Connect with us
Dumfries, l'Inter fissa il prezzo: una big europea alla porta

Bundesliga

Dumfries, l’Inter fissa il prezzo: una big europea alla porta

Pubblicato

:

Fantacalcio

Tutti pazzi per Denzel Dumfries. Dopo una partenza difficile, l’esterno olandese ha conquistato definitivamente la titolarità sulla fascia destra e l’affetto dei tifosi dell’Inter. Oltre ai numeri – 5 gol e 7 assist in tutte le competizioni – ciò che conta è il carattere espresso in campo. Dumfries è la determinazione fatta persona, lotta su ogni pallone e spinge forse più di tutti.

Naturalmente, l’exploit del laterale nerazzurro non poteva passare inosservato. Chiamato a sostituire un campione assoluto come Achraf Hakimi, si è disinteressato di eventuali paragoni continuando a lavorare sodo. Adesso che i risultati sono evidenti, arrivano anche le prime sirene di mercato dalle big europee.

Tuttosport parla di un interessamento da parte del Bayern Monaco di Julian Nagelsmann. I bavaresi, freschi campioni di Germania per la decima volta consecutiva, vorrebbero puntare su Dumfries. Si era pensato a lui già ai tempi del PSV, ma adesso si farà sul serio, al netto della sua conferma in Italia. L’Inter chiede almeno 30 milioni per Dumfries, con il Bayern Monaco pronto a trattare. Se sarà addio a fine anno non si può certamente sapere, bisognerà aspettare gli sviluppi del calciomercato estivo.

Bundesliga

Cambia guida il Crystal Palace, ecco Glasner: vinse l’Europa League con l’Eintracht

Pubblicato

:

Sulla panchina del Crystal Palace arriva Oliver Glasner.

A fronte anche dei numerosi infortuni riscontrati in stagione, la dirigenza del Crystal Palace ha optato per un cambio di rotta, scegliendo l’allenatore che vinse la seconda Europa League con l’Eintracht Francoforte. A ufficializzare tale sostituzione è stato lo stesso club inglese, attraverso un comunicato ufficiale. Di seguito Glasner ha pronunciato le sue prime parole, ritenendosi entusiasta di questo suo nuovo incarico.

LE PAROLE

GLASNER – “Sono molto felice di unirmi al Crystal Palace come allenatore. Non vedo l’ora di lavorare con una squadra piena di talenti, di incontrare i tifosi del club e di vivere l’atmosfera di Selhurst Park di cui ho tanto sentito parlare. È stato un piacere incontrare Steve (Parish, il presidente) e Dougie (Freedman, il direttore sportivo) e non vedo l’ora di lavorare con loro per raggiungere i nostri obiettivi”.

Continua a leggere

Bundesliga

Bayern, rissa sfiorata nello spogliatoio: clima teso in vista del ritorno con la Lazio

Pubblicato

:

tuchel

Il Bayern Monaco, avversaria della Lazio in Champions League, sta vivendo uno dei peggiori periodi degli ultimi 15 anni e ora questo momento no sembra aver raggiunto il culmine. Ieri, dopo aver perso per 3-2 in casa del Bochum, si è creato un clima molto teso nello spogliatoio dei bavaresi, che poteva sfociare in una rissa. Stando a quanto riporta BildJoshua Kimmich, centrocampista del Bayern Monaco, e Zslolt Low, vice dell’allenatore Tuchel, sarebbero quasi arrivati ad uno scontro fisico, fermato dal capitano Manuel Neuer.

Il classe ’95, che con il Bayern ha vinto tutto, non sarebbe riuscito a mantenere la calma dopo la terza sconfitta consecutiva, la quale ha messo in salita la stagione dei bavaresi. Il 5 marzo giocheranno in casa contro la Lazio, la quale è riuscita a vincere l’andata per 1-0 grazie al gol di Immobile, e servirà una vittoria con due gol di scarto per evitare i supplementari e passare il turno. Tuttavia il clima teso non aiuta la squadra e, quindi, ciò che poteva sembrare un’utopia per la Lazio, ora potrebbe diventare realtà: battere i biancorossi e approdare ai quarti di Champions League.

Continua a leggere

Bundesliga

Che sfortuna per Kalajdzic: crociato rotto per la terza volta in 5 anni

Pubblicato

:

Sasa Kalajdzic, attaccante di proprietà del Wolverhampton in prestito al Francoforte, si è rotto per la terza volta il crociato in soli cinque anni. All’undicesimo minuto del match contro il Friburgo in Bundesliga di ieri, Kalajdzic ha dovuto abbandonare il campo a causa di un infortunio che gli ha impedito di rimanere in campo. Subito si è capito che fosse qualcosa di serio e, data la sua storicità per questo tipo di infortuni, il Francoforte ha temuto la rottura del crociato. Oggi è arrivata la conferma: rottura del legamento crociato, la terza in cinque anni.

La prima volta che ha dovuto fronteggiare questo tipo di infortunio era nel luglio del 2019, quando vestiva ancora la maglia dello Stoccarda. In questo caso è dovuto stare fermo per ben 263 giorni, tornando a disposizione nell’aprile del 2020. Dopo un importante infortunio alla spalla che lo ha tenuto fermo, Kalajdzic sperava di poter tornare a dire la sua in Bundesliga. Così non è stato, infatti il 4 settembre 2022, a poco più di tre anni dall’ultima volta, si è rotto nuovamente il crociato, questa volta con la maglia del Wolverhampton. Dopo ben 274 passati ai box è tornato a disposizione della squadra nel giugno del 2023.

Questa doveva essere la stagione del riscatto, in prestito in Bundesliga per rilanciare la propria carriera, ma non è ancora il momento. La sfortuna sta perseguitando Kalajdzic, il quale, molto probabilmente, non rivedrà un campo da calcio per i prossimi 9 mesi.

Continua a leggere

Bundesliga

Caos Bayern: rosso Upamecano, sconfitta e partita sospesa

Pubblicato

:

milioni

Continua il periodo buio in casa Bayern Monaco. Dopo le sconfitte contro i rivali al titolo del Leverkusen e la Lazio in Champions, la squadra di Tuchel perde ancora, stavolta per mano del Bochum. La squadra undicesima in Bundesliga era anche andata sotto nel punteggio, a causa della rete di Musiala al 14′, ma poi ha rimontato e si è portata sul 3-1. Il gol di Kane nei minuti di recupero risulta inutile; la partita finisce 3-2 e il Bayern precipita a -8 dal Leverkusen.

Al Vonovia Ruhrstadion però è successo molto altro. Dopo il gol di Musiala, a partire dal 28′ il gioco è stato sospeso per quasi un quarto d’ora a causa di una protesta dei tifosi di casa. Questi infatti hanno iniziato a lanciare palline da tennis in campo, senza comunque colpire i giocatori. Un’iniziativa per protestare contro la recente decisione dei presidenti di Bundesliga di accogliere fondi di private equity. Quella delle palline da tennis è stata solo l’ultima di una lunga serie di bizzarre proteste. Nell’anticipo tra Colonia e Werder Brema per esempio, si sono viste in campo delle macchinine telecomandate.

Tornando alla partita, da sottolineare anche la seconda espulsione consecutiva di Upamecano dopo quella con la Lazio, e l’infortunio di Mazraoui, uscito in barella al 32′ dopo aver accusato un problema muscolare. Ironia della sorte: a prendere il posto del marocchino è stato proprio Upamecano, poi espulso. In questo periodo al Bayern non ne va bene una.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969