Dove trovarci

Calcio Internazionale

Dimitri Payet colpito da una bottiglia, sospesa Lione-Marsiglia

Dimitri Payet colpito da una bottiglia, sospesa Lione-Marsiglia

Ennesimo caso di violenza dei tifosi verso i giocatori in Francia. Questo grave problema sta cominciando a diventare un’abitudine, e a farne le spese è di nuovo Dimitri Payet, attualmente al Marsiglia. Cos’è successo veramente? Al quinto minuto di gioco il calciatore francese si appresta a battere un calcio d’angolo sotto la curva degli ultras del Lione. Qualcosa lo colpisce, e il calciatore si accascia a terra. Dagli spalti è arrivata una bottiglietta piena d’acqua direttamente sulla testa al giocatore. Immediati i soccorsi, ma soprattutto immediata è la sospensione della partita da parte del direttore di gara. Dopo cinque giri di orologio, senza che l’incontro avesse già raccontato qualcosa, l’arbitro è costretto ad interrompere forzatamente il gioco. Passa più di un’ora di totale confusione e lo speaker dello stadio annuncia che la partita riprenderà, con l’impianto ormai deserto. Dietrofront non immediato, ma quasi, perchè mezz’ora dopo ecco l’annuncio della definitiva interruzione della partita.

SESTO CASO DA INIZIO STAGIONE, URGE UN CAMBIAMENTO

Tutti, o quasi, ricorderemo maggiormente ciò che accadde a fine agosto tra Nizza e Marsiglia, sempre con Dimitri Payet protagonista. Il calciatore francese, stufo dal lancio di oggetti in campo da parte dei tifosi avversari, reagì ributtando sugli spalti ciò che arrivava in campo. La reazione dei tifosi non si fece attendere: decine e decine di invasioni di campo, maxi rissa con i giocatori ospiti e, anche in quel caso, l’immediata sospensione della partita, poi conclusa su un campo neutro. Il problema di fondo è la totale libertà riservata agli hooligans, perchè di questo si tratta, delle squadre francesi. La federazione di calcio transalpina sta facendo una figuraccia epocale in Europa, ma non solo. Fin da inizio stagione le tifoserie di squadre che devono fare trasferte in Francia, nel caso di competizioni europee, vengono invitate a non seguire i giocatori, per evitare contatti con gli ultras della società di casa. E’ previsto per la giornata di oggi un incontro d’urgenza tra le alte cariche della Commissione di disciplina, per trovare una soluzione a questa spinosa questione. Possibilmente nel minor tempo possibile, perchè questi “tifosi” stanno rovinando lo spettacolo del ritorno allo stadio da parte del pubblico.

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Calcio Internazionale