Connect with us

Flash News

Vicario dopo la super prestazione: “Dedico la Nazionale al club e ai compagni”

Pubblicato

:

Vicario

Il portiere dell’Empoli Guglielmo Vicario ha parlato ai microfoni di Dazn dopo la prima vittoria stagionale del suo Empoli contro il Bologna. Ha analizzato la prestazione della squadra e soprattutto la sua prima convocazione in Nazionale.

Quanto l’avete voluta questa prima vittoria in campionato?
“L’abbiamo desiderata oggi come in tutte le altre gare. L’abbiamo portata a casa con una grandissima partita sia offensiva che difensiva”.

Ci racconti la parata su Orsolini?
“Non ne voglio parlare, sarebbe comunque stato fuorigioco. L’importante è quello che hanno fatto i miei compagni. La vittoria è un premio a quello che facciamo durante la settimana”.

Come hai saputo della convocazione in Nazionale?
“È stato un momento personale molto emozionante. Ieri il direttore lo ha annunciato a cena davanti a tutti. La dedico al mio club e ai miei compagni, senza i quali non l’avrei raggiunta. All’inizio non ci credevo e non vedo l’ora di andare a Coverciano. È un punto di partenza, voglio continuare a migliorare e questo è il club ideale”.

Un punto di partenza anche la vittoria di oggi?
“Sono state fatte 7 prestazioni di livello, ci mancava l’ultimo passo. Vogliamo migliorare e, continuando a seguire le indicazioni dell’allenatore, ci toglieremo delle soddisfazioni”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Napoli, inizia il rientro dopo la sosta Nazionali: Zielinski e Lobotka i primi

Pubblicato

:

Di Lorenzo

Nella giornata odierna Luciano Spalletti riabbraccerà Zielinski Lobotka, mentre domani torneranno Elmas, Kvaratskhelia, Di Lorenzo, Meret, Zerbin e il tanto acclamato Raspadori. Dopo le gare che ci saranno oggi di Uruguay, Portogallo, Kosovo e Norvegia, torneranno in azzurro giovedì anche Olivera, Mario Rui, Rrahmani Ostigard. Il calciatore che invece si farà attendere di più sarà Lozano.

Il mister della squadra partenopea pian piano nel corso della settimana ritroverà tutti i suoi pezzi pregiati per preparare la gara in casa contro il Torino, formazione non semplice da affrontare, per cui sarà necessario che ogni giocatore ritrovi le energie il prima possibile.

Gli azzurri vengono da una vittoria importantissima contro il Milan per 2-1, nel segno di Politano, che purtroppo non sarà disponibile per infortunio, e di Simeone che dovrà ancora sostituire Osimhen.

I temi sono tanti ma i calciatori allenati dal Mister di Certaldo stanno molto bene, e lo dimostrano anche con le maglie delle rispettive nazionali: basta guardare Kvaratskhelia, che continua a deliziare i suoi tifosi georgiani. Senza dimenticare Raspa decisivo contro Inghilterra Ungheria.

Continua a leggere

Bundesliga

La Roma mette gli occhi su Evan Ndicka, ma occhio alla concorrenza

Pubblicato

:

Ndicka

La Roma si inserisce per il giovane Evan Ndicka in scadenza di contratto con l’Eintracht Francoforte. Secondo la Bild, Ndicka non rinnoverà con il club tedesco.

Inoltre, il difensore franco-camerunense era già nel mirino della Roma quest’estate e, dopo le ottime prestazioni sfoggiate in Champions League, è arrivato anche l’interessamento della Juve, come riporta Tuttosport.

Ndicka è un difensore mancino classe’99 che lo scorso anno ha vinto l’Europa League proprio con l’Eintracht e che quest’anno si sta riconfermando anche in coppa dei campioni con ottime prestazioni. Alla Roma farebbe molto comodo visto che la coperta non è molto lunga e vista la necessità di ritrovare la solidità difensiva dell’anno scorso.

Per la Juve, invece, si era parlato di lui come possibile impiego per il centro-sinistra, visto il piede preferito e visto che Gatti non sta convincendo molto.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Stallo Inter-Skriniar, PSG ancora in agguato: il possibile scenario

Pubblicato

:

Skriniar

La telenovela tra Inter e Paris Saint-Germain per Milan Skriniar non è finita.

Come riporta la Gazzetta dello Sport , il difensore slovacco sembrerebbe chiedere un rinnovo intorno ai 7,5 milioni di euro all’anno, mentre i nerazzurri non vorrebbero superare i 6 milioni con bonus compresi.

Il rapporto tra il difensore classe ’95 e la società interista potrebbe quindi giungere agli atti finali. Senza un accordo per il rinnovo il PSG può portarselo a casa già a gennaio con una cifra inferiore al suo valore oppure a parametro zero a giugno.

                                                          LE CIFRE DELLA TRATTATIVA

Il club parigino ha dimezzato l’offerta proposta quest’estate, se prima la cifra si aggirava intorno ai 50 milioni adesso il PSG vista la situazione non salirà sopra ai 25-30 milioni per l’acquisto del giocatore.

A Skriniar è stato offerto un contratto di 5 anni a 9 milioni a stagione, cifra di gran lunga superiore da quella proposta dall’Inter.

L’entourage del giocatore ha rimandato il confronto per il rinnovo, che si terrà dopo il ritorno contro il Barcellona, in modo da avere anche un quadro più netto su quella che sarà la stagione dell’Inter.

Continua a leggere

Flash News

Santon rivela: “Potrei dover mettere delle protesi”

Pubblicato

:

Santon

In un’intervista rilasciata a Tuttosport, Davide Santon è tornato a parlare del suo ritiro dal calcio giocato e sulle cause che lo hanno portato a maturare questa decisione.

ROMA – “Ultimo anno di contratto alla Roma, che ingaggia Mourinho. Io stavo bene, ma iniziavo a sentire i tanti infortuni del passato. Ricevetti la lettera in cui mi comunicavano di essere fuori rosa. Parlai con Mou, che venne anche a vedermi e sono convinto avrebbe voluto reintegrarmi. Io però non potevo più garantire un tot di partite, ero sempre a rischio infortunio, avevo paura a spingere, non mi divertivo più. Nell’ultimo anno, oltre al problema al ginocchio destro, ho avuto guai anche a quello sinistro. Faticavo per tutto”.

PRIMO INFORTUNIO – “Quello resta il mio rimpianto più grande. A 18 anni sei molto ingenuo, senza esperienza. Se quella situazione fosse avvenuta più tardi, avrei detto: ‘Non ce la faccio, esco’. Invece allora non fu così. Subii l’intervento di un avversario, sentii ‘crack’. All’intervallo il mister e gli altri volevano che continuassi e così fu. Da una cosa minima, è diventata enorme. Se mi fossi fermato sarebbe andata diversamente”. 

PROTESI – “Ho le ginocchia distrutte. Probabilmente quando avrò cinquant’anni potrei doverle metterle comunque, ma se avessi continuato a giocare il pericolo si sarebbe potuto manifestare nell’immediato. Io per il calcio ho dato tutto, ho sacrificato davvero il mio corpo”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969