Connect with us
Emery-Newcastle: questo matrimonio non s'ha da fare

Flash News

Emery-Newcastle: questo matrimonio non s’ha da fare

Pubblicato

:

Dopo l’acquisizione miliardaria, il Newcastle ha cominciato il suo nuovo ciclo.

Alla ricerca di un allenatore, nelle ultime settimane è spuntato il nome di Unai Emery come possibile tecnico per sostituire l’attuale Steve Bruce.

Secondo quanto riporta The Sun però, l’attuale allenatore del Villareal si sarebbe, almeno per il momento, rifiutato di sedersi sulla panchina del St James’ Park.

LE PAROLE DI EMERY

L’ex tecnico dell’Arsenal ha spiegato il motivo del suo momentaneo rifiuto, legato ad un discorso di “mancanza di visione chiara”.

Se vuoi qualcuno, ti avvicini a lui in modo  affrettato, senza un’offerta ufficiale ma fai credere ai media inglesi che sia tutto praticamente fatto?” spiega Emery.

Il pensiero dell’allenatore quindi è legato ad un discorso di tempistiche e modalità, visto che il Newcastle vorrebbe il nuovo tecnico in panchina già per la prossima giornata.

Come sottolinea, oltre al patrimonio da investire un club deve offrire al tecnico tempo e controllo della rosa, cosi da creare una macchina vincente.

Sento che i responsabili ora non hanno quell’esperienza e vogliono essere quelli che prendono decisioni.

Il Manchester City ha portato le persone migliori in ogni reparto. Al momento questo non sta accadendo a Newcastle.”

Spiega inoltre, di come ci sia per il momento troppa emozione da parte della società, e di come serva invece più logica per iniziare un percorso cosi ambizioso.

Per adesso quindi, Emery prende tempo ma senza chiudere totalmente le porte.

Con il contratto in scadenza nel 2023, il tecnico ha aggiunto di come se ne possa riparlare per una prossima stagione, a patto che ci sia un’offerta sia per lui, ma anche per il club.

Infatti, se il Newcastle dovesse riuscire a convincerlo avrebbe da versare un risarcimento di circa 5,1 milioni di sterline nelle casse del club spagnolo per liberarlo.

Per adesso Emery vuole vederci chiaro, ed il Newcastle continua a scorrere il dito sulla lista infinita di allenatori segnati.

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Colantonio rassegnerà le dimissioni da presidente della Turris: il comunicato

Pubblicato

:

Turris

La stagione della Turris non ha sicuramente rispettato le aspettative iniziali. Ci si aspettava una squadra in grado di lottare quantomeno per la zona playoff, e le attese dei tifosi erano presumibilmente le medesime del presidente Colantonio. Ma a differenza della scorsa stagione, nonostante degli innesti importanti in rosa, la squadra non ha mai trovato la giusta amalgama. Il tutto si è poi visto in campo, che ha mostrato una squadra poco concreta, che fino ad ora ha avuto grandi difficoltà nella continuità di risultati e nel gioco.

A fronte della situazione della squadra, nel corso del match della Turris contro il Catanzaro è stato esposto uno striscione con su scritto “Via Tutti!”. In risposta a questo striscione sono arrivate le dichiarazioni tramite i profili social del club da parte del presidente Antonio Colantonio.

IL COMUNICATO DEL PRESIDENTE DELLA TURRIS

Di seguito il comunicato del presidente della Turris Antonio Colantonio:

“Cari tifosi,

stiamo attraversando un periodo difficile dove purtroppo i risultati non sono dalla nostra parte. Capisco la vostra delusione così come la vostra contestazione che è assolutamente legittima visto il rendimento della squadra. Come ho detto in conferenza stampa ad inizio anno, farò di tutto per salvare la Turris. Credo che quanto detto sia dimostrato dai fatti con una campagna acquisti importante, fatta nella sessione di mercato appena terminata.

Ci tengo a rassicurare chi mi invita a farmi da parte. A fine stagione il sottoscritto, insieme a tutta la dirigenza, rassegnerà le dimissioni. Fino a quel momento però daremo il massimo affinché si possa portare la Turris al mantenimento della categoria. La salvezza passa anche dal sostegno di voi tifosi. Nelle prossime gare affronteremo dirette concorrenti al Liguori e c’è il bisogno di remare tutti dalla stessa parte. La Turris, come ho sempre ribadito, è un qualcosa che noi presidenti prendiamo in prestito ma resta esclusivamente della città di Torre del Greco.

