Dove trovarci
Dumfries

Archivio generico

Dopo-Handanovič: il nome caldo è quello di André Onana

Dopo-Handanovič: il nome caldo è quello di André Onana

La necessità, più o meno impellente, in casa Inter si chiama dopo-Handanovič. Il portiere sloveno è stato per anni una colonna portante della squadra neroazzurra. Più volte è stato anche il miglior estremo difensore del campionato, pur attraversando il periodo più buio della storia dell’Inter.

Da due anni e mezzo indossa anche la fascia da capitano. E con questa al braccio si è tolto anche la soddisfazione di alzare il suo primo titolo in neroazzurro. Lo scudetto vinto lo scorso maggio.

Tuttavia, nell’ultima stagione, più volte non si è dimostrato completamente affidabile. Qualche errore di troppo e qualche gol concesso in maniera banale hanno fatto scattare l’allarme dalle parti di Appiano Gentile.

Ed ecco che la dirigenza si è immediatamente affacciata sul mercato, per individuare un nome adatto a raccogliere l’eredità del suo capitano.

Il nome per il dopo-Handanovič è quello di André Onana, classe 1996 dell’Ajax. Il portiere camerunense scuola Barça faceva già parte di quella sorprendente formazione che ha sfiorato la finale di Champions League nella stagione 2018/19. Da quel momento è subito saltato agli occhi di tutta Europa come un giocatore estremamente promettente.

Il contratto che lo lega ai lancieri scade il prossimo giugno 2022. E la probabilità che Onana possa lasciare il club olandese a parametro zero è molto alta.

L’Inter si è immediatamente mossa in questa direzione per assicurarsi il portiere in vista della prossima stagione e favorire il passaggio di consegne. Anche da parte del giocatore c’è interesse per un eventuale trasferimento in maglia neroazzurra.

La trattativa potrebbe essere favorita da due aspetti.

In primis, il Lione, prima contendente del club meneghino, non ha ancora formalizzato l’offerta e, in questo momento, l’Inter è in pole sul giocatore.

In secondo luogo, l’agente di Onana è Alberto Botines, che ha, tra i suoi assisstiti, anche Héctor Bellerín, uno dei nomi più caldi per il dopo-Hakimi. L’agente è al lavoro con l’Inter su più fronti. E il sorpasso di Dumfries, proprio sul terzino spagnolo dell’Arsenal, potrebbe essere decisivo per spingere Botines a portare a Milano almeno il portiere.

L’Inter lavora con attenzione su questo fronte e si prepara ad affrontare un’ultima stagione calcistica con Handanovič tra i pali. Lo sloveno ha ormai 37 anni ed è sulla via del tramonto. Al netto di ciò, non è da escludere che l’ex estremo difensore dell’Udinese possa restare in neroazzurro come secondo portiere per fare da chioccia al classe ’96 nella sua nuova esperienza in Italia.

Immagine in evidenza presa da Pixabay con diritto Google Creative Commons

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico