Connect with us
Emergenza coronavirus, l'UEFA corre in aiuto delle Federazioni

Flash News

Emergenza coronavirus, l’UEFA corre in aiuto delle Federazioni

Pubblicato

:

Anche l’UEFA corre in aiuto delle vari Federazioni per fronteggiare l’emergenza economica per via del coronavirus. Oggi, il massimo organismo europeo, ha annunciato di aver erogato 236,5 milioni di euro per aiutare le sue 55 Federazioni affiliate ad affrontare la difficile situazione economica. Questo finanziamento, rilasciato tramite il programma denominato HatTrick, viene solitamente distribuito alle federazioni nazionali per coprire i costi di gestione e aiutare a sviluppare aree specifiche e mirate. Tuttavia la UEFA ha deciso di consentire a ciascuna federazione di stabilire le proprie priorità alla luce dell’impatto che il coronavirus ha avuto sul mondo del calcio.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Twitter @uefa)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Ranieri verso Cagliari-Napoli: “Nandez ha fatto la settimana al 100%”

Pubblicato

:

Ranieri

Stamattina si è svolta la conferenza stampa di Claudio Ranieri, che ha presentato la sfida di domenica tra Cagliari-Napoli. 26ª giornata di campionato che appare molto delicata per entrambe le formazioni. Per i sardi c’è una salvezza da inseguire, che più passa il tempo senza i tre punti più sembra difficile che possa arrivare. L’ultimo successo di Lapadula e compagni infatti è giunto più di un mese fa, contro il Bologna per 2-1. Il Napoli invece giocherà la prima partita della sua stagione con il terzo allenatore diverso.

Esordio in Serie A da tecnico della prima squadra per Calzona, che ha un solo risultato a disposizione se vuole accendere delle speranze di rimonta Champions per il Napoli.

RANIERI IN CONFERENZA PRE CAGLIARI-NAPOLI – LE PAROLE DEL TECNICO

SULLE DIMISSIONI – “I ragazzi hanno capito, hanno reagito e sono contento di Udine, il secondo tempo è la traccia che dobbiamo seguire. Dovevamo rimettere a posto la nostra mentalità, prima dobbiamo lottare e poi accetteremo tutto. Serve uscire dal campo con la consapevolezza di aver dato tutto. Non l’ho fatto per testare il polso, ero convinto. Poi i ragazzi mi hanno convinto, sembrava mi volessi tirare indietro, ma non era quello. Era per farli reagire, non volevo provocarli“.

SUL NAPOLI – “Calzona è stato il secondo di Sarri, Di Francesco e Spalletti. Sa vita, morte e miracoli del Napoli, sa toccare le corde giuste. La nostra strategia non cambia. Dobbiamo giocare queste partite come sappiamo, senza pensare all’avversario, sono tutti punti importanti. Il Napoli non è in crisi, l’ho visto con il Barcellona e non è per niente in crisi. L’anno scorso era una macchina da guerra, forse non riescono loro tutte le cose, ma sono pronti a risollevare un campionato partito male. Hanno grandi giocatori, ma alla fine della gara i nostri tifosi dovranno essere fieri di quanto visto“.

SULL’ANDATA – “Abbiamo fatto bene, senza remore o timori, poi è andata come è andata. Vorrei che la squadra si esprimesse nello stesso modo. Mancata un pizzico di convinzione sulla gol di Kvaratskhelia, quando Osimhen è andato via in mezzo a tre“.

SUGLI INFORTUNATI – “Shomorudov piano piano si sta riprendendo, Sulemana non ha avuto niente di importante e sta facendo lavoro differenziato, mentre Oristanio anche lui si sta riprendendo. Viola e Prati dovevano rifiatare. Sono giocatori che mi sono utilissimi, non utili. Nandez ha fatto la settimana al 100%, cosa che non aveva fatto prima di Udine“.

SU MINA – “Si cercava da tempo un giocatore di esperienza, è stato preso per le molteplici qualità tecniche e caratteriali, di guida per il reparto arretrato. Non ce n’era troppo bisogno, ma serviva un giocatore di personalità“.

Continua a leggere

Flash News

Le parole di Motta e Baroni nel pre-partita di Bologna-Verona

Pubblicato

:

Thiago Motta

È iniziato da qualche minuto l’anticipo della 26ª giornata di Serie A, Bologna-Verona. Questo è sicuramente uno scontro all’insegna degli obiettivi opposti che si prefiggono di raggiungere le due compagini: da una parte il Bologna che sogna e sta dimostrando sul campo, a suon di grandissime prestazioni, di volere a tutti i costi e di meritare un posto in Europa; dall’altro c’è il Verona che vuole conquistare una salvezza al più presto per non finire sempre di più nel baratro.

