Connect with us

La nostra prima pagina

È sempre più Boga

Pubblicato

:

“Boga? Lo avete visto, è fortissimo nell’uno contro uno. Ha fatto anche lui una grande partita, dispiace per il risultato ma va bene così”.

Queste le parole di Domenico Berardi in merito alla prestazione contro il Napoli. Il gol di Mimmo, del resto, è merito della tenacia del talento franco ivoriano.

L’azione del gol neroverde ha il sapore di chi non si arrende mai. Accelerazione del numero 20 al limite dell’area, passaggio sulla destra ad allargare per Lirola, che mette al centro. Il pallone è preda della scivolata di Allan e l’azione sembra conclusa, ma la caparbietà di Boga gli permette di recuperare una palla che sembrava perduta. Il cross al centro è tanto roccambolesco quanto arrembante, con Berardi mette in rete.

Settimana dopo settimana sta trovando sempre maggiore continuità, nel segno di un talento grezzo e cristallino che lo contraddistingue. Il tempo è dalla sua parte, la voglia e la determinazione se continuerà a mettercele. Per il momento è Jeremie Boga, un punto sempre più fermo nell’arsenale neroverde.

SEMPRE PIU’ CONTINUO

La partita contro il Napoli è eloquente. Del resto, quando te la giochi alla pari contro una squadra come quella partenopea (stesso numero di tiri per le due formazioni, 10) il caso non esiste e va in prepotente scena la qualità di un organico sempre più consapevole dei propri valori. E Jeremie Boga è uno di questi, non ci sono più dubbi al riguardo.

Heatmap e Touchmap della partita di Boga contro il Napoli. Si noti come abbia spaziato per tutta la fascia sinistra, con incursioni al centro.

Nel match contro i partenopei ha mostrato tutto il suo talento. 90 minuti di grande qualità e sacrificio, con 2 nitide occasioni e, ovviamente, l’assist decisivo per Berardi al culmine di un’azione da manuale, in cui la firma d’autore è la sua. 47 i tocchi della sua partita; nella manovra del Sassuolo l’ex Chelsea è sempre più protagonista e incisivo (il 76,9% di passaggi riusciti, per un attaccante esterno, è una percentuale di livello). Il fronte sinistro del rettangolo di gioco è la prateria dove non smette di correre e impressionare, sia in attacco che nei ripiegamenti positivi. Contro la squadra di Ancelotti ha vinto infatti il 61,5% dei duelli, a testimonianza del suo spirito di sacrificio.

L’infortunio di inizio stagione non l’ha scoraggiato. Nonostante i 2 mesi di stop (un’eternità nel calcio) si è rimboccato i calzettoni a suon di chilometri macinati e giocate sempre più evolute e decisive. Tanto da spadroneggiare nelle ultime partite di campionato. Contro la SPAL ha realizzato 7 dribbling, il migliore in Serie A della giornata. Nella partita contro il Milan in quel di San Siro ha saputo incantare pure i tifosi meneghini, che a fronte di un gol annullato, di un palo colpito e caparbietà a non finire altro non hanno potuto che riconoscere il suo talento. Fino a tornare sul prato di Reggio Emilia, dove ha mostrato giocate di quel Top Player che sogna di diventare.

Boga (evidenziato in rosso) si accentra dalla sinistra e calcia a giro verso il secondo palo. Nonostante la marcatura di Kessiè e Calabria riuscirà a calciare splendidamente. Solo il palo gli negherà la gioia del gol.

“Ieri in campo c’era un solo vero campione: quel giovane Boga di proprietà del Barcellona che ha fatto vedere i sorci verdi alla difesa del Napoli”.

Così si è espresso Enrico Fedele sulla partita del giovane Jeremie. E quando un mostro sacro come lui si sbilancia in questo modo, qualcosa vorrà pur significare.

FIDUCIA RIPAGATA

La continuità nel gioco del pallone è un elemento direttamente proporzionale alla fiducia guadagnata, sudata, conquistata. Due fattori che vanno a braccetto, nella formula che regala sorprese inaspettate e che porta al successo.

