L’avventura di Carlo Ancelotti sulla panchina del Napoli è terminata prematuramente ma, a discapito di questo il tecnico non nasconde gli elogi per la propria patria. Il calciomercato invernale ha permesso ad una squadra italiana, l’Inter di Antonio Conte, di imbastire la rosa con elementi di qualità. Il recente match di Europa League, al netto di un avversario non irresistibile, ha mostrato le movenze di Christian Eriksen, il quale culla il pallone solamente come pochi sanno fare. La naturalezza col quale calcia sia di destro che di mancino per certi versi spaventa e, intervistato per Radio Deejay, Re Carlo conferma tali sensazioni.

“È un centrocampista completo, può giocare sia come centrocampista esterno che come centrocampista basso. Io lo vedo molto vicino a Pirlo, potrebbe giocare anche davanti alla difesa. È molto lineare nel gioco, limpido nel passaggio e con un gran tiro da fuori.”

Il tecnico dell’Everton prosegue:

“Ho sentito le parole di Maurizio Sarri. Ci sono dei giocatori che devi mettere in campo per farli rendere al meglio, perché sono determinanti. Il calcio è tutto, difesa, attacco e contropiede. Nel calcio è tutto buono, non c’è un sistema di gioco vincente. Ci sono tante cose da fare e le devi fare in base alle caratteristiche dei tuoi giocatori.”

Effettivamente Antonio Conte potrebbe plasmare il proprio 3-5-2 per adattare Eriksen nelle vesti di trequartista: il tecnico leccese potrebbe difatti passare dalla scarsezza di alternative ad un interessante ventaglio di ipotesi.

Fonte immagine in copertina: profilo ufficiale Twitter @everton