Vi chiedo dunque, nell’interesse della Turris e del patrimonio Lega Pro, che ci siamo guadagnati con tanti sacrifici dopo anni di delusioni e amarezze, di restare uniti. Ci aspettano battaglie a partire da quella di domenica contro il Monterosi. La mia parte continuerò a farla fino all’ultimo secondo di questa avventura. Non mi tirerò indietro. Mettiamo dunque da parte le tensioni, la rabbia e quanto altro per un’annata finora deludente. L’obiettivo comune si chiama salvezza”.

Dichiarazioni pesanti da parte di Colantonio, che sanno soprattutto di sconfitta e rassegnazione. Dunque al termine della stagione, comunque vada, il Presidente e tutta la dirigenza si dimetteranno, lasciando spazio a nuovi volti che potranno rilanciare la Turris. Ora resta da capire solo se i corallini si troveranno nuovamente in Serie C, centrando una salvezza che sembra insperata, oppure in una categoria inferiore.

Fonte foto immagine di copertina: profilo Instagram della Turris

Continua a leggere

Flash News

Roma-Empoli 2-0, le pagelle: funziona la coppia Dybala-Abraham, difesa dell’Empoli da rivedere

Pubblicato

:

Roma

All’Olimpico la Roma conquista tre punti importanti per la corsa alla Champions League, battendo l’Empoli per 2-0. Una partita che si mette subito sui binari giusti per i giallorossi che, dopo 2 minuti, passano subito in vantaggio con il colpo di testa di Ibanez. Pochi minuti dopo arriva anche il raddoppio, ancora da calcio d’angolo, stavolta con la deviazione vincente di Abraham. Mourinho e la Roma si mettono subito alle spalle la delusione di Coppa Italia. All’Empoli di Zanetti invece, non riesce la seconda impresa dopo quella di poche settimane fa a San Siro.

LE PAGELLE DELLA ROMA

Rui Patricio 6: Non subisce una grande quantità di tiri ma deve mantenere sempre alto il grado di concentrazione. Riesce a cavarsela portando a casa il clean sheet.

Mancini 6.5: Prestazione importante la sua. Sbarra la strada a qualsiasi avversario provi a superarlo e, nel primo tempo, compie uno straordinario intervento su Caputo che vale quanto un gol.

Smalling 6: Ordinaria amministrazione per l’inglese, che limita bene le iniziative degli attaccanti dell’Empoli.

Ibanez 7: Attento in difesa e, come spesso accaduto in stagione, letale sulle palle inattive. Dopo soli due minuti svetta nell’area avversaria e mette in discesa la gara per i giallorossi.

Zalewski 5.5: In una Roma quasi perfetta, lui può essere considerata l’unica nota stonata della serata. Frettoloso e spesso impreciso, riesce a combinare poco sull’out di destra. (Dal 94′ Llorente s.v.)

Cristante 6: Anche per lui una sufficienza meritata. Copre bene e verticalizza spesso, tutto in modo estremamente efficace.

Matic 6: Resta lui il metronomo del centrocampo di Mourinho. Oggi meno appariscente ma comunque prezioso in entrambe le fasi.

El Shaarawy 6: Subendo poco a livello difensivo, ha libertà di sgasare sulla fascia. Nonostante non riesca ad incidere negli ultimi metri, la sua resta comunque una prova positiva. (Dall’83’ Celik s.v.)

Dybala 7: Sempre più l’uomo chiave di questa Roma. Delizia l’Olimpico con giocate di gran classe e pennella dalla bandierina gli assist per i due gol. Nella ripresa cala, probabilmente a causa del un problema fisico già evidenziato sul finale del primo tempo. (Dal 70′ Bove 6: Un buon impatto sul match, macchiato da un giallo che si poteva evitare.)

Pellegrini 6: Periodo non di grande forma per il capitano della Roma, forse appannato da un po’ di stanchezza. Contro l’Empoli però riesce comunque a dare il suo contributo. (Dal 94′ Belotti s.v.)

Abraham 7: Il gol ritrovato in casa gli dà una marcia in più. Segna il gol del raddoppio e lotta con voglia su ogni pallone, tenendo in costante apprensione la coppia di centrali avversaria.