Quella che all’inizio è stata necessità sta diventando sempre di più voglia di “scommettere sulle certezze” che piano piano stanno prendendo forma. L’infortunio di pubalgia cui è incorso Di Francesco gli ha concesso visibilità, ma non solo. La temporanea uscita da radar neroverdi di Babacar ha messo ancora più pressione a quelle linee promettenti adesso chiamate a fare risultato. E dopo una serie di presenze da subentrato, quella col Napoli è stata la quarta da titolare per Jeremie Boga. Tanto di cappello. Nel periodo della parabola decrescente del Khouma il franco ivoriano s’è imposto come uno degli elementi di maggior talento di una squadra che sembra aver smarrito la retta via (3 punti nelle ultime 6 uscite).

Con Djuricic Falso Nueve la fascia sinistra è il suo regno, dove è libero di spaziare nel segno di una disciplina tattica ben precisa. La qualità al servizio della squadra, naturalmente, e la corsa al servizio delle due fasi quando necessario. Ma l’organizzazione in campo fine a se stessa non basta, e nemmeno diverte. È quando va a braccetto con l’estro calcistico che trova la sua dimensione ottimale.

Boga (evidenziato in rosso) dal centro imposta sulla destra per Lirola (non in foto). Berardi (evidenziato in azzurro) si prepara al taglio dentro l’area.

Basti pensare alla posizione di Boga in occasione del gol contro il Napoli: prima centrale, da numero 10 chiamato a impostare.

Lirola (sulla sinistra evidenziato in azzurro) mette al centro un cross rasoterra. Boga (evidenziato in rosso) segue il movimento della palla verso il primo palo e Berardi (sulla destra evidenziato in azzurro) invece lo segue dal centro.

Il movimento dentro l’area fra le strettissime linee azzurre, poi, è da incursore vero, di chi ha il coraggio e la voglia di ricoprire più ruoli in virtù della necessità.

Boga (evidenziato in rosso) recupera la palla vagante deviata da Allan in scivolata, servendo al centro Berardi (evidenziato in azzurro) in occasione del gol del vantaggio neroverde.

Nel passaggio decisivo a Berardi a fil di linea, infine, torna a ricoprire quel ruolo di ala da ultimo passaggio, fedele compagna dei bomber.

Tutto questo non è stato facile. Ha infatti vissuto una prima metà di stagione complicata, segnata dall’operazione nella zona tibiale per rimuovere una calcificazione che lo ha costretto a star fuori da metà ottobre fino alla sosta di inizio anno. Ma adesso è in campo per sorprendere, e guai a tirarlo fuori.

DOVE PUÒ MIGLIORARE

La lista di elogi nel mondo del calcio spesso da vita a un romanzo dolce e gradevole da leggere, una storia dalla quale non ci si vorrebbe mai svegliare. Ma il sogno diventa realtà solo tenendo i piedi per terra, e il talento di Boga passa per la continuità dell’impegno che sta mostrando.

Un passo alla volta. Senza montarsi la testa. Le premesse sono entusiasmanti, certo, ma nulla davvero è ancora stato fatto. L’efficacia dei movimenti si affina con la pratica e l’esperienza, due fattori che si costruiscono col tempo; e nel campionato della difesa al primo posto scardinarla diventa un qualcosa da affinare a suon di presenze e minutaggio. Sono questi, infatti, le prime cose cui Jeremie deve puntare di più: mettersi in mostra, mostrare dedizione e impegno, giocare partire e macinare minuti, imparando dai compagni e dagli avversari più esperti di lui.

Il primo pressing sui portatori di palla, poi, è un qualcosa di imprescindibile nel calcio multitasking di oggi. Non c’è giocatore che possa essere lasciato libero di impostare, nel “gioco totale” dove tutti sono chiamati ad attaccare o a difendere, a seconda della fase in corso. Palla recuperata o immediate occasioni di contropiede, il pressing ripaga sempre lo sforzo.

Infine la fase realizzativa. Giocare al servizio della squadra è encomiabile e apprezzabile, ma nel calcio certi ruoli, per quanto mutevoli, richiedono degli elementi essenziali. L’attaccante, punta o esterno che sia, deve segnare. In 14 presenze non ha ancora segnato, e sebbene ci sia andato molto vicino contro il Napoli (fantastica la sua conclusione a giro sul secondo palo; solo il legno sfiorato ha salvato Ospina) si può e si deve migliorare. La base di questo sport, dopotutto, è l’urlo del tifoso al gol della sua squadra.

