Dove trovarci
DFB

Calcio Internazionale

Il presidente della Federcalcio tedesca è sotto accusa: il motivo

Il presidente della Federcalcio tedesca è sotto accusa: il motivo

Stamane la DFB si sveglia con le tuonanti dichiarazioni di Fritz Keller, ex presidente della federcalcio tedesca. A quasi 6 mesi dalle sue dimissioni, Keller si scaglia con prepotenza contro Rainer Koch, attuale presidente ad interim della DFB.

Secondo quanto riporta il quotidiano tedesco BILD, Keller accusa Koch di essere stato il carnefice degli ultimi tre presidenti della DFB. E di averla trasformata in una vera e propria macchina di autodistruzione per chiunque ne entrasse a far parte.

Le parole di Fritz Keller, rilasciate proprio a BILD, lasciano ben poco spazio all’immaginazione.

“(Koch) Manca di qualsiasi bussola morale“.

E ancora:

È colui che forgia da anni i suoi intrighi. Mette una forte pressione sulle persone dentro e fuori la DFB con le sue cordate“.

Koch ha trasformato la DFB in una fossa di serpenti. Un presidente dopo l’altro viene portato dentro e ucciso“.

Dunque, a quanto pare, Rainer Koch avrebbe sulla coscienza non solo l’ultimo presidente, Fritz Keller, ma anche i suoi due predecessori, Reinhard Grindel e Wolfgang Niersbach.

Il primo dei due, Grindel, appoggia a pieno le parole di Keller.

Fritz Keller ha ragione. La cosa brutta è che gli intrighi di Rainer Koch hanno sempre danneggiato l’integrità della DFB. Un nuovo inizio in DFB può quindi essere credibile solo se Koch non sarà più membro del Presidium e del Comitato Esecutivo UEFA“.

Koch è accusato non solo di aver utilizzato sotterfugi per raggiungere la posizione occupata attualmente nella DFB. Ma anche di aver minacciato e danneggiato i rapporti lavorativi di molti addetti vicini a Keller (Grindel e Niersbach), al fine di raggiungere il suo obiettivo. A reggere il gioco figura anche il giornalista Kurt Diekmann, artefice di una vera e propria campagna mediatica, che ha minato le fondamenta della DFB.

Dal canto suo, l’accusato Koch non ha risposto alle accuse. La risposta non si fa attendere e trova terreno sia attraverso il suo vicepresidente Reinhold Baier, sia dalla stessa DFB.

Il primo afferma:

Forse il pugno a tutto tondo verbale di Keller aiuterà a superare il proprio fallimento autoinflitto“.

La federcalcio tedesca, invece, si dichiarata irritata:

Le accuse di Fritz Keller e la sua visione del passato sono state prese con irritazione. Molte delle affermazioni del sig. Keller nell’intervista citata sono affermazioni di fatto non suffragate da alcun fatto e quindi infondate, altrimenti sono valutazioni che non condividiamo“.

Immagine in evidenza presa da flickr con diritti Google Creative Commons

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale