Connect with us
Ecuador-Senegal 1-2, le pagelle: Sarr indomabile, Koulibaly decisivo

La nostra prima pagina

Ecuador-Senegal 1-2, le pagelle: Sarr indomabile, Koulibaly decisivo

Pubblicato

:

Senegal

Allo Stadio Internazionale Khalifa va in scena un vero e proprio spareggio tra Ecuador e Senegal per accedere agli ottavi di finale di Qatar 2022. Alfaro schiera l’Ecuador con un inedito 4-3-3 e paga soprattutto sugli esterni, dove Sarr e Ndiaye fanno ciò che vogliono. Prima frazione dominata dai Leoni della Teranga e partita sbloccata in chiusura di tempo dal rigore conquistato e poi segnato dall’MVP Sarr.

Il ct dell’Ecuador corre ai ripari nella ripresa, tornando al centrocampo a 4 e schierando nuovamente due attaccanti: decisamente meglio i sudamericani in questa fase, che trovano anche il pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Caicedo. Neanche il tempo di esultare, che da palla inattiva Valencia serve involontariamente Koulibaly che apre il piattone e riporta gli africani in vantaggio. Finisce 1-2, nel gruppo A passano gli uomini di Cissé e l’Olanda vittoriosa sul Qatar.

LE PAGELLE DELL’ECUADOR

Galindez 6: Uscite molto coraggiose ed efficaci. Incolpevole in occasione del gol subito su rigore, così come sulla volee di KK.

Preciado 5.5: Messo in grande difficoltà da Sarr, che non riesce a contenere per tutta la partita. Nel corso del primo tempo prende anche una botta dolorosa al ginocchio che sembra limitarlo un po’. (dal 85′ Porozo sv)

Torres 6: Un buon primo tempo, giocato ‘alla guerra’ contro le pericolose folate degli esterni offensivi avversari. Perde la marcatura su Sarr in occasione del penalty e costringe Hincapie – che badava a Dia – all’intervento. Nella ripresa svetta da calcio d’angolo e fa da torre a Caicedo per il gol del pareggio.

Hincapie 5: Si fa anticipare in area da Sarr, commettendo fallo da rigore. Rovina così una prima frazione fino a quel momento attenta, con chiusure precise.

Estupinan 5.5: Ha sicuramente caratteristiche più offensive che difensive, in più oggi con lui sulla sinistra nella prima frazione c’è Valencia, che copre poco; questo fa si che il Senegal sfondi spesso e volentieri da quella parte. In fase di costruzione viene sistematicamente raddoppiato e non trova sbocchi.

Franco 5: In ombra nella prima frazione di gioco, patisce la fisicità del centrocampo avversario e viene sostituito all’intervallo (dal 45′ Sarmiento 6: va a fare l’esterno di centrocampo per dare maggior sostegno a Estupinan e porta frizzantezza sulla fascia).

Gruezo 5: Impalpabile anche lui nel primo tempo. Non a caso, viene sostituito come Franco all’intervallo (dal 45′ Cifuentes 6: entra ed è subito presente; cerca gli attaccanti e ci prova da fuori).

Caicedo 7: All’inizio è troppo solo e non coadiuvato dai compagni nel contrastare i muscolari pari ruolo senegalesi. Poi, prende coraggio ed esce alla distanza. Impegno premiato con il gol dell’1-1 da corner.

Plata 6: Nella prima frazione entra poco nel vivo del gioco, da esterno alto nel tridente. Nella ripresa torna nella sua posizione naturale di esterno destro. Ha una buona occasione al centro dell’area al 76′ ma il suo tiro è centrale e facile per Mendy.

Valencia 5: Arrivava da un periodo d’oro, oggi però male. Nel primo tempo ha l’attenuante di giocare in un ruolo non suo, alto a sinistra. Alfaro allora lo ricolloca al centro ma senza i risultati sperati. Non è un difensore e lo dimostra con un goffo intervento che diventa l’assist per l’1-2 di Koulibaly.

Estrada 5.5: Con la sua fisicità importante, viene schierato da punta centrale per evitare lo scontro con Koulibaly al meno prestante Valencia. Scelta sbagliata di Alfaro, non la prende mai. (dal 64′ Reasco 5.5: non incisivo)

 

LE PAGELLE DEL SENEGAL

E. Mendy 6: Mai impegnato nel corso del primo tempo. Il gol subito arriva da posizione troppo ravvicinata perchè possa farci qualcosa.

Sabaly 6: Al contrario di Jakobs, più tecnico, lui la mette sul piano fisico e si sporca le mani con contrasti e corsa. Partita intensa.

Koulibaly 7.5: Spadroneggia come al solito. Troppo facile nel primo tempo, complice la confusione offensiva dell’Ecuador. Al 70′ riporta i suoi in vantaggio coordinandosi da numero 9 dopo il regalo di Valencia.

Diallo 6: Gregario perfetto per Koulibaly, segue tutti i suoi movimenti ed è sempre attento in fase di marcatura e chiusura. Ottima gara.

Jakobs 6: Mette dei cross interessanti col suo mancino. Per il resto, ordinato.

I. Gueye 6: Ha una grandissima occasione in apertura di gara, cestinata. Gli inserimenti suoi e del suo omonimo sono una delle chiavi del match. Tanti km anche senza palla, creando densità e non permettendo di costruire ai centrocampisti avversari. Peccato per il giallo preso da diffidato.

