era pronto a metà campo. Lui, però, è un ragazzo che sta sempre con la testa in campo e vive per questa squadra”.

Sul passare a un modulo con due attaccanti:

“Si potrebbe riempire meglio l’area, ma significa togliere uno in mezzo al campo. Potrebbe, in questo modo, venir meno il bel gioco che abbiamo visto nel primo tempo. Non posso lamentarmi perché Rabbi è stato presente in area. Deve migliorare, ma è un ragazzo giovane e ha tante caratteristiche da giocatore forte. La differenza non è con quanti attaccanti giochi, ma con quanta gente arrivi a coprire l’area”.

La Mantia può essere sacrificato?

“Non ci sono sacrificati. Abbiamo tanti attaccanti e, se l’idea è quella di giocare con una punta, non c’è spazio per tutti. A gennaio non ci saranno venti acquisti per capovolgere tutto perché è una buona squadra, ma qualcosa andremo a fare”.

Quanti rimpianti ci sono in una partita come questa?

Sui limiti di questa squadra:

“I limiti ce li ho io perché ho iniziato da poco. Mi sento bene, forte e con il supporto della squadra, ma la classifica rispecchia l’andamento dell’allenatore. Non vedo troppi limiti umani e caratteriali nella squadra”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Sottil in conferenza: “Thauvin è un giocatore duttile”

Pubblicato

:

Alla vigilia della gara con vista Europa tra Udinese e Torino, l’allenatore dei friulani Andrea Sottil ha presentato il match in conferenza stampa. L’allenatore dei bianconeri ha parlato del nuovo acquisto Florian Thauvin e delle insidie che nasconde la partita di domani.

THAUVIN – “Ho visto un giocatore principalmente motivato, che è venuto qua a Udine non per passeggiare. Ho avuto una bellissima impressione positiva parlandoci nei primi minuti. Un ragazzo e un calciatore entusiasta e con grande fame, questa è la cosa più importante. Ha un grande vissuto e non lo scopro di certo io. Si è messo subito a disposizione e sarà convocato. È un giocatore duttile, può fare il doppio trequartista o la seconda punta. Si può sposare bene sia con Beto sia con Success. Bisogna poi vedere chi giocherà a centrocampo chiaramente”.

TORINO – “Il Torino è allenato molto bene da Juric, ha determinate caratteristiche ben precise, calcio verticale e pratico, con giocatori di qualità. Lo conosciamo e ci siamo preparati bene, abbiamo la forza e le qualità necessarie per fargli del male. Ho fatto tante partite da professionista in quello stadio, ho sicuramente dei bei ricordi belli che fanno parte del mio percorso. Quando entrerò in campo però penserò solo a vincere per la mia squadra”.

BETO RIMASTO A UDINE – “È stato sicuramente importante per noi. È una sfera che non mi compete, conosco bene la proprietà e sono stracontento della rosa che ho a disposizione e della dirigenza. So benissimo che sono attenti su tutto”.

Continua a leggere

Calciomercato

Barcellona in allerta: Ansu Fati nel mirino del Man United

Pubblicato

:

Ansu Fati

Momento molto positivo per il Barcellona che ha raggiunto, con la vittoria di mercoledì, quota 50 punti in campionato ampliando il vantaggio sul Real Madrid di Carlo Ancelotti. Nel frattempo, però, non si pensa solo alle questioni di campo ma anche al calciomercato nonostante la chiusura della finestra invernale sia avvenuta martedì scorso.

Ansu Fati, uno dei gioiellini in casa blaugrana, come riferito dal quotidiano spagnolo As è infatti seguito dal Manchester United. La valutazione dello spagnolo è sicuramente molto elevata, ma sappiamo quanto le squadre inglesi possano spendere pur di acquistare un giocatore talentuoso come l’esterno del Barcellona. 

Sull’argomento qualche minuto fa è intervenuto Xavi in conferenza stampa:

Ansu Fati? È una risorsa importante per il club, ci fidiamo molto, sta lavorando molto bene, ha una mentalità straordinaria e con lui serve pazienza. Ha solo 20 anni e ha bisogno di tempo, come tutti. Non è il momento di parlare di cessioni“.

 

Continua a leggere

Flash News

Zaffaroni presenta Duda: “È un giocatore tecnico, tratta bene la palla”

Pubblicato

:

Hellas Verona

L’allenatore del Verona, Marco Zaffaroni, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla gara contro la Lazio, in programma lunedì alle ore 18:30. Di seguito le parole del mister degli scaligeri:

SU DUDA – “Può giocare in tutti i ruoli del centrocampo: ha maturato una discreta esperienza, anche con la sua nazionale, è un giocatore tecnico, tratta bene la palla. Per noi sarà sicuramente un’arma importante”.

SULLA LAZIO – “Giochiamo contro una delle squadre top di questo campionato: hanno delle qualità tecniche elevatissime, in tutti i ruoli, e hanno un’organizzazione di gioco tra le migliori, sia difensivamente che offensivamente. Nel palleggio sono tra i migliori in Italia, con movimenti codificati e studiati, fatti con grande tecnica: il quoziente di difficoltà sarà elevatissimo. Dovremo fare una gara di assoluto livello, cercando di andare un po’ oltre le nostre qualità: per colmare il divario serviranno spirito, atteggiamento e carattere”.

SITUAZIONE DELLA SQUADRA Doig si è ripreso ed è a disposizione. Su Verdi e Lasagna, dico che sono abituato a guardare i comportamenti: non ho mai percepito, nemmeno la settimana scorsa, alcun problema dal punto di vista comportamentale. Si sono sempre allenati molto bene, anche nei giorni successivi alla fine del mercato. Li ritengo assolutamente all’interno del gruppo”.

SU GAICH – “Quando arriva un ragazzo nuovo è normale che mostri grande entusiasmo e voglia di far parte di questa squadra, e anche lui si è allineato agli altri che sono arrivati. Fisicamente sta bene, sarà convocato: sull’utilizzo deciderò”.

SULLE CONDIZIONI DI VELOSO – “Ha avuto un problema muscolare nella scorsa rifinitura. Ci sono tempi tecnici da rispettare, dalla prossima settimana dovrebbe cominciare a fare un po’ di lavoro sul campo. È più indietro rispetto a Faraoni, ma non ci sono stati intoppi. Gli altri infortunati, lo sappiamo, sono Henry e Hrustic“.

 

Continua a leggere

Flash News

Il Torino spera di recuperare Djidji e Pellegri per la gara contro l’Udinese

Pubblicato

:

Djidji

Nella rifinitura che svolgerà il Torino alla vigilia della gara contro l’Udinese, come riportato da La Gazzetta dello Sport, i granata capiranno la situazione su alcuni giocatori infortunati.

Uno di questi è Koffi Djidji. Il difensore, reduce dalla frattura al setto nasale, ha saltato l’Empoli e la Coppa Italia, obbligando il tecnico Juric a spostare sulla destra Schuurs. Con il rientro dell‘ivoriano, l’ex difensore dell’Ajax ritroverebbe il suo posto da centrale, lì dove ha sorpreso tutti nella prima parte di stagione. Anche in attacco si attende un responso su Radonjic, fuori in Coppa per un problema muscolare. Oltre al croato si seguono anche le condizioni di Pellegri, decisivo all’andata nel 2-1 della Dacia Arena.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969