Connect with us
EL: Eintracht e Rangers a caccia della coppa - Un caffè col Diez

Calcio Internazionale

EL: Eintracht e Rangers a caccia della coppa – Un caffè col Diez

Pubblicato

:

La colazione, si sa, è il momento migliore della giornata. Nella rubrica “un caffè col Diez” andremo a riassumervi quanto successo ieri, presentandovi anche quello che accadrà oggi.

I REDS TENGONO VIVO IL SOGNO

Con la vittoria ai danni del Southampton per 2-1, la terribile banda di Klopp alimenta il sogno del quadruple rimanendo attaccato al carretto per il titolo assieme al City, in prima posizione a solo un punto di distanza. Anche in Premier League, quindi, il campione verrà decretato all’ultimo respiro, con il City che ospiterà l’Aston Villa mentre il Liverpool sarà impegnato contro l’ostico Wolverhampton.

Un finale di campionato senza esclusione di colpi anche in Inghilterra, con Guardiola che vorrà di certo rifarsi la bocca dopo l’eliminazione amara di Champions League, mentre i Reds vogliono regalare al proprio condottiero le due coppe mancanti per completare il poker di titoli in una sola stagione. Lo spettacolo è servito, l’ultimo verdetto spetta al campo.

LA JUVENTUS VUOLE RINNOVARE LE CORSIE

Con un campionato terminato sicuramente al di sotto delle aspettative, la Juventus studia le possibili mosse da attuare sull’enorme scacchiere del calciomercato. Dopo i lancinanti addii di Dybala e di capitan Chiellini, è ora di guardarsi attorno per pianificare il futuro del club bianconero.

Sulla fascia sinistra il nome più caldo è senza dubbio quello di Ivan Perisic, in scadenza di contratto con l’Inter ed ancora lontano dalla quadra con il club nerazzurro. L’esterno croato si sta rendendo protagonista di un’ottima stagione, riuscito a riacquisire gran parte della frizzantezza vista nei suoi primi anni a Milano, diventando il quinto tuttofare perfetto per le trame di gioco di Inzaghi. Il tecnico lo sta spremendo fino all’ultimo scatto di questo campionato, nonostante la situazione rinnovo sia ancora in alto mare. La società offre un prolungamento annuale a non più di 3 milioni, nettamente a ribasso rispetto ai 5 che guadagna adesso.

Ecco che la Juventus tenta l’anticipo secco sul croato, con un’offerta che potrebbe arrivare a sfiorare i 6 milioni per aggiudicarsi l’esterno classe ’89, che al momento rimane concentrato sull’ultimo atto del campionato. Da sinistra a destra, l’altro nome bollente è quello di Angel Di Maria, in uscita dal PSG. Dopo vari like tattici sui social da parte del Fideo, la Juventus avrebbe intensificato i contatti con l’argentino, mettendo sul tavolo uno stipendio da circa 7 milioni di euro. Il discorso verrà ripreso dopo la partita contro il Metz che, salvo colpi di scena, lo vedrà per l’ultima volta con la maglia del club parigino.

Agnelli&co sono pronti ad un restyling sulle corsie, in cerca del colpo di mercato che possa fornire alla Juventus il giusto apporto per tornare a lottare per il tricolore già dalla prossima stagione.

L’EUROPA LEAGUE TRA GERMANIA E SCOZIA

Questa sera al Ramon Sanchez-Pizjuan di Siviglia andrà in scena la finale di Europa League tra Eintracht Francoforte e Glasgow Rangers. Un ultimo atto europeo senza dubbio apertissimo, con due delle maggiori sorprese di questa stagione arrivate sull’ultimo scalino, a contendersi la vetta. Entrambe provengono da un cammino di tutto rispetto, avendo eliminato sulla loro strada pezzi grossi del calcio europeo.

I tedeschi arrivano a Siviglia con le spalle larghe, essendo ancora imbattuti durante la competizione, e ci tengono a rimanerlo anche in questa ultima gara. Dopo aver passato il girone non senza qualche brivido, l’Eintracht ha eliminato il Barcellona prima ed il West Ham poi, conquistando un biglietto da visita di tutto rispetto per la finale.

I Rangers di Van Bronckhorst invece si sono qualificati da secondi nel girone, per poi eliminare prima il Borussia Dortmund e poi Lipsia, entrambe scese dalla Champions, con Stella Rossa e Braga di mezzo. Un cammino, quello degli scozzesi, tutt’altro che semplice, che vuol essere coronato con il secondo trofeo europeo dopo una Coppa delle Coppe vinta nel ’72, cercando cosi di battere la terza squadra tedesca in una singola stagione.

