Connect with us

Calcio Internazionale

Dopo 29 anni torna la festa in Algeria

Pubblicato

:

29 anni dopo, l’Algeria torna ad essere campione d’Africa: decisiva la rete di Baghdad Bounedjah in avvio nella finale disputatasi venerdì sera al Cairo contro il Senegal, ancora senza vittorie in questa competizione. Per i nordafricani si tratta della seconda Coppa d’Africa vinta dopo l’edizione disputata in casa nel 1990.

ALLA SCOPERTA DEGLI UNDICI EROI

Oltre ai noti Mahrez, Bennacer e Feghouli, già militanti nel calcio che conta, gli altri otto titolari nella finale di venerdì sono sconosciuti alla maggior parte degli appassionati di calcio europeo. Partiamo dal portiere, Raïs M’Bolhi Ouhab: nato a Parigi, si è fatto naturalizzare algerino nel 2010. Si tratta di un esperto classe ’86, che attualmente difende i pali dell’Al-Ettifaq, squadra appartenente al campionato arabo. La difesa a quattro è composta da Mehdi Zeffane, nato nel 1992 a Sainte-Foy-lès-Lyon, in Francia, ma anche lui si è naturalizzato algerino nel 2014. Gioca da quattro anni nel Rennes, squadra di Ligue 1. Dal lato opposto il compagno di squadra nel Rennes Ramy Bensebaini, nato in Algeria 24 anni fa. Al centro, Djamel Benlamri (nato nel Natale del 1989), militante nel campionato arabo, all’Al-Shabab. L’altro centrale Aïssa Mandi è uno dei tanti francesi naturalizzati algerini, classe ’91 che gioca nel Real Betis in Liga: dal 2016 ad oggi ha raccolto appena 12 presenze ed un gol. La Nazionale neo campione d’Africa si schiera con un 4-1-4-1: davanti alla difesa troviamo Adlène Guedioura, che si aggiunge alla lista di naturalizzati dalla Francia, 34 anni a novembre ed ora in forza al Nottingham Forest, dopo aver passato gli ultimi dieci anni di carriera interamente in Inghilterra: ha vestito le maglie di Wolverhampton, Crystal Palace, Watford e Middlesbrough prima di quella attuale. Dietro alla punta, da destra verso sinistra, troviamo i famosi Mahrez, Feghouli, il futuro milanista Bennacer ed infine il meno noto Mohamed Belaïli: ventisettenne algerino puro, gioca in Tunisia, all’Espérance (squadra della capitale Tunisi). Davanti tutto il peso del reparto ricade sull’autore del gol che ha regalato la Coppa d’Africa alle “Volpi del deserto”, Baghdad Bounedjah. Il classe ’91 è il bomber della squadra di Doha, capitale qatariota, l’Al-Sadd. Sono infatti ben 97 i centri che il numero nove dell’Algeria ha trovato dal 2015 ad oggi in Qatar, in appena 59 presenze.

Il commissario tecnico è Djamel Belmadi, 43enne nato in Algeria che in carriera (era un centrocampista) ha vestito le maglie di club prestigiosi come Paris Saint-Germain, Manchester City, Olympique Marsiglia e Southampton. Prima di sedersi sulla panchina dell’Algeria lo scorso anno, nelle precedenti tre stagioni Belmadi è stato allenatore anche del Qatar e di una squadra di club della stessa nazione, ovvero l’Al-Duhail. Il successo ottenuto venerdì sera rappresenta il primo titolo da allenatore per l’ex centrocampista. La solidità difensiva è stata l’arma chiave degli algerini in questa competizione: sono appena due le reti subite in totale, una ai quarti contro la Costa d’Avorio ed una in semifinale, peraltro su calcio di rigore, contro la Nigeria. Il pallino del gioco Mahrez e compagni hanno preferito lasciarlo agli altri, come successo proprio nella finale vinta (38% di possesso palla), per poi punire in ripartenza. Fondamentale per la squadra è Mahrez, i cui movimenti imprevedibili tra centrocampo ed attacco portano pericolose manovre offensive. Un’ulteriore qualità degli uomini di Belmadi è stata la tenuta fisica: la stanchezza non ha mai preso il sopravvento sulle volpi, nonostante abbiano sempre corso tanto e vinto un match ai calci di rigore (contro la Costa d’Avorio), spendendo quindi ulteriori energie.