Ma con queste premesse i tifosi del Sassuolo possono stare tranquilli e fiduciosi. Le qualità e la voglia di certo non mancano, sta a Boga continuare a coltivarle.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Foden: “Mbappé è stato il protagonista indiscusso del Mondiale”

Pubblicato

:

Inghilterra

I due ottavi di finale di ieri di Qatar 2022 ci hanno regalato un’avvincente Francia-Inghilterra ai quarti.
Lo scontro, mai banale, tra due delle Nazionali storiche del Vecchio Continente racchiude dentro di sé molte sfaccettature.
Una di queste è senza dubbio la sfilza di giovani talenti di cui le due squadre possono usufruire, a partire, ovviamente da Kylian Mbappé.
Proprio sul talento del classe ’98 transalpino, e sull’importanza della partita, si è espresso uno dei talenti inglesi, Phil Foden:

“La partita contro la Francia sarà molto delicata, ma noi arriviamo da buone prestazioni e dobbiamo dare il massimo per passare il turno. Mbappé è un fenomeno, fino ad ora è stato il protagonista indiscusso del Mondiale, speriamo di riuscire a fermarlo”.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

I bookmakers eliminano le quote relative alla retrocessione della Juventus

Pubblicato

:

juventus

La bufera in cui è rimasta invischiata la Juventus è ormai sulla bocca di tutti, scatenando brutti ricordi ai tifosi bianconeri.
La situazione, infatti, ricorda molto da vicino altri casi famosi riguardanti il calcio italiano in generale, come Calciopoli e il TotoNero, che lasciarono strascichi su molti club.

Per alcune squadre ci fu addirittura la retrocessione d’ufficio, come nel caso del Milan nel 1980 e proprio della Juventus nel 2006. Proprio quest’eventualità, in particolare, ha fatto correre ai ripari i più importanti bookmakers italiani ed internazionali, da Sisal a SNAI, passando per GoldBet.

Nella sezione dedicata alle quote sulla retrocessione delle squadre di Serie A, infatti, le quote dei bianconeri sono state cancellate, con l’aggiunta di una nota a margine che riporta queste parole: “Gli operatori hanno rimosso la quota riguardante la Juventus per i noti problemi giudiziari della società torinese”.

Semplice paura o lungimiranza dettata dai corsi e ricorsi storici? Solo il tempo saprà dirci se i bookmakers avranno fatto bene o meno togliere le suddette quote.

Continua a leggere

Calciomercato

Non solo Salernitana, Djuric conteso in Serie A

Pubblicato

:

Djuric

L’interesse della Salernitana per Milan Djuric è concreto. Secondo la Gazzetta dello Sport, poi, oltre ai granata, informa che sarebbero varie le pretendenti in Serie A per la punta bosniaca.

In questa prima fase di campionato non ha ancora trovato la via del gol. Djuric, però, può contare una solida esperienza nel nostro campionato, e Cremonese, Sampdoria e Spezia daranno battaglia alla Salernitana per mettere sotto contratto l’ex Cesena.

Djuric ha lasciato l’Italia calcisticamente per la prima volta solo per sposare il progetto Bristol nel 2018, squadra da cui si è poi separato per tornare nel calcio italiano, con i colori della Salernitana. A luglio 2022, poi, l’annuncio del trasferimento a titolo gratuito all’Hellas Verona.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

L’Inter termina la prima sessione di allenamento a Malta con un nuovo sponsor

Pubblicato

:

Inter

Come è ormai noto, l’Inter sta usufruendo dello stop imposto dal Mondiale con un mini ritiro a Malta, che è partito oggi con un’importante novità.

Come riportato da Daniele Mari su Twitter, infatti, i nerazzurri sono scesi in campo per allenarsi con un nuovo sponsor sulle divise: LeoVegas.
La società svedese è partner dell’Inter dallo scorso settembre, dopo la firma di un contratto triennale come Infotainment Partner del club.
Già oggi, durante l’amichevole degli uomini di Simone Inzaghi contro lo Gzira, vedremo se LeoVegas sarà presente in qualche maniera anche sulle divise da gioco dei nerazzurri.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969