Connect with us
Chi sono gli eroi del Benin? | Numero Diez Generico

Calcio Internazionale

Chi sono gli eroi del Benin?

Pubblicato

:

Cominciano oggi i quarti di finale della Coppa d’Africa. Tra le ultime otto formazioni a contendersi la coppa c’è una sorpresa: il Benin.

La formazione dell’Africa occidentale che è arrivata fino a questa fase senza vincere una partita: ha pareggiato tutte le tre gare del suo girone, per poi eliminare il (favoritissimo) Marocco ai calci di rigore, dopo il palo colpito al 96′ da Ziyech proprio dagli undici metri. Se si analizzano tutte le ultime tredici partite del Benin in Coppa d’Africa (delle recenti quattro partecipazioni del 2004, 2008, 2010 e quella attuale) non si trova neanche una vittoria: cinque pareggi ed otto sconfitte, un dato incredibile. Oggi alle 18:00 la Nazionale allenata da Michel Dussuyer se la giocherà ancora una volta da sfavorita contro il Senegal, ma i beninesi non avranno nulla da perdere, poiché hanno già raggiunto il punto più alto della storia della loro Nazionale.

Fonte immagine: profilo Instagram della CAF.

GLI UNDICI EROI

Mister Dussuyer ha schierato i suoi ragazzi nell’ultimo match in un 3-4-3 basato sulla solidità difensiva e sulla velocità in ripartenza. In porta il classe ’93 Saturnin Allagbé, che per ora in carriera ha militato soltanto nel Niort, formazione che milita in Ligue 2 francese. I tre centrali sono Moise Adilehou (a segno nell’ultima partita contro il Marocco), attualmente in forza al Levadeiakos (massima serie greca), Khaled Adénon (espulso per somma di ammonizioni l’ultimo match e quindi assente oggi contro Mané e compagni) che gioca da quattro stagioni all’Amiens (retrocesso la scorsa stagione in Ligue 2) e Olivier Verdon, classe ’95 ora al Sochaux (sempre Ligue 2).

Sulla fascia destra di centrocampo corre Seibou Mama, anche lui in Francia ma nella quarta serie calcistica, nel Tolone. Nella corsia opposta gioca Emmanuel Imorou, un classe ’88 in forza al Caen che l’ultima stagione ha raccolto otto gettoni in Ligue 1. La mediana è formata da Jordan Adéoti, 30 anni compiuti lo scorso 19 marzo e reduce da due stagioni all’Auxerre, con 6 gol in 59 presenze. Assieme a quest’ultimo troviamo il giocatore più rappresentativo della nazionale del Benin nonché capitano della squadra, ovvero Stéphane Sessègnon: 35 candeline spente l’1 giugno, in carriera ha militato per tre anni al Paris Saint-Germain (2008-11, gli 8 gol in 77 partite testimoniano l’importanza avuta dal giocatore in squadra), passando poi due stagioni al Sunderland (17 centri in 87 partite) e tre al West Bromwich (79 partite giocate e 8 gol). Dalla passata stagione gioca nel Gençlerbirligi (massima serie turca).

I due esterni d’attacco sono Jodel Dossou (un classe ’92 che gioca nel Vaduz, in seconda serie svizzera e ha trovato ben nove reti nelle 35 presenze della scorsa stagione) e Cebio Soukou, stessa annata di Dossou e militante nella terza serie tedesca, al’Hansa Rostock (nove centri in 26 partite disputate lo scorso anno per lui). Quest’ultimo è nato in Germania da padre beninese per motivi legati allo studio ed è stato convocato in Nazionale per la prima volta lo scorso novembre, per poi esordire il 24 marzo nella partita di qualificazione alla Coppa d’Africa vinta per 2-1 contro il Togo.

Il diez della squadra è la punta centrale Mickael Poté, un esperto classe 1984 che attualmente milita in seconda serie turca, nelle file dell’Adana Dermispor (15 reti in 32 partite l’anno scorso) ed è uno dei migliori tra i beninesi per carriera alle spalle: ha giocato con la maglia del Nizza e con quella dell’Apoel Nicosia. L’allenatore della squadra, come detto in precedenza, è Michel Dussuyer: 60 anni compiuti a maggio, ha dedicato quasi tutta la carriera post-ritiro dal calcio alle Nazionali.

Una sconfitta questa sera contro il Senegal di Mané e Koulibaly non toglierebbe a Sessègnon e compagni un festeggiamento e magari un riconoscimento da parte dello Stato del Benin, perché questi ragazzi la storia l’hanno già scritta.

Ma occhio, perché il bello del calcio sta proprio nell’effetto sorpresa

Fonte immagine: profilo Instagram di Stéphane Sessègnon.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram della CAF.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

FLASH – Lewandowski gela il Maradona: 0-1 Barcellona al 60′

Pubblicato

:

Juan Jesus e Lewandowski, giocatori di Napoli e Barcellona, Serie A, La Liga, Coppa Italia, Champions League, EURO2024

Ecco il gol del vantaggio del Barcellona al Maradona. 0-1 più che meritato per gli uomini di Xavi e a segnare è il solito Robert Lewandowski. Difesa del Napoli non perfetta nelle letture difensive, con Pedri che serve tra le linee al limite dell’area il bomber polacco, poi abilissimo a girarsi, ad aspettare l’intervento di Di Lorenzo e a tirare con estrema precisione all’angolino basso alla destra di Meret, incolpevole.

Ora necessari dei cambi per Calzona, per provare ad abbozzare una reazione e non rendere totalmente arrendevole la prestazione del suo Napoli questa sera.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La DFL fa un passo indietro: annullato l’accordo per il passaggio dei diritti televisivi dopo le proteste

Pubblicato

:

Colonia

È un bel giorno per i tifosi tedeschi” ha detto Thomas Kessen, portavoce dell’Unser Kurve,

Mentre il Bayer Leverkusen allunga e consolida il primo posto con 8 punti di vantaggio e il Bayern Monaco sprofonda in una crisi, in Germania tiene banco anche la questione extra-campo che riguarda i diritti televisivi. Come riporta Eurosport, nelle ultime settimane si era raggiunto un accordo tra la Bundesliga e i fondi di private equity per i diritti televisivi del massimo campionato tedesco.

A maggio si è svolta una prima votazione, fallita, in merito alla questione, ma, in quella di dicembre, 24 dei 36 club di Bundesliga e Bundesliga 2 hanno votato a favore per il passaggio dei diritti televisivi a CVC, che avrebbe portato un indotto di circa un miliardo di dollari. La manovra prevedeva la cessione del 6-8% delle azioni, esternalizzando i diritti televisivi. Questo ha però scatenato l’ira dei tifosi, che hanno protestato a lungo, e, probabilmente, la DFL li ha ascoltati.

Oggi, infatti, la Lega Calcio Tedesca ha dichiarato l’annullamento dell’accordo con CVC per l’assegnazione dei diritti televisivi a partire dalla stagione 2025/2026. Hans-Joachim Watzke, portavoce della DFL, ha parlato e ha detto: “Considerando gli sviluppi attuali non è più possibile portare avanti con successo il processo”. 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Formazioni ufficiali Napoli-Barcellona: riecco Osimhen dal 1′, titolare anche Cajuste

Pubblicato

:

Osimhen, Rrahmani e Natan, giocatori del Napoli, Serie A, Coppa Italia, Champions League

La prima del Napoli di Calzona è subito una sfida delicatissima di Champions. Al Maradona arriva il Barcellona di Xavi per l’andata degli ottavi di finale. Gli azzurri sperano di avere una scossa con il terzo cambio in panchina in stagione e quale occasione migliore per dimostrarlo contro una delle migliori squadre in Europa. Dall’altra parte, infatti, ci sarà un Barcellona determinatissimo a sfruttare il momento di disorientamento degli italiani.

Vediamo insieme le formazioni ufficiali di Napoli-Barcellona:

FORMAZIONI UFFICIALI NAPOLI-BARCELLONA

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Juan Jesús, Rrahmani, Olivera; Anguissa, Lobotka, Cajuste; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Calzona

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Koundé, Araujo, Iñigo Martínez, Cancelo; Frenkie De Jong, Christensen, Gündogan; Lamine Yamal, Lewandowski, Pedri. All. Xavi

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Pioli in conferenza pre Rennes: “Qualificazione non ancora raggiunta, anche domani turnover”

Pubblicato

:

Milan

Le parole di Stefano Pioli, tecnico del Milan, in conferenza stampa alla vigilia del ritorno dei playoff di Europa League contro il Rennes. I rossoneri voleranno in Francia forti del 3-0 maturato a San Siro settimana scorsa.

DISCORSO AI RAGAZZI – “La partita l’abbiamo analizzato lunedì. Alla squadra ho detto che ci siamo presi un vantaggio, ma che la qualificazione non è ancora raggiunta. Il Rennes è una buona squadra“.

TURNOVER – “Non mi piace il termine turnover, è sola gestione della squadra. Dovremo giocare cinque partite in quindici giorni. Le scelte di domenica erano dovute alle condizioni dei giocatori e così farò anche domani e contro l’Atalanta”.

CONDIZIONE DEI GIOCATORI – “Stanno tutti bene, rispetto a domenica abbiamo avuto un giorno di riposo. Sono tutti in condizione di poter giocare“.

DIFFICOLTÀ MAGGIORE – “Il Rennes proverà a fare qualcosa di diverso rispetto a mercoledì, almeno nell’atteggiamento. Ci proverà a mettere in difficoltà e quindi dobbiamo prepararla bene“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969