Dopo anni di dominio delle più blasonate del calcio europeo, questa sera assisteremo ad una finale tra “outsider” della competizione. A Siviglia è tutto pronto, con Eintracht e Rangers alla ricerca di un notte da campioni.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

Scoppia il caos a Valencia: Bellingham segna al 98′, ma Gil Manzano aveva fischiato la fine un istante prima

Pubblicato

:

Ancelotti

Finale folle a Valencia. Dopo una partita combattuta e tesissima, l’ultimo secondo di gara ha regalato un episodio incredibile. Il Real Madrid aveva segnato il 3-2 con Bellingham al 98′, ma l’arbitro Gil Manzano non ha convalidato la rete. Il motivo? Il triplice fischio del direttore di gara, arrivato al momento del cross in area di rigore di Brahim Diaz. Ovviamente scoppia il caos, con Gil Manzano costretto a estrarre vari cartellini rossi. Uno dei quali, direttamente verso Bellingham. Ancelotti interviene e in campo si scatena un parapiglia, quasi una caccia all’uomo.

La gara è dunque finita 2-2, con il Valencia che ha sciupato il doppio vantaggio. La rimonta del Real Madrid ha portato la firma di Vinicius, lesto nel ribadire in rete due tap-in e poi “provocatore” nei confronti nel pubblico del “Mestalla” dopo i vergognosi atteggiamenti del pubblico dell’anno scorso. Al 91′, tolto con il VAR anche un rigore al Valencia.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] L’esultanza di Vinicius dopo i fischi razzisti dei tifosi del Valencia

Pubblicato

:

Dove vedere Lipsia-Real Madrid in tv e streaming

Ancora una volta, si è verificato un increscioso e ingiustificabile episodio di razzismo ai danni di Vinicius. L’attaccante brasiliano, nel corso del match di Liga Valencia-Real Madrid, è nuovamente ricoperto di fischi razzisti.

Quando la partita si trovava sul punteggio di 2-0 in favore dei padroni di casa, al quinto minuto di recupero del primo tempo Vinicius è riuscito ad accorciare le distanze tra le due compagini, capitalizzando un’azione partita con il cross effettuato da Carvajal. Dopo aver siglato la rete del 2-1, il brasiliano ha esultato con il pugno chiuso rivolto verso i tifosi avversari, gesto simbolico della lotta contro il razzismo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Di Maria si lamenta ancora con gli arbitri: rischio squalifica

Pubblicato

:

Angel Di Maria, attaccante del Benfica si appresta a rinnovare il contratto con i portoghesi

DI MARIA – Le polemiche arbitrali sono all’ordine del giorno in Serie A, ma non solo. L’Associazione degli Arbitri portoghesi (APAF) ha avviato un procedimento disciplinare contro Angel Di Maria. Le azioni dell’argentino sono state al centro dell’attenzione dopo le sue critiche alla squadra arbitrale guidata da Fabio Verissimo. Tutto questo è avvenuto in seguito alla sconfitta 2-1 del Benfica contro lo Sporting nella semifinale di andata della Coppa del Portogallo. Le dichiarazioni di Di Maria hanno suscitato polemiche e ora l’APAF si prepara ad affrontare la questione in modo disciplinare.

POLEMICA – “Quello che è successo ieri sera è stato visibile a tutti. Continueremo a lavorare per raggiungere i nostri obiettivi. Soli contro tutti”.

Di Maria ha espresso il suo dissenso per una rete annullata al 76′ per presunto fuorigioco di Tengstedt, chiedendo spiegazioni all’arbitro al termine del match. È la seconda volta in meno di un mese che l’Associazione degli Arbitri portoghesi indaga sul Fideo, aumentando le sue possibilità di una possibile squalifica. Di Maria è tornato al Benfica dopo quattordici anni e ha già segnato quattordici gol. Inoltre, ha fornito nove assist cruciali che hanno contribuito al successo del club di Lisbona in varie competizioni, sia a livello nazionale che europeo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il retroscena di Singo: “Mi volevano Inter, Milan e Atalanta”

Pubblicato

:

Monaco-PSG, Kylian Mbappé, Wilfried Singo, Ligue 1, Champions League

IL RETROSCENA DI SINGO – Dopo ben 4 stagioni nel calcio italiano, trascorse indossando la maglia del Torino, la scorsa estate ha rappresentato un grosso cambiamento per Wilfried Singo, trasferitosi in Ligue 1 al Monaco. Per l’ex laterale granata, quella in corso si sta rivelando un’annata piena di soddisfazioni, sia con il proprio club, con cui insegue la qualificazione alla prossima Champions League, che con la propria nazionale. Giocando nella Costa d’Avorio, infatti, Singo si è laureato campione d’Africa poco meno di un mese fa, al termine di un torneo pieno di sorprese. In un’intervista a Marca, il terzino ivoriano ha rivelato alcuni aneddoti di mercato risalenti alla scorsa estate.

IL RETROSCENA DI SINGO

SCELTA DIFFICILE – “C’erano diversi club italiani interessati a me, tra cui Inter, Milan ed Atalanta, ma alla fine ho preferito andare al Monaco. Ho maturato questa decisione consultandomi con il mio agente Maxime Nana e col mio amico Nicolas Nkoulou. Anche lui ha giocato qui a inizio carriera, e me ne ha parlato come un posto dove poter crescere e migliorare. Sono felice di essere in un club che da fiducia ai giovani e con infrastrutture di alto livello”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969