Connect with us
Douglas Costa e Dybala: gli ultimi esempi della mentalità Juventus

Generico

Douglas Costa e Dybala: gli ultimi esempi della mentalità Juventus

Pubblicato

:

“Nessuno è più importante della maglia”. Seppur con un impatto mediatico inferiore al celebre “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”, questo slogan è utilizzato come una linea guida da tutte le dirigenze che si avvicendano a capo della Juventus.

In un periodo in cui la squadra di Allegri deve gestire insoliti problemi all’interno del rettangolo verde, anche nello spogliatoio l’aria che tira non sembra esser la migliore. Prima Dybala e poi, ancora una volta, Douglas Costa hanno inquinato quell’aria di sacralità che permea i muri di Vinovo. Seguendo un ordine cronologico è stato Dybala a far storcere per primo il naso alla dirigenza.

Durante il match di campionato contro il Parma, Allegri ha esaurito i cambi senza prendere l’argentino in considerazione e quest’ultimo per ripicca ha abbandonato la panchina scuro in volto. Un paio di giorni dopo, Douglas Costa è stato vittima di un grave incidente stradale dal quale è uscito illeso e in serata, come certificato dalle sue Instagram stories, ha raggiunto Parigi per partecipare alla festa di compleanno di Neymar. Se il caso Dybala pare esser già rientrato con l’argentino pronto ad indossare una maglia da titolare nella gara di sabato contro il Sassuolo, per Douglas Costa la situazione resta intricata.

La macchina del brasiliano dopo il brutto incidente avvenuto all’altezza di Santhià lunedì mattina.

Nonostante Douglas Costa potesse godere come tutta la squadra di due giorni liberi, la società non ha gradito la sua partecipazione ad una festa poche ore dopo un incidente che avrebbe potuto riportare conseguenze ben più gravi. Nei prossimi giorni è previsto un incontro tra l’agente del ragazzo e i vertici bianconeri per chiarire la situazione, e non è difficile immaginare un duro richiamo da parte di Agnelli&co per i ripetuti comportamenti rivedibili del brasiliano. Escluso l’acuto contro il Chievo, la stagione del brasiliano non è neanche lontanamente paragonabile alla seconda parte della scorsa annata e questo, assieme ad un minutaggio ridotto all’osso, è forse la causa di un nervosismo che vede nello sputo a Di Francesco la sua genesi.

DA BONUCCI A BENATIA

I due attaccanti non sono stati gli unici ad essere ripresi duramente dalla dirigenza in tempi recenti. Il caso Benatia, ad esempio, man mano che il tempo passa sta assumendo sempre di più i connotati di uno scontro frontale tra il marocchino e Allegri, con il difensore che in alcuni casi ha anche rifiutato di giocare. In questo caso la società ha adottato la linea dura: separazione immediata senza se e senza ma.

Oltre al difensore ex Roma, che i tifosi bianconeri stanno già rimpiangendo dopo aver visto Caceres all’opera. anche Leonardo Bonucci è stato vittima dello spietato mantra dirigenziale. In pochi ricorderanno il punto di rottura tra il difensore viterbese ed Allegri. E’ il 17 febbraio 2017 quando i bianconeri, a pochi giorni dall’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Porto, superano per 4-1 il Palermo. Una giornata di ordinaria amministrazione si trasforma in quella che segna la provvisoria separazione di Bonucci dai colori bianconeri quando, durante il match, il difensore e Allegri si mandano ripetutamente a quel paese per motivazioni non certificate. La conseguenza della diatriba sarà nell’immediato il celebre sgabello di Oporto e successivamente il trasferimento al Milan.

CODICE PIRLO

Il caso Dybala, non nuovo a screzi con il suo allenatore riguardo a sostituzioni o mancato utilizzo, in casa Juventus ha una sua particolare legislazione.

Al minuto 67 di un Juventus-Verona deciso da una doppietta di Fernando Llorente, Conte sostituisce Pirlo per Marchisio causando un’insolita reazione nel regista italiano che lascia il campo raggiungendo subito gli spogliatoi. Interrogato qualche giorno dopo sulla questione l’allenatore salentino, con calma serafica, comunica l’istituzione della nuova legge sui generis istituita in accordo con la dirigenza.

I seguenti casi, assieme ad altri celebri e meno celebri come la sfuriata di Marotta ad Amauri, fungono da prova empirica di quella che può essere definita la mentalità Juventus. Una società che negli ultimi anni con l’ascesa di Andrea Agnelli ha radicalizzato questa tendenza a porre il logo e la maglia al di sopra di tutto e tutti. Grazie ad una metodologia di lavoro che ha fatto scuola, come l’impatto di Marotta nel mondo Inter certifica, e che fino ad ora ha permesso alla Juventus di proseguire senza intoppi di carattere umano l’egemonia in Italia e la scalata in Europa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Colpani e Palladino a DAZN: “Sarà una sfida dura”

Pubblicato

:

Frosinone-Monza formazioni

Tra pochi minuti avrà inizio la sfida tra Monza e Roma. I brianzoli ospiteranno i giallorossi guidati da Daniele De Rossi. Entrambe le squadre stanno vivendo un periodo molto importante. I padroni di casa arrivano alla sfida con due vittorie consecutive contro il Milan e la Salernitana. Oggi potrebbe essere un’occasione importante per le due formazioni per dare continuità ai risultati dell’ultimo periodo. Prima dell’inizio del match sono intervenuti ai microfoni di DAZN il tecnico Raffaele Palladino e Andrea Colpani.

