Dove trovarci
Derby di Milano

Archivio generico

Un Derby di Milano equilibrato: 1-1 tra Milan e Inter

Un Derby di Milano equilibrato: 1-1 tra Milan e Inter

Il Derby di Milano tra Inter e Milan è il posticipo che chiude col botto la dodicesima giornata di Serie A.

Per la prima volta dall’inizio della pandemia i tifosi tornano a riempire San Siro per la partita più importante dell’anno e regalano una bellissima scenografia nella Scala del calcio.
Il Derby della Madonnina è una partita che si combatte sempre a carte scoperte e le squadre non risparmiano i colpi.

All’ 11′ il primo episodio da moviola con Calhanoglu che entra in area di rigore. L’ingrato compito di provare a fermarlo tocca a Franck Kessié. L’ivoriano è sfortunato e intreccia le sue gambe con quelle dell’ex milanista. Per l’arbitro Doveri non ci sono dubbi: è calcio di rigore.

Sul dischetto va proprio Calhanoglu per tirare un pallone che pesa come un macigno. Il turco però non sente la pressione, spiazza Tatarusanu e celebra in faccia ai suoi ex tifosi. 1-0 per l’Inter che va avanti nel Derby di Milano.

Il Milan non accusa il colpo e risponde per le rime al 16′ quando un fallo sulla trequarti di Barella porta ad una punizione di Tonali.
Nonostante la posizione defilata il centrocampista milanista pennella in area dove Tomori coglie tutti alla sprovvista e infila di testa alle spalle di Handanovic complice una deviazione di De Vrij. Il Milan porta la partita sul risultato di 1-1.

Il Milan si spinge in avanti alla ricerca del gol del vantaggio e lascia spazi alle ripartenze degli avversari.

Al 25′ Darmian viene lanciato in area da Calhanoglu cogliendo prendendo alla sprovvista l’intera difesa rossonera e soprattutto Ballo-Touré che non riesce a chiudere decentemente stendendo l’avversario in area.

 

È ancora rigore per l’Inter ma stavolta Tatarusanu non si fa beffare e strozza in gola l’urlo a Lautaro Martinez, parando il tiro dell’argentino.

Il Milan ha una bella occasione quando Krunic pesca Leao sulla fascia pochi minuti dopo. Handanovic para il tiro del portoghese e sulla ribattuta il portoghese manda la palla in curva. Il giovane attaccante rossonero non ha molte occasioni nel primo tempo ma dimostra di essere il più in palla tra i suoi con degli strappi che mettono in confusione la difesa interista.
L’ultima emozione di un primo tempo sulle montagne russe la regala ancora Touré che salva un tiro di Barella sulla linea al 44′.

Dopo un primo tempo scoppiettante, la seconda metà è inevitabilmente giocata su ritmi più bassi.

L’Inter ha una buona occasione con Lautaro al 54′ che trova solo un angolo su deviazione della difesa rossonera. Pochi secondi dopo l’argentino sbaglia un tap-in da pochi centimetri, mancando la deviazione ad una fucilata di Calhanoglu.

Nel secondo tempo l’Inter è la squadra più presente in avanti e la prima grande occasione del Milan arriva con Ibrahimovic al 68′. Lo svedese prova un tiro all’angolino ma la palla non prende il giro giusto e finisce fuori.
Al 71′ Vidal, subentrato ad un acciaccato Barella, impensierisce la retroguardia avversaria ma Kalulu salva per due volte di fila i tentativi del cileno.

Negli ultimi minuti, forse un po’ in ritardo sul cronometro, è il Milan a uscire dalla propria metà campo rendendosi pericoloso. All’81 Ibrahimovic va vicino a ripetersi imitando la punizione segnata contro la Roma la scorsa settimana. Questa volta però Handanovic gli nega il gol che avrebbe risolto il Derby di Milano.

Il Milan chiude la partita in crescita. L’occasione più clamorosa per il Diavolo ce l’ha Saelemaekers all’ 88′. Il belga prende il palo tirando dalla lunga distanza fulminando Handanovic che non prova neanche a tuffarsi. Sulla respinta del palo Kessié non inquadra lo specchio.

La partita finisce sul risultato di 1-1 e con le due milanesi che arrivano alla sosta nazionali separate da 6 punti in classifica. Il Milan perde l’ottima occasione di andare a riposo al primo posto dopo il pareggio pomeridiano del Napoli contro l’Hellas. La squadra di Simone Inzaghi invece consolida il proprio piazzamento in zona Champions. Al ritorno dalla pausa l’Inter sarà attesa dal big match contro il Napoli dove cercherà di sfruttare l’occasione di dimezzare lo svantaggio dalla vetta.

 

Immagine in evidenza da: Licenze Google Creative Commons

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico