Connect with us

Flash News

Dimarco, croce e delizia dell’Inter: i dati

Pubblicato

:

Inter 1-2 Milan

In casa Inter c’è un giocatore che fa dividere i tifosi, ossia Federico Dimarco. L’ex Hellas Verona ha i migliori dati per chance create (ogni 90 minuti), ma dietro balla e non poco.

Il giocatore di Inzaghi, nei dati statistici riportati da Kickest, è il difensore che, tra assist e passaggi chiave, si trova primo in classifica per assist e passaggi chiave. Dimarco ha la bellezza di 3,21 chance create ogni 90 minuti; in totale ha le stesse di Theo Hernandez Biraghi, ma ha giocato molti meno minuti in campionato.

NUMERI DA MEZZALA, MA DIETRO…

Il difensore nerazzurro vanta 7 big chance create, 2 assist, 45 passaggi chiave, di cui molti da calcio piazzato. Sicuramente non scopriamo oggi il mancino di Dimarco, però questi numeri vengono annullati da una tenuta difensiva traballante.

Sulla fascia, come quinto di centrocampo, è difficile utilizzarlo. Inzaghi, su l’eventuale lato di competenza dell’italiano, ha due dei migliori esterni della Serie A, ossia Perisic Gosens. Per questo motivo viene impiegato come braccetto della difesa a 3, un ruolo che ha ricoperto anche nel Verona di Juric.

Nonostante ciò, la partita che potrebbe aver fatto perdere lo scudetto all’Inter, contro il Bologna, ha mostrato tutti i suoi limiti. Il gol del pareggio, firmato Arnautovic, arriva proprio nella zona di Dimarco. Un cross dalla trequarti di Barrow viene colpito di testa dall’austriaco, con il difensore nerazzurro inerme di fronte allo strapotere fisico dell’attaccante rossoblù.

UNO SGUARDO AL MERCATO

Dimarco potrebbe lasciare Milano o avere molto meno spazio nella prossima stagione. Bastoni, De Vrij e Skriniar, attualmente, non sono in dubbio. Nelle ultime settimane si è parlato di un possibile approdo di uno tra Bremer Senesi, due giocatori che, se dovessero arrivare all’ombra del Duomo, sarebbero considerati come titolari o prime alternative.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Brasile-Svizzera, le formazioni ufficiali: ancora Richarlison, c’è Xhaka

Pubblicato

:

Ghana

Secondo match del gruppo G. Brasile-Svizzera si giocherà alle 17:00 dopo la gara tra Camerun-Serbia terminata con un pareggio. Le due compagini, dunque, si sfideranno per il primo posto del gruppo avendo ottenuto entrambe una vittoria nella partita di apertura. Un grande Richarlison si è caricato l’intera squadra sulle spalle portandola alla vittoria con una doppietta contro la Serbia, mentre il risicato 1-0 di Embolo ha permesso alla Svizzera di ottenere i tre punti. Il Brasile continuerà, dunque, a proporre l’immancabile qualità dei suoi: Militao al posto dell’infortunato Danilo, rivoluzione a centrocampo con Fred dal primo minuto. Yakin lascia fuori Shaqiri.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

BRASILE (3-4-2-1): Alisson; Eder Militao, Thiago Silva, Marquinhos; Alex Sandro, Fred, Casemiro, Paquetà; Raphinha, Vinicius jr; Richarlison.

SVIZZERA (4-3-3): Sommer; Widmer, Akanji, Elvedi, Rodriguez; Sow, Freuler, Xhaka; Rieder, Embolo, Vargas. Ct. Yakin

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Vlahovic resta ai box: le ultime sul suo infortunio

Pubblicato

:

Vlahovic

A margine del 3-3 tra Serbia e Camerun, il Ct dei balcanici, Dragan Stojkovic ha parlato della situazione di Dusan Vlahovic. L’attaccante della Juventus è rimasto ancora una volta in panchina per tutti i 90′ di gioco, alle prese con i postumi della pubalgia che lo flagella da tempo.

Stojkovic ha detto esplicitamente che Vlahovic non ha ancora la condizione fisica adatta per giocare ad alto livello, dichiarandosi preoccupato per questo.

Il centravanti, oltre alle due partite del Gruppo G, ha saltato le ultime quattro partite  di Serie A con la sua Juventus, e ora si attendono solo novità sulle sue condizioni.
La speranza di Stojkovic è quella di poterlo utilizzare, almeno parzialmente, nella sfida contro la Svizzera, decisiva per la qualificazione della Serbia.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Lega Pro, ad Ancona per la Torres arriva l’ottavo pareggio stagionale

Pubblicato

:

Modena

Nel girone B di Lega Pro, la Torres pareggia ad Ancona per 1-1, collezionando l’ottavo pareggio in quindici partite del suo campionato.

LA CRONACA

La squadra di Greco si presenta allo Stadio del Conero contro un’Ancona in grande forma, reduce da tre vittorie nelle ultime quattro.

I rossoblù, martoriati dalle assenze, vanno in vantaggio al trentesimo del pt, grazie al gol di Scappini con un destro a giro che non lascia scampo a Perucchini, chiudendo in vantaggio la prima frazione. Nella ripresa i padroni di casa trovano il pari definitivo, con un rigore causato da Ferrante ai danni di Lombardi (tra le proteste degli ospiti), e trasformato da Scappini al 67’.

La Torres rimane così al dodicesimo posto del campionato, dando l’impressione, ancora una volta, di non riuscire a fare il fatidico “passo in più”. Appuntamento domani, al Vanni Sanna, contro la Fiorenzuola.

LE PAROLE DEL MISTER

Il tecnico rossoblù, Alfonso Greco, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Centotrentuno sulla gara giocata:

Perdiamo punti un po’ per gli episodi un po’ per nostre ingenuità. È un peccato, anche perché oggi nonostante incontrassimo una grande squadra abbiamo fatto di necessità virtù. Il rigore è stato generoso ma noi abbiamo commesso una ingenuità. Vediamo se col Fiorenzuola ci sarà l’opportunità di recuperare qualcuno. Faremo il punto della situazione. Penso avremo Diakité squalificato, Lombardo è uscito con un risentimento muscolare. Affronteremo un’altra grande squadra, ma è un momento dove dovremo stringere i denti”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Milinkovic-Savic deluso: “Ora non dipende solo da noi”

Pubblicato

:

Success

Al termine del pirotecnico 3-3 tra Serbia e Camerun, valido per la seconda giornata del Gruppo G di Qatar 2022, Sergej Milinkovic-Savic ha parlato ai microfoni della Rai.
Il centrocampista della Lazio ha esternato la sua delusione per il risultato, che complica l’obiettivo del passaggio del turno per la Serbia:
“Siamo tutti molto delusi, eravamo stati bravi a rimontare il loro gol, ma poi abbiamo gestito malissimo il punteggio, smettendo di giocare. Adesso dobbiamo solo sperare che la Svizzera non batta il Brasile, per poterci giocare le nostre chances contro gli elvetici”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969