Connect with us

Calcio e dintorni

Pari e patta

Pubblicato

:

Erano due i clasicos previsti ieri in questo weekend europeo e sono terminati entrambi con un pareggio che, alla lunga, non ha scontentato nessuno evitando a più di qualche squadra ed allenatore inutili sudori freddi dovuti all’elevata importanza che soprattutto il pubblico nutre per questo tipo di incontri. Parliamo di Olympique de Marsiglia contro Paris Saint Germain, le clasicò come lo chiamano i francesi, e di Galatasaray-Fenerbahçe, il derby intercontinentale che bacia entrambe le parti di Istanbul, quella europea e quella asiatica. Eccovi quindi un’analisi dettagliata di come sono andate realmente le cose alla Turk Telekom Arena prima (alle 18:30 italiane, 17:30 turche) ed al Vélodrome poi (21:00).

GALATASARAY-FENERBAHCE 

Ora: 18:30

Stadio: Turk Telekom Arena

Spettatori: 55.000

Formazione Galatasaray (3-4-3): Muslera; Maicon,Denayer,Aziz(Latovlevici dal 19′);  Mariano, Ndiaye, Fernando, Cigerci; Feghouli(Calik dal 89′), Gomis (Derdiyok dal 80′), Belhanda (espulso al 73′). All: Igor Tudor.

Formazione Fenerbahçe (4-3-3): Kameni; Isla, Neto, Neudstatder, Kalidrim; Dirar, Souza, Tufan( dal 91′ Chahechouhe); Giuliano, Janssen (dal 72′ Soldado), Valbuena (dal 72′ Potuk). All: Aykut Kocaman.

Risultato finale: 0-0

Pillole: Entrambe le squadre, quest’anno e per una delle primissime volte, non giocano le coppe europee.

Il derby intercontinentale è da sempre una partita equilibrata ed in questo caso lo conferma: il Galatasaray parte forte nei primi dieci minuti, grazie alla possenza di Bafetimbi Gomis ed all’estro e caparbietà di Sofiane Feghouli, ma è disordinato e non crea mai un vero e proprio pericolo a Kameni che però è sempre allerta. Il Fenerbahçe, dal canto suo, prova a ripartire grazie alla qualità e tecnica dei suoi interpreti. L’occasione migliore infatti, alla mezz’ora, è per Vincent Janssen, che servito da Valbuena dopo una cavalcata solitaria non riesce ad insaccare col suo mancino, nell’incredulità dei suoi compagni. La partita è aperta, fino alla fine del primo tempo non ci sono altre grossissime occasioni ma il confronto è ben giocato a calcio da parte delle due squadre, vista la tantissima qualità in avanti. Nel secondo tempo invece il tutto regredisce, per tanti aspetti: la paura inizia a fare capolino, in entrambe, e le linee di passaggio iniziano ad essere occultate. I tifosi del Galatasaray decidono poi di inveire contro il guardalinee per alcune scelte dubbie tramite un lancio inappropriato di oggetti ed il match viene sospeso per alcuni minuti perché lo stesso guardalinee era stato colpito e stordito. Alcuni minuti dopo, al minuto 73, quella che potrebbe essere la svolta della partita: Belhanda salta Kameni, l’estremo difensore esce in maniera scomposta ma impedisce al fantasista marocchino di segnare senza commettere fallo. L’arbitro opta per il secondo giallo per simulazione ed il Galatasaray resta in dieci. Il Fenerbahçe, nonostante l’ingresso di Potuk e Chahechouhe, arriva ad avere solo supremazia territoriale senza mai servire in maniera decisiva il neo entrato soldado. Pareggio giusto che rispecchia la paura, di entrambe, di non cadere a questo punto della stagione, anche se il Galatasaray di Tudor, a sei punti dalle inseguitrici nonché otto dal Fenerbahçe, può dormire sonni tranquilli.

Qui gli highlights

OLYMPIQUE DE MARSEILLE-PARIS SAINT GERMAIN

Ora: 21:00

Stadio: Vélodrome

Spettatori: 67.000

Formazione OM (4-2-3-1): Mandanda; Sakai, Rami, Rolando, Amavi; Zambo Anguissa, Gustavo; Thauvin(Sarr dal 83′), Payet(Sanson dal 76′), Ocampos; Mitroglou(N’jie dal 66′). All: Rudi Garcia.

Formazione Paris Saint Germain (4-3-3): Areola; Meunier, Marquinhos, Silva, Kurzawa; Verratti, Motta(Draxler dal 69′), Rabiot; Mbappé(Di Maria dal 80′), Cavani, Neymar(espulso al 87′). All:Unai Emery.

Pillole: Per la prima volta nella storia del Clasicò, le due squadre hanno messo a segno almeno una rete grazie ad un giocatore brasiliano (Luiz Gustavo e Neymar).

Risultato: 2-2 [Gustavo 16′-Thauvin 78’/Neymar 33′, Cavani 93′]

Il Vélodrome incute sempre un certo timore reverenziale negli avversari, anche quando questi si chiamano Neymar, Cavani e Mbappé. Il Paris Saint Germain inizia a rilento ed il Marsiglia, in palla fisicamente, contiene le sue punte di diamante accentuando, alle volte troppo, lo scontro fisico, ma ripartendo poi con qualità grazie alla batteria di trequartisti di Garcia. Stupisce la poca cattiveria che il centrocampo del Paris Saint Germain metta nel pressare gli avversari, perché Luiz Gustavo è sempre libero di fare la scelta migliore, come al minuto 19, quando dalla distanza, e con la coppia Verratti-Motta piuttosto in ritardo, il brasiliano è libero di scaricare in rete il suo sinistro al veleno. Vantaggio marsigliese ed impressione che non sarà una partita a senso unico. I parigini non riescono ad avere una manovra fluida, perché il trattamento che il Marsiglia concede a Neymar dalla mediana in su è tutt’altro che soft, con la gabbia difensiva Rolando-Rami che si concede pochissime disattenzioni, mentre i terzini Sakai e Amavi reggono le accelerazioni sia del brasiliano che di Mbappé. Il pareggio però arriva alla prima occasione utile, proprio di Neymar, bravo a mettere un pallone in profondità per Rabiot ed a riceverne lo scarico in area: sinistro liftato e pallone che si insacca alla sinistra di Mandanda. Anche in questo caso però, il secondo tempo è tutt’altro che gradevole a livello di gioco e di occasioni, perché entrambe le squadre non creano e non rischiano. Il vero cambio di passo lo fanno le scelte dalla panchina, perché Garcia sostituisce un evanescente Mitroglou e rimette dentro Clinton N’jie da falso nueve, mentre Emery passa al 4-2-3-1 inserendo Draxler per motta. La velocità del camerunense la fa da padrona al minuto 78, quando proprio N’jie è bravo a rubar palla a Rabiot ed a mettere in mezzo dove Thiago Silva si addormenta e permette a Thauvin di arrivare di destro in terzo tempo e di insaccare. E allora dentro Di Maria, fuori Mbappé, reo di aver creato un’occasione che poteva sfociare in calcio di rigore per la mano di Amavi. Il Marsiglia si mette in modalità provocatoria e Neymar casca della trappola firmata Lucas Ocampos: manata e secondo giallo. Piove sul bagnato, tranne quando al 93esimo il fresco Bouna Sarr, entrato da pochi secondi, atterra Cavani al limite dell’area. L’uruguaiano si prende la responsabiltà di calciare la punizione e fa 2-2. Per il Marsiglia è come se fosse una sconfitta per un exploit atteso da ben sei anni, mentre il PSG è bravo a limitare i danni, mantenendo un tranquillo +4 sul Monaco. Ma, per quanto riguarda le coppe quest’anno, le avversarie dirette dovranno vedersela contro una squadra equilibrata ed omogenea come quella di Rudi Garcia.

OCCHIO A STASERA

Per gli amanti dello spezzatino del Lunedì, gli occhi sono puntati questa sera su due confronti, sempre in Turchia ed in Francia: alle 19:00, alla Vodafone Arena, il Beşiktaş affronta il Başakşehir in quello che può considerarsi il derby di Turchia 2.0 vista la recente storia della squadra di Adebayor e del nostro Napoleoni, mentre alle 20:45, in Ligue 2, spazio all’accesissimo confronto corso tra Athletic Club Ajaccio, in scia per i primi posti della classifica, e Gazelec Ajaccio, in uno Stade François Coty delle grandi occasioni.

Supporters Ajaccio – 18.08.2014 – Gazelec Ajaccio / AC Ajaccio – 3e journee Ligue 2
Photo : Jean Pierre Belzit / Icon Sport

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio e dintorni

La Torres cade ancora in casa: sconfitta 0-1 contro il Fiorenzuola

Pubblicato

:

Juve Stabia

LEGA PRO TORRES FIORENZUOLA – Continua il periodo opaco della Torres, sconfitta al Vanni Sanna per 0-1 contro il Fiorenzuola. I rossoblù non vincono da quasi un mese (2-1 contro il Montevarchi), ma rimangono ancora al dodicesimo posto del Girone B di Lega Pro.

CRONACA DEL MATCH

I sassaresi giocano una buona gara, al pari della squadra – fin qui – rivelazione del campionato. Dopo una prima frazione equilibrata, nel secondo tempo la Torres entra più concreta. Sorgente, entrato al nono della ripresa, è l’uomo più pericoloso: al 68’ e al 73’, con due buone occasioni, va vicino alla rete del vantaggio.

Gol che, invece, trovano gli ospiti due minuti dopo: al 75’ Mastroianni impatta bene un cross arrivato dall’out mancino, insaccando a fil di palo.

Dopo la rete gli animi si accendono: arriva anche un’espulsione al 79’ per gli ospiti, con Quaini condannato dal doppio giallo.

Nel finale i padroni di casa tentano il tutto per tutto, forti anche della superiorità numerica ma non basta: i piacentini passano a Sassari. Per la squadra di Greco, ora, si avvicina pericolosamente la zona playout, con soli 3 punti di vantaggio.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Lega Pro, alle 17.30 Torres-Fiorenzuola: come arrivano le due squadre

Pubblicato

:

Modena

Reduce dal pareggio in terra marchigiana contro l’Ancona, per la Torres arriva a Sassari il Fiorenzuola, per il turno infrasettimanale del Girone B di Lega Pro.

I rossoblù non vincono dal 5 novembre (2-1 al Montevarchi) e sono in piena emergenza, per lo più nel reparto offensivo, privo degli infortunati Ruocco e Sanat e dello squalificato Diakite. Il centrocampista dei sassaresi, Alessandro Masala, ha presentato così la gara: “Sarà sicuramente una partita impegnativa, loro hanno fatto benissimo nel girone di andata. Il Fiorenzuola è una squadra che gioca molto palla a terra, dovremo essere bravi e attenti. Noi sfrutteremo le nostre caratteristiche per riuscire a portare a casa il risultato. Siamo in casa nostra daremo il massimo”

Gli ospiti, rivelazione del campionato, si presentano al Vanni Sanna forti della loro fase difensiva: con solo 9 reti subite i rossoneri hanno infatti la terza miglior difesa dopo Siena (6 gol subiti) e Cesena (8), anche se di queste ben 7 sono arrivate in trasferta. Da tenere d’occhio Mattia Morello, che ha segnato sin qui 4 reti con la maglia del Fiorenzuola.

I PRECEDENTI

Solo nella stagione 99/00 si sono affrontate le due compagini, annata che terminò con la promozione dei rossoblù. Nella gara di andata, disputata a Sassari il 28 novembre, gli uomini di Leonardi vinsero per 1-0 grazie alla rete di Luca Amoruso. Grande trionfo invece in Emilia, con una netta vittoria rossoblù per 1-4 con doppietta di Karasavvidis, gol di Riccardo Chechi e ciliegina finale di Luca Amoruso, che raggiunse il bomber greco come miglior marcatore nella brevissima storia di questa sfida, che martedì andrà di nuovo in scena, ventidue anni dopo.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Lazio, Lotito non molla sullo Stadio Flaminio

Pubblicato

:

Lotito

Lotito, il Presidente della Lazio, è tornato a parlare della questione nuovo stadio della Lazio, il cosiddetto “Stadio Flaminio”. Intervenuto ai microfoni de Il Messaggero, di seguito le sue parole.

“SUL FLAMINIO NON INTENDO MOLLARE”

SUL PROGETTO: “Non ho mai mollato. Io ho agito in silenzio e senza fare proclami. Ho fatto rilievi e approfondimenti, senza subire i diktat di nessuno. Ho incontrato l’assessore Onorato e la Soprintendenza. A breve ci dovrebbe essere un incontro congiunto in Campidoglio per capire se la capienza può arrivare a 45mila. Ci sono dei vincoli, ma io il progetto ce l’ho chiaro”.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Luis Enrique da Twitch: “Francia e Brasile le favorite, ma non abbiamo paura!”

Pubblicato

:

Luis Enrique

Ormai le dirette Twitch di Luis Enrique stanno diventando molto celebri, rivoluzionando anche un po’ i metodi della comunicazione tra tifosi e squadre di calcio.

Dopo la bella partita culminata con un pareggio conro la Germania in cerca disperata di punti, l’allenatore della Spagna è tornato a comunicare con i suoi tifosi sulla celebre piattaforma di streaming.

Le favorite per il Mondiale sono ovviamente Francia e Brasile. Hanno vinto le prime due partite ed è così. Però non abbiamo paura di nessuno, abbiamo giocato di recentre contro la Francia e punteremo a batterli. Noi intendiamo fare i punti che servono per passare il girone, intanto”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969