Nel pre-partita di Bologna-Verona sono stati intervistati ai microfoni di DAZN i due allenatori.

BOLOGNA-VERONA: LE DICHIARAZIONI DI MOTTA NEL PRE PARTITA

TIFOSI – “Avvertiamo il clima positivo che trasmettono i tifosi, questo non può che fare bene alla squadra. Sappiamo che ci sono tanti tifosi che aspettano le partite con trepidazione, a noi tocca fare bene il nostro mestiere. Lavoriamo per questo, giorno dopo giorno, e vogliamo regalarci un’altra serata speciale.

FORMAZIONE – “Scelte in attacco? Vogliamo calciatori che attacchino la profondità e che non diano punti di riferimento”.

BOLOGNA-VERONA: LE DICHIARAZIONI DI BARONI NEL PRE PARTITA

SUSLOV –Ho dei calciatori come Suslov che stanno facendo bene. La sua rapidità rappresenta un fattore che dobbiamo sfruttare al massimo. Si è presentato bene, ha voglia di dare un contributo essenziale alla causa. Tutti, però, si faranno trovare pronti”.

Continua a leggere

Flash News

Novità sul futuro di Dumfries: ha espresso la sua volontà all’Inter

Pubblicato

:

Denzel Dumfries, esterno olandese dell'Inter

Dietrofront sul rinnovo di Denzel Dumfries con l’Inter. Dopo alcuni mesi di stallo e un’offerta ritenuta poco conforme al proprio valore, l’esterno olandese ha aperto per il prolungamento di contratto con i nerazzurri. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, l’entourage del calciatore ha già avuto alcuni contatti con la dirigenza meneghina.

La strada, dunque, sembra tracciata e l’obiettivo dell’Inter è di ultimare il rinnovo di Dumfries entro il termine della stagione. Le condizioni della trattativa sono in linea con la proposta avanzata da Marotta e Ausilio lo scorso autunno. Una avance pari a quattro milioni euro a stagione, rifiutata però dal calciatore ex Psv Eindhoven, il quale chiedeva un ingaggio pari a 5,5 milioni di euro. L’offerta, dunque, ottenne un diniego da parte di Dumfries con le operazioni che, giocoforza, divennero algide.

Adesso, però, il classe ’96 sembra aver cambiato idea e la permanenza nella squadra di Inzaghi potrebbe proseguire anche nelle prossime stagioni. In tal senso, le parti sono al lavoro e l’affare potrebbe concludersi con le condizioni imposte dall’Inter (4 milioni a stagione).

Di recente l’olandese ha ritrovato anche la maglia da titolare – in occasione della gara contro la Salernitana – dopo un piccolo calo che aveva fatto seguito al grande inizio di stagione.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Benzema si lega all’Al Ittihad: “Io in Europa? Tanti bugiardi”

Pubblicato

:

Benzema

Benzema ha giocato la seconda partita ufficiale con la maglia dell’Al Ittihad nel 2024. Il centravanti francese non ha di certo reso indimenticabile il suo match, realizzando al 25′ l’autogol che aveva portato in vantaggio gli avversari. Alla fine i suoi compagni di squadra sono riusciti a ribaltarla, portando il punteggio sul 2-1 finale, che considerando anche lo 0-0 dell’andata, ha permesso all’Al Ittihad di passare il turno.

La partita in questione era infatti il ritorno degli ottavi della Champions League asiatica, disputati dagli arabi contro gli uzbeki del Navbahor Namangan. Decisiva la rete di Hamdallah al tramonto del primo tempo, e il secondo autogol di giornata, quello di Tabatadze.

BENZEMA TORNA IN CAMPO CON L’AL ITTIHAD – LE PAROLE DELL’EX PALLONE D’ORO

Che bisognasse riequilibrare i rapporti tra Benzema e l’Al Ittihad era chiaro. Dopo il lungo periodo che lo ha tenuto lontano dai compagni, facendo venire a galla anche una sua presunta sparizione, l’ex Real Madrid ha speso parole per chiarire quale sarà il suo futuro. Benzema ha anche parlato del rapporto con Gallardo, che secondo i media era uno dei responsabili del malessere del francese verso l’Al Ittihad e l’Arabia.

Di seguito le sue parole.

SUL RITORNO IN EUROPA –Sono tornato e ora sto meglio. La storia della mia partenza non è vera e sono felice in Arabia Saudita. Non ho problemi con Gallardo, tutti quelli che dicono che voglio tornare in Europa sono bugiardi. Sono molto felice ad Al Ittihad. Da parte mia non ho problemi con nessuno. Chiedete all’allenatore della mia assenza, io ero pronto per lo stage a Dubai“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969