LE PAGELLE DELL’EMPOLI

Vicario 6.5: Il piazzamento della difesa non lo aiuta sui due gol incassati da palla inattiva. Nella ripresa si esalta con un triplo intervento da fenomeno.

Ebuehi 5: Totalmente in serata no. Sbaglia tutto il possibile, compreso un tap-in a due passi dalla linea di porta. (Dall’82’ Stojanovic s.v.)

De Winter 5: Da rivedere il piazzamento in occasione dei entrambi i gol. Soffre, soprattutto nel primo tempo le iniziative degli attaccanti romanisti.

Luperto 5: Vale lo stesso discorso fatto per il suo collega di reparto. Poteva fare meglio sui gol subiti e in affanno totale sulle giocate di Abraham e Dybala.

Parisi 6: L’unico a salvarsi in una catena difensiva da rivedere. Tiene a bada Zalewski ed ha anche la lucidità per qualche sortita offensiva.

Akpa Akpro 6: Uno dei migliori in casa Empoli. Gestisce bene quando in possesso, aiutando lo sviluppo della manovra, e prezioso con il suo lavoro in fase di copertura. (Dal 74′ Henderson s.v.)

Marin 6: Il centrocampista moldavo ripaga Zanetti con una prova comunque positiva, in crescita nel secondo tempo.

Bandinelli 6: Sufficienza anche per il capitano dell’Empoli, autore di una buona prestazione in un centrocampo che nel complesso ha funzionato bene. (Dall’82’ Pjaca s.v.)

Baldanzi 6.5: Insieme a Vicario è decisamente il migliore tra le fila dei toscani. Si muove bene tra le linee, offrendo spunti e giocate davvero interessanti.

Satriano 5: Partita da dimenticare la sua. Fa fatica ad imporsi nell’area avversaria e sbaglia qualche appoggio di troppo. (Dal 62′ Cambiaghi 6: Prova a dare la scossa muovendosi su tutto il fronte offensivo. Impreciso in qualche occasione ma un ingresso sicuramente positivo il suo. )

Caputo 5.5: Anche per lui una serata difficile. Prova a cavarsela con esperienza, ma si vede negare il gol da uno straordinario intervento di Mancini. (Dal 62′ Piccoli 5.5: Si vede poco e niente dal momento del suo ingresso in campo.)

 

Continua a leggere

Flash News

I convocati della Turris per il Monterosi: prima chiamata per Rizzo e Schirò

Pubblicato

:

Turris

Domani la Turris si appresta ad affrontare nel delicato scontro salvezza il Monterosi Tuscia, che sa quasi di ultimo treno per la corsa alla salvezza per i corallini. La Turris potrà contare sul sostegno dei propri tifosi, dato che la gara si disputerà al Liguori di Torre del Greco. In vista del match di domani, Fontana ha fatto le sue scelte sui convocati.

L’ELENCO DEI CONVOCATI

Di seguito i convocati della Turris per la sfida di domani:

Portieri: Perina, Fasolino, Donini

Difensori: Boccia, Di Nunzio, Contessa, Rizzo, Miceli, Vitiello, Frascatore

Centrocampisti: Ercolano, Taugourdeau, Finardi, Maldonado, Franco, Acquadro, Schirò, Ruffo Luci, Zampa, Haoudi

Attaccanti: Guida, Giannone, Longo, Maniero, Leonetti

Continua a leggere

Flash News

Bremer e Locatelli diffidati: Allegri li risparmia in ottica Fiorentina?

Pubblicato

:

Bremer

La Juventus viene da un periodo piuttosto complicato. Gli alti e bassi sul campo sono forse frutto dei problemi societari ma i bianconeri ora hanno raggiunto la semifinale di Coppa Italia. Il prossimo impegno di campionato contro la Salernitana nasconde delle insidie ma Allegri dovrà fare delle valutazioni. Bremer e Locatelli, infatti, sono diffidati.

La classifica non permette di fare turnover o calcoli cervellotici di alcun tipo ma Allegri dovrà sicuramente considerare la partita successiva sarà quella sentitissima contro la Fiorentina. Bremer e Locatelli in caso di cartellino giallo a Salerno la salterebbero per squalifica e queste eventuali assenze sarebbero certamente pesanti.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969