Ciss 6: Copre gli spazi lasciati dalle sue mezze ali e dà ordine sulla linea mediana. Cala nella ripresa e viene sostituito. (dal 74′ N. Mendy 6: Ciss non teneva più la velocità degli ecuadoriani. Lui accende il motorino e risolve la situazione.)

P. Gueye 6: Interpreta bene il ruolo di mezz’ala nel tridente di centrocampo, quantità e qualità.

I. Sarr 7.5: Sfiora il gol a giro al 24′ dopo aver vinto un contrasto con Preciado, sua vittima preferita di quest’oggi. Poi si conquista il rigore ottimamente al 41′, dopo una grande accelerazione, e lo trasforma freddando Galindez con un rasoterra all’angolino. Con le sue cavalcate manda in tilt la difesa sudamericana per tutto il match. Incontenibile.

Dia 6.5: Al 7′ ha l’occasione per sbloccare il risultato ma strozza troppo il destro. Poi tanta corsa e duelli coi difensori. Nel finale si sposta sulla destra e sfiora di nuovo la rete con un tiro di poco a lato dopo una bella giocata su Estupinan. (dal 95′ Cissé sv)

Ndiaye 6.5: In apertura è il più attivo dei suoi, al 12′ si rende anche pericoloso con il sinistro a rientrare. Poi esce un po’ dal vivo dell’incontro. (dal 75′ Dieng sv)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Flamengo-Al Hilal Saudi 2-3: gli arabi volano in finale!

Pubblicato

:

Flamengo

Nella prima semifinale del Mondiale per Club, a spuntarla a sorpresa è l’Al-Hilal, che batte con il risultato di 3-2 il Flamengo.

Salem Al Dawsari realizza una doppietta su calcio di rigore. Inutili invece i due gol di Pedro, l’ex fiorentina, a segno nella prima frazione e al 90′ con la partita ormai finita.

Eliminazione a sorpresa del Flamengo, che torna a casa, mentre l’Al-Hilal Saudi vola in finale, aspettando l’altra semifinale che ci sarà domani sera alle ore 20:00. La favorita ovviamente è il Real Madrid di Carlo Ancelotti, ma nulla è deciso viste anche le tante assenze per i blancos, tra le più calde quelle di Benzema e di Courtois fuori per infortunio.

Continua a leggere

Flash News

L’agente di Cambiaso: “La Juve lo voleva riportare subito a Torino ma il Bologna ha detto no”

Pubblicato

:

Negli ultimi giorni di mercato Cambiaso ha avuto la concreta possibilità di tornare alla Juventus. Ai microfoni di One Station Radio, l’agente del giocatore, Giovanni Bia, in merito al questa trattativa. Di seguito le dichiarazioni.

IL RIFIUTO DEL BOLOGNA – “La Juventus era forte sul rientro del ragazzo, ma c’è stato un rifiuto fermo e netto del Bologna. Anche se tutti sarebbero felici di tornare alla Juventus, non ci si è opposti al ritorno posticipato. Il ragazzo sta bene a Bologna ed era desideroso di continuare il proprio percorso. Inoltre, penso che tornare a gennaio sarebbe stato controproducente anche per Andrea“.

Continua a leggere

Flash News

Vlahovic torna al gol dopo 115 giorni dall’ultima volta!

Pubblicato

:

Vlahovic

Riecco Dusan Vlahovic! Dopo 115 giorni dall’ultima rete segnata nel derby contro il Torino, oggi al 26′ del posticipo della 21ª giornata di Serie A tra Salernitana e Juventus, il serbo è tornato al gol. Lo ha fatto con un ottimo rigore, insaccato perfettamente alla sinistra di Guillermo Ochoa. La massima penalità è stata assegnata per un fallo di Nicolussi Caviglia su Fabio Miretti.

Un’ottima notizia per Massimiliano Allegri e tutto l’ambiente juventino, che spera di ritrovare  il suo totem offensivo. Vlahovic è tornato dopo un lungo calvario dovuto ai numerosi problemi fisici.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

I tifosi del Gatalasaray contro l’acquisto di Zaniolo: “I soldi potevano andare ai terremotati”

Pubblicato

:

Zaniolo

Sebbene manchi ancora l’ufficialità dell’approdo di Nicolò Zaniolo dalla Roma al Galatasaray, in Turchia la scelta sta facendo già parecchio discutere. Con il Paese alle prese in queste ore con il dramma del terremoto (che ha colpito anche la Siria) i tanti tifosi turchi hanno commentato l’operazione con occhio critico. “Tutti quei soldi andavano dati alle vittime del terremoto, peccato, peccato“, ha scritto un supporter.

COMMENTI NEGATIVI

Sono tanti i feedback negativi per l’arrivo in terra ottomana di Zaniolo, con la rabbia di tifosi e cittadini che non accenna a placcarsi. Ecco di seguito un’altra stoccata da un supporter del Galatasaray. “Nulla da dire se il Galatasaray darà 15 milioni di euro per Zaniolo. In questi giorni bui in cui anche una sola coperta o una scodella di zuppa calda è vitale. Se la notizia è vera, quel denaro dovrebbe essere trasferito nella regione del terremoto, e per di più, un aereo privato sarà rimosso, rimuovere quell’aereo a beneficio delle vittime del terremoto“. 

Con questa accoglienza, l’avventura di Zaniolo in Turchia non sembra iniziare con il piede giusto.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969