LE DICHIARAZIONI DI RAFFAELE PALLADINO 

ROMA DI DE ROSSI –Io e Daniele siamo molto amici, ea già un allenatore in campo. Farà l’allenatore a grani livelli, ci mette cuore e passione. Sono contento che stia sfruttando quest’opportunità; la squadra sta avendo grandi miglioramenti, si vede la sua mano”.

LE DICHIARAZIONI DI ANDREA COLPANI

PARTITA –Sarà una partita difficilissima, la Roma è una squadra molto forte. Ci aspettiamo una partita veramente dura, di duelli, cercheremo di mettere in mostra il nostro atteggiamento come sempre e le nostre qualità”.

 

Continua a leggere

Flash News

Gila carica la Lazio: “Una vittoria stasera vale metà stagione”

Pubblicato

:

Mario Gila, difensore della Lazio

Il difensore della Lazio Mario Gila ha parlato ai microfoni di DAZN a pochi minuti dall’inizio della sfida tra i biancocelesti e il Milan. Una gara, quella dell’Olimpico, che per i biancocelesti è fondamentale per restare ancorata alla corsa per ottenere un posto in Champions League. Proprio su questo si è soffermato il centrale spagnolo poco prima dell’inizio della gara contro i rossoneri. In questo momento, infatti la Lazio è ottava in classifica, a -8 dal Bologna quarto e -6 dall’Atalanta che occupa la quinta posizione, che al momento potrebbe valere comunque un posto in Champions League il prossimo anno. I biancocelesti sono reduci dalla sconfitta in casa della Fiorentina e contro il Milan vogliono cambiare subito marcia.

3 PUNTI FONDAMENTALI – “Partita importantissima per noi, tre punti che ci possono dare tranquillità e farci avvicinare alla Champions. Tre punti questa sera possono valere metà stagione”, ha dichiarato Gila.

Dopo un inizio di stagione rilegato in panchina, Gila ha conquistato il posto da titolare complice anche qualche problema fisico di Romagnoli e Casale e da metà novembre è sempre stato schierato dal 1′ da Maurizio Sarri, fino all’espulsione contro il Torino. Il 23enne torna oggi titolare dopo aver scontato la squalifica nella scorsa giornata contro la Fiorentina e agirà al fianco di Romagnoli.

Continua a leggere

Flash News

Lotta Napoli-Juventus per il Mondiale per Club: ADL presenterà ricorso alla FIFA per estromettere i bianconeri

Pubblicato

:

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, Serie A, Coppa Italia, Champions League

Siamo già in tema Napoli-Juventus. Questo weekend, precisamente domenica sera alle ore 20:45, la sfida di Serie A. Fuori dal campo, però. la partita è concentrata sulla partecipazione delle due squadre al prossimo Mondiale per Club. I bianconeri formalmente possono solo sperare che i partenopei vengano sconfitti al ritorno di Champions dal Barcellona. Il Napoli, invece, se vincesse almeno altre due partite in Europa, accederebbe alla nuova competizione che prenderà il via nel 2025.

Secondo quanto riportato da Radio Kiss Kiss, però, il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis sarebbe al lavoro per presentare un ricorso alla FIFA per l’estromissione della stessa Juventus dal prossimo Mondiale per Club. Ciò garantirebbe al Napoli una grandissima possibilità per l’accesso alla competizione, visto che come pretendente rimarrebbe la Lazio, ma che è ben più indietro nel ranking.

Continua a leggere

Flash News

I convocati dell’Olanda per le partite di marzo: prima volta per Zirkzee, ci sono anche due interisti

Pubblicato

:

Bigica

L’Olanda si prepara a scendere in campo contro la Scozia (in casa) e contro la Germania (in trasferta). Si tratta di due amichevoli, utili a CT e giocatori per rodare i meccanismi verso Euro2024. In vista di questi due impegni, Ronald Koeman, tecnico della Nazionale olandese, ha diramato l’elenco dei convocati. Tra questi, figurano ben sei giocatori presenti in Serie A, tra cui la prima – meritatissima – volta di Joshua Zirkzee. L’attaccante in forza al Bologna, tra l’altro, incrocerà dall’altra parte del campo uno che di solito gli fornisce gli assist come Lewis Ferguson.

Oltre all’ex Bayern, ci sono Denzel Dumfries, Stefan De Vrij, Teun Koopmeiners e Tijjani Reijnders. Presenti anche tre conoscenze del nostro campionato come Matthijs De Ligt, Jerdy Schouten e Gini Wijnaldum. Scopriamo, dunque, la lista completa dei giocatori che vestiranno la maglia Orange nei due impegni che attendono l’Olanda.

LA LISTA DEI CONVOCATI DELL’OLANDA

Questo, dunque, l’elenco completo dei convocati di Ronald Koeman:

  • PORTIERI: Bizot, Flekken, Olij, Verbruggen;
  • DIFENSORI: Ake, Blind, Van Dijk, Dumfries, Frimpong, Geertruida, Hartman, De Ligt, Timber, De Vrij, Van De Ven;
  • CENTROCAMPISTI: Frenkie De Jong, Koopmeiners, Reijnders, De Roon, Schouten, Verman, Wijnaldum, Wieffer;
  • ATTACCANTI: Brobbey, Depay, Gakpo, Malen, Xavi Simons, Zirkzee, Weghorst.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969