Connect with us
Non solo il Valencia, anche la Salernitana su Demme

Calciomercato

Non solo il Valencia, anche la Salernitana su Demme

Pubblicato

:

Demme

Visto il buon rendimento e una rosa molto ampia, nella finestra di calciomercato invernale non si prevedono grandi movimenti in casa Napoli. Secondo la politica di Aurelio De Laurentiis, inoltre, prima di ogni acquisto deve essere ceduto qualcuno. Uno dei calciatori che reclama spazio e che potrebbe lasciare il Napoli è Diego Demme.

SI ALLUNGA LA LISTA DELLE PRETENDENTI PER DEMME

Demme era arrivato al Napoli per volere di Rino Gattuso e da subito era diventato un titolare nelle fila azzurre. Con l’arrivo di Spalletti e l’esplosione di Lobotka, l’italotedesco è finito sempre più ai margini del progetto e adesso potrebbe partire per trovare spazio altrove. Su di lui c’è da tempo il Valencia di Gattuso ma il centrocampista fa gola anche in Serie A. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, oltre al Monza di Palladino anche la Salernitana sarebbe interessata a Demme anche se l’operazione si preannuncia molto complicata. L’alternativa per i granata è un altro giocatore che milita in Campania: Federico Viviani del Benevento.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Retroscena: il Chelsea voleva Amrabat l’ultimo giorno di mercato

Pubblicato

:

Amrabat

Come riportato dai colleghi del The New York Times, oltre al Barcellona, anche un’altra squadra aveva tentato di acquistare Sofyan Amrabat dalla Fiorentina. Si tratta del Chelsea di Todd Boehly che pare sia mosso in prima persona per convincere Rocco Commisso ad accettare la sua offerta.

La proposta, però, come quella del Barcellona, era solamente di un prestito, con un diritto  riscatto pari a 100 milioni, ma è stata subito respinta dalla Viola. Amrabat è rimasto in Viola e, dopo un piccolo momento di malumore, il ragazzo si è scusato con la società è stato subito reintegrato in squadra.

Continua a leggere

Calciomercato

Nuytinck sul trasferimento alla Sampdoria: “È una bella sfida”

Pubblicato

:

Bram Nuytinck, difensore olandese, nell’ultima sessione di calciomercato ha cambiato casacca trasferendosi dall’Udinese (dove trovava poco spazio nelle gerarchie di Sottil) alla Sampdoria. Nonostante l’impervia lotta per la salvezza che sta affrontando la squadra blucerchiata, il giocatore ha rilasciato dichiarazioni colme di entusiasmo al portale Voetbalnieuws.nl. Ecco cosa ha detto Nuytinck:

NUOVA AVVENTURA – “Ho parlato con diversi club durante l’inverno. Avevo detto al mio agente Michael Jansen che volevo trovare qualcosa il prima possibile, volevo solo giocare… a un certo punto è arrivata la Sampdoria. Ho parlato con i ragazzi che ci giocavano. Poi mi ha chiamato anche Filip Djuricic. Abbiamo parlato del club e della città. Tutti erano sempre super entusiasti e positivi. Anche dei tifosi“.

CONTRATTO – “Se rimaniamo in Serie A il mio contratto verrà prolungato di due anni. Se retrocederemo, posso andare a parametro zero. È stato interessante per me e ho pensato che fosse una bella sfida. Vedo sicuramente del potenziale nella squadra. È un’avventura molto bella, anche per mia moglie e mio figlio“.

LAMMERS – Giocare con qualcuno dei Paesi Bassi è sempre divertente. Hai una connessione leggermente diversa e puoi parlare in olandese. Abbiamo avuto subito un buon rapporto tra di noi. L’ho visto abbastanza spesso, perché guardo sempre il calcio olandese. Lo ricordo dal PSV e dall’Heerenveen“.

Continua a leggere

Calciomercato

Sogliano sul mercato dell’Hellas: “Ilic bell’affare, Gaich ha tanta cattiveria”

Pubblicato

:

Verona

Nella conferenza stampa che sancisce la fine del mercato invernale dell’Hellas, ha parlato il ds degli scaligeri Sean Sogliano, del mercato e del momento della squadra gialloblù.

PERIODO DI FORMA – “Abbiamo alzato la testa dopo un periodo difficile: dieci sconfitte di fila non sono normali, e al mio arrivo avevo trovato un gruppo molto deluso. Ora c’è grande voglia di lottare, nonostante ci siano dei limiti: i giocatori danno tutto sul campo, alzando la testa.”

ILIC –  “Le prime attenzioni che questo club vanno nella direzione di tenere il bilancio in ordine: questo club non salta un pagamento da dieci anni. Il Torino ci aveva proposto di inserire Hien nell’affare Ilic: non è andata in porto, ma non sono deluso da questo. Dovesse continuare così, sarà un investimento che porterà risultati”.

CESSIONI – “Quella di Ilic è stata una buona operazione, ma era anche stato pagato tanto: i margini non sono elevatissimi da questo punto di vista. Vendere, per il Verona, significa tenere i bilanci a posto. Poi ovviamente non dobbiamo essere un supermercato, ma sono il primo a capire che le cessioni servono per reinvestire”.

ABLIDGAARD – “Abildgaard era stato valutato in una fase iniziale del mercato, poi eravamo andati su altri profili. Però lo conoscevamo, e ha delle caratteristiche che mancavano in rosa: ha grande fisicità, è alto un metro e novanta, è mancino… Ha le qualità per calarsi in una realtà che ha bisogno di gente che lotta. È stato capitano del Rubin Kazan, ha giocato in Scozia… Già dai primi allenamenti si capisce che voleva fortemente venire qua. L’abbiamo preso a due ore dalla fine del mercato”.

DUDA – “Quando facevo il d.s. a Verona la prima volta lo andai a vedere a Varsavia: si vedeva che avesse qualità importanti, anche se c’erano club di più alto rango sulle sue tracce. È un grande professionista, ed è un aspetto importante. Si è inserito subito, e può ricoprire diversi ruoli”.

GAICH – “Preferisco star zitto… Abbiamo visto due giorni di allenamento, ha una cattiveria e una fame che a noi serviva. Le parole a volte rischiano di bruciarti, spero che possa far bene. Lui è consapevole che questa sia una grande occasione: qualche anno fa era tra i più chiacchierati in Argentina, poi ha fatto un percorso probabilmente sbagliato, ed è caduto nell’anonimato. La trattativa per lui è durata un mese, ha fatto la differenza la sua voglia di venire qua“.

Continua a leggere

Bundesliga

Guardiola su Cancelo: “Voleva giocare, non so cosa succederà la prossima stagione”

Pubblicato

:

Il tecnico dei Citizens Josep Guardiola ha parlato in conferenza stampa anche del trasferimento di Joao Cancelo al Bayern e dei motivi del suo addio.

Queste le sue parole a riguardo, riportate da Fabrizio Romano:

VOLEVA GIOCARECancelo vuole sempre giocare, deve giocare per essere felice. Vuole fare ogni partita e spero che al Bayern lo possa fare”

INCOGNITA PROSSIMA STAGIONENon so cosa possa succedere la prossima stagione con lui, posso solo parlare della sua etica del lavoro, della sua passione e delle sue competenze”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969