LA RIVELAZIONE: ISMAEL BENNACER

Nominato miglior giocatore e miglior giovane della competizione, Ismael Bennacer si prepara all’inizio di una nuova avventura: la prossima settimana firmerà il contratto che lo legherà al Milan per i prossimi cinque anni (si parla di un ingaggio da circa 1.5 milioni di euro, con 16 più 2 di bonus all’Empoli). Il classe ’97 è sempre sceso in campo da titolare nelle partite dell’Algeria di Coppa d’Africa: è stato nominato “man of the match” in due delle tre partite della fase a gironi, ma anche negli altri successi è sempre risultato brillante e decisivo, come nella finale contro il Senegal. È stato lui infatti a rubare palla a centrocampo per poi avviare l’azione che al secondo minuti di gioco ha portato alla rete decisiva di Bounedjah. Ora per Bennacer arriva il momento di fare il definitivo salto di qualità anche col club: è lui il candidato a ricoprire il ruolo di regista nel Milan di Giampaolo.

Fonte immagine: profilo Instagram di Ismael Bennacer.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram CAF.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Gomez carica l’Uruguay: “Contro il Ghana una finale”

Pubblicato

:

Maximiliano Gomez, attaccante dell’Uruguay, ha parlato ai microfoni di Teledoce dopo la sconfitta contro il Portogallo.

L’attaccante ha caricato i suoi per la sfida contro il Ghana, decisiva ai fini della qualificazione:

“Dobbiamo già pensare alla prossima sfida col Ghana. Giocheremo l’ultimo incontro della fase a gironi come se fosse una finale e ci auguriamo di riuscire a vincerla”

Gomez ha anche analizzato il match di stasera:

“Sono contento di aver avuto l’opportunità di scendere in campo, ma al tempo stesso mi dispiace per il risultato perché abbiamo disputato un grande secondo tempo. Il Portogallo è una grande squadra e sapevamo di trovarci di fronte degli ottimi calciatori”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Messico, tegola Guardado: stop di 10 giorni

Pubblicato

:

Tata Martino

Tegola in casa Messico, a 2 giorni dal match clou contro l’Arabia Saudita.

Il centrocampista Andres Guardado, infortunatosi nel match contro l’Argentina, dovrà stare fermo ai box 10 giorni stando a quanto riportato da L’Equipe. I messicani, fermi ad un punto in classifica, sono obbligati a vincere, per tenere vive le chances di qualificazione in un girone super equilibrato. L’altra sfida vedrà di fronte Argentina e Polonia, con i primi a quota 3 e i polacchi in testa al gruppo con 4 punti, frutto di una vittoria e un pareggio proprio contro il Messico.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Invasione di campo pro donne iraniane durante Portogallo-Uruguay

Pubblicato

:

Invasione di campo durante Portogallo-Uruguay.

Un giovane tifoso è entrato sul terreno di gioco con una bandiera arcobaleno e una maglietta azzurra con la scritta “Respect for iranian women”. Sul petto della stessa, invece, la S di Superman accompagnata dalla frase “Save Ukraine”.

In un Mondiale da molti ribattezzato come “Il Mondiale della vergogna”, si susseguono episodi volti a porre l’attenzione mediatica sulle vicende geopolitiche che interessano il nostro pianeta. Tra tutte, quelle riguardanti l’Iran, al centro delle polemiche per le proteste che imperversano il Paese. I giocatori della Nazionale hanno scelto di non cantare l’inno, mentre è già emblematica la foto di una tifosa con la maglia di Masha Amini, uccisa lo scorso 13 settembre per mancata osservanza della legge sull’obbligo del velo.

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia, Veretout in conferenza: “Giusto che sia al Mondiale”

Pubblicato

:

Veretout

Il centrocampista della Francia e del Marsiglia Jordan Veretout, ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa, a due giorni dal match contro la Tunisia.

L’ex calciatore della Roma, in particolare, ha sottolineato che la sua convocazione non sia stata una sorpresa:

“La mia convocazione una sorpresa? Non la penso così. Ho passato degli anni molto belli in Italia. Il mio inizio di stagione a Marsiglia non è stato perfetto, ma negli ultimi mesi ho mostrato una buona forma. L’allenatore lo ha visto, credo, ed è per questo che mi ha convocato per il Mondiale”.

Veretout, sino ad ora, non è mai stato impiegato dal ct Deschamps e mercoledì potrebbe avere la sua prima chance da titolare.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969