Dove trovarci

Emergenza-Demme a Napoli: due i nomi per sostituirlo

Fulmine a ciel sereno. É quello che è scoppiato in casa Napoli per l’emergenza-Demme, dopo l’infortunio al ginocchio patito dal regista tedesco. In un Napoli che si stava pian piano formando, sotto le direttive del nuovo tecnico Spalletti, Demme rappresentava la sicurezza della mediana. Un giocatore capace di dettare i tempi, di gestire la manovra e di essere il punto di riferimento per gli azzurri.

Fonte foto: calcionews24.com

Lo stop ha scombussolato tutti i piani dei partenopei. Soprattutto perchè, ad ora, manca una tempistica precisa per il suo ritorno in campo. Finora l’unica certezza è che dovrà stare a riposo 10 giorni, per poi iniziare la riabilitazione. Dunque, il Napoli si guarda attorno per trovare un nome con cui far fronte a quest’emergenza-Demme.

Come riportato dal Corriere dello Sport, sulla lista del ds Giuntoli, i nomi che saltano all’occhio sono prevalentemente due. Uno ha con sé il fascino del ritorno di fiamma, ed è Sander Berge. L’altro è una soluzione interna su un giovane che potrebbe essere gettato nella mischia: Gianluca Gaetano.

Fonte foto: transfermarkt.it

Sander Berge è un centrocampista norvegese classe 1998, attualmente in forza allo Sheffield United. Fa parte di quella “new generation” proveniente dai fiordi, guidata dai nomi Håland e Ødegaard su tutti, che vuole e sa stupire. I primi contatti tra Berge e il Napoli iniziano già due anni fa, in seguito alla doppia sfida tra Napoli e Genk nella fase a giorni della Champions League 2019/20. Il talento scandinavo giocava tra le fila della squadra belga e spiccava per la sua grande intelligenza calcistica in cabina di regia, ma anche per il suo fisico (96kg su 195cm), che lo rendeva un perfetto vice-Bakayoko.

Alla fine, però, non arrivò la fumata bianca. A due anni di distanza e forte dell’esperienza in Premier League, Berge potrebbe approdare a Napoli. E non per fare da spettatore, bensì per fare il titolare.

Spalletti ha sempre utilizzato giocatori che non si risparmiavano nei duelli fisici e nella fase di rottura in quel ruolo, anche a prescindere dalla conformazione fisica. El Pek David Pizarro ne è, forse, l’esempio più lampante. Berge si candida per essere il prossimo artigliere al soldo del tecnico toscano.

Gianluca Gaetano, invece, è la risorsa made in Napoli. Classe 2000 e fresco dell’esperienza in Serie B con la maglia della Cremonese, Gaetano non è propriamente un mediano.

Fonte foto: Sky Sport

Con la maglia delle “tigri” ha messo a referto numeri importanti, facendosi le cosiddette “ossa”; 7 gol e 4 assist in 36 partite nella scorsa stagione, giocando però da trequartista o da mezz’ala. Sicuramente molto più vicino alla porta, di quanto non lo sarà nel Napoli. Al netto di ciò, è anche lui un giocatore dotato di fisico e di grinta, che di certo non evita il contrasto quando serve.

Spalletti ha l’occasione di visionarlo in queste settimane. E il tecnico di Certaldo non è nuovo a cambi di ruolo, specialmente quando si parla di centrocampisti. All’Inter ha reinventato come mediano Marcelo Brozović, dandogli una nuova vita, dopo tanti anni passati proprio come trequartista. Con Gaetano non si tratterebbe di “nuova vita“, ma di un modo per far fronte all’emergenza-Demme, che ha colpito Dimaro e che, con molta probabilità, proseguirà per mesi anche a Castelvolturno.

Fonte foto immagine in evidenza: Sky Sport